Come eliminare la muffa

Muffa in casa – Rimedi naturali

La muffa è un fungo che si forma negli ambienti con tasso di umidità superiore al 55%, in particolare negli ambienti poco illuminati e poco ventilati, ma non solo: la muffa infatti può manifestarsi anche a causa di altri motivi, come un impianto di riscaldamento installato male o l’uso di finestre che favoriscono la formazione di condensa.

Muffe – Come si formano

La temperatura perfetta per fare in modo che si sviluppi la muffa è compresa tra i 18 e i 32°C con umidità relativa di almeno il 55%. La muffa può formarsi sia all’interno che all’esterno delle abitazioni: all’interno attecchisce sulle pareti e sui pavimenti se sono umidi, così come su carte da parati, materassi, divani, tappezzerie, nei condizionatori, negli umidificatori, e più in generale in tutti quegli ambienti dove si può formare un alto tasso di umidità, solitamente in cucina, bagno, ripostiglio, garage.

Come intervenire? Se la muffa è in stato avanzato, allora sarà necessario un intervento invasivo, fatto da tecnici specializzati, altrimenti, se possiamo colpirla in tempo, è sufficiente un rimedio domestico.

Come togliere la muffa dai muri

Macchie sui muri bianchi, magari vicino agli angoli? Potete aiutarvi con dell’acqua ossigenata a 130 volumi che è un potente sbiancante  – lo trovi nei negozi di ferramenta. Poiché si tratta di un prodotto ad alta gradazione, è consigliabile usare molta attenzione, indossando occhiali e guanti. Si procede così: bagnare un panno con l’acqua ossigenata e tamponare la zona interessata, senza strofinare.

In alternativa è possibile fare una miscela di 2 bicchieri di aceto bianco, 3 cucchiai di bicarbonato, 3 cucchiai di sale fino, tutto sciolto in un litro di acqua bollente. Come applicarlo? bagnare un panno pulito nella soluzione e tamponarlo sulle zone interessate. Dopo di che passare aceto bianco puro, sempre aiutandovi con un panno pulito.

Togliere la muffa dai muri – Rimedio della nonna

Ecco un vecchio rimedio della nonna: 750 ml di acqua, 2 cucchiai di acqua ossigenata, 2 cucchiai di sale fino e 2 cucchiai di bicarbonato. Preparazione: sciogliere il sale e il bicarbonato nell’acqua, poi inserire il tutto in uno spruzzino da 1 litro e aggiungere l’acqua ossigenata. Applicate la miscela dove è presente la muffa, tamponando con un panno pulito.

Come togliere la muffa dai vestiti

Armadio colpito da muffa e conseguente muffa sui vestiti? Applicate un mix di succo di limone e sale per trattare le macchie e poi riponete gli abiti in sacchi appositi, meglio s ein tessuto.

Come togliere la muffa dai tessuti – Muffa sulla tappezzeria

Per togliere la muffa dalla tappezzeria, usate una soluzione di alcool etilico diluito in una tazza di acqua calda. Con l’aiuto di un panno pulito tampinate le zone colpite.

Muffa in bagno

Il vapore generato da docce e bagni caldi contribuisce alla formazione della muffa nel bagno, partendo solitamente dagli angoli del soffitto per poi addentrarsi in tutta la parete.  Per evitare che l’umidità si accumuli è consigliabile installare una ventola in bagno e lasciarla accesa almeno 15 minuti dopo la doccia.

Per rimuovere la muffa dalle piastrelle e dal box doccia, è possibile preparare una miscela con due cucchiai di aceto bianco e una tazza di acqua, tamponarla sulla zona e  lasciarla agire per 15 minuti. Poi sciacquare con acqua pulita.

Muffa libri – Come toglierla

Libri macchiati dalla muffa? Utilizzate il borotalco per asciugare le pagine, ma prima ripulitele con uno straccio, poi cospargete le pagine con una piccola quantità di talco e lasciate riposare per 1 ora. Rimuovete scuotendo e la muffa se ne sarà andata.

Togliere la muffa: operazione possibile!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome