Come scegliere un deumidificatore portatile: caratteristiche fondamentali e modelli migliori

deumidificatore portatile

Il deumidificatore portatile è la soluzione definitiva a chi vive in zone particolarmente umide. Vivere con eccessiva umidità può danneggiare le nostre vie respiratorie ed il mobilio domestico oltre alle vernici e all’intonaco dei muri. L’umidità può seriamente influire sulla tua salute e non andrebbe mai sottovalutata. Essa è semplice vapore acqueo presente in aria e per contrastarlo è utile impiegare il deumidificatore portatile.

Quale scegliere? I migliori deumidificatori portatili

Eccoti una classifica sui migliori deumidificatore in commercio. Abbiamo selezionato questi modelli considerando le opzioni con il miglior rapporto qualità/prezzo considerando anche le opinioni verificate di chi li ha già acquistati e provati.

Inventor Fresh – Il più amato

Questo modello è stato recensito come la “Scoperta dell’anno” per via dell’eccezionale funzionamento, delle recensioni estremamente positive e per il prezzo estremamente conveniente. Si rivela efficiente per deumidificare trenta metri quadrati in poco meno di due ore ed è capace di aspirare fino a 20 litri al giorno per ambienti con umidità che superano il 60%. Questo modello offre tre funzioni per deumidificare gli ambienti, tra cui Silent, Medium e Turbo. La prima è quella silenziosa per ambienti non troppo umidi mentre la Medium corrisponde alla modalità standard per ambienti medio piccoli e con umidità superiore al 45%. Infine la funzione Turbo è lievemente più rumorosa oltre ad essere quella che lavora a maggior potenza. Quando il serbatoio è pieno il dispositivo si spegne per consentire di svuotarlo e riavviarlo.

Mitsubishi Electric MJ-E14CG-S1

Scegliere un Mitsubishi è garanzia di efficienza e durevolezza nel tempo. Inoltre avrete a disposizione la convenienza della silenziosità e dei consumi ridotti. Chi lo ha già acquistato lo reputa un modello efficace, immediato e super efficiente. È in grado di ristabilire la corretta umidità ambientale in meno di quarantotto ore e con un effetto durevole nel tempo. La maggior parte delle persone lo acquistano per asciugare il bucato in casa non disponendo di spazi consoni all’esterno.

Questo vale soprattutto per i condomini nelle grandi città che costringono le persone a tenere il bucato in casa, rendendo eccessivamente umida l’aria nelle stanze. È anche un potente antimuffa che arresta il processo di propagazione e per cui i risultati sono visibili già dopo quattro ore di applicazione. Inoltre è perfetto per mantenere l’aria pulita e salubre da respirare con consumi contenuti che non influiranno sulla bolletta.

De’Longhi DDS20 Deumidificatore 20 l/24h

De’Longhi è il primo brand a cui si fa riferimento in materia di deumidificatori portatili di ottima qualità. Offre funzioni di asciugatura rapida del bucato eliminando l’umidità ambientale e purificando l’aria. Grazie ai controlli intuitivi e semplici permette di pianificare l’accensione e di assorbire fino a venti litri di umidità all’ora con una rumorosità che non supera i 50 decibel.

Deumidificatore Portatile COONOE

Questo deumidificatore rientra nella nostra classifica perché è la sintesi perfetta tra qualità e convenienza. È amato per deumidificare piccole stanze umide come bagni e lavanderie e migliora subito il confort in casa dopo appena mezz’ora di utilizzo. È perfetto per la deumidificazione domestica perché è piccolo, compatto e riservato. Lavora silenziosamente, è poco ingombrante e si sposta con estrema facilità. Le persone lo acquistano soprattutto quando hanno bambini in casa per purificare l’aria e farli vivere in un ambiente salubre e pulito.

Come funziona un deumidificatore portatile?

Si tratta di un elettrodomestico in grado di assorbire l’umidità aspirando l’aria e convogliandola verso una serpentina di raffreddamento che si attiva grazie ad un gas refrigerante. Quindi il vapore si condensa e viene raccolto in un serbatoio mentre l’aria viene immessa nuovamente all’esterno completamente ripulita. Il deumidificatore non raffredda o riscalda l’aria ma semplicemente la ripulisce e migliora il tasso di umidità degli ambienti, motivo per cui può essere utilizzato sia in inverno che in estate.

Tipi di deumidificatori presenti in commercio

Il mercato offre una scelta molto ampia di deumidificatori che, principalmente, si dividono in modelli domestici e professionali. Ciò che li distingue è la potenza e, quindi, il consumo elettrico. In realtà la differenza sostanziale riguarda l’ampiezza degli ambienti da deumidificare e le finalità per cui è necessaria un’aria più secca. Oltre a questa macro-distinzione troverete i modelli essiccativi, passivi, quelli meccanici e quelli refrigerativi. Inoltre troverete differenze tra il tipo di alimentazione ovvero modelli elettrici e a batteria. Solitamente quelli portatili sono ricaricabili ma sono anche molto piccoli.

Tutti i tipi di deumidificatori in commercio

Vediamo nello specifico una ad una le categorie principali di deumidificatori in commercio, con particolare riguardo verso quelli portatili che sono adatti a piccoli ambienti e ad un uso domestico. Vorremmo tuttavia ricordare che il funzionamento tecnico di questi strumenti non è fondamentale per la scelta. Ovviamente al sapere non c’è mai limite ma per chi non è pratico è più importante conoscere quanto sia potente un dispositivo rispetto alla stanza o all’abitazione per cui necessitiamo l’impiego. La potenza e l’ambiente da deumidificare sono informazioni da cui dedurre il prezzo, il valore di mercato e se questo faccia o meno al caso nostro.

Deumidificatori meccanici o refrigerativi

I deumidificatori meccanici e refrigerativi sono attivati da una ventola che aspira l’aria e la convoglia verso una serpentina di raffreddamento. Il contatto dell’aria umida con la serpentina provoca una condensazione e quindi, l’acqua viene raccolta in un serbatoio. Questo modelli sono ideali dove l’umidità superiore al 45% per temperature elevate. Sono meno indicati per le abitazioni in zone climatiche fredde perché impiegherebbero più tempo a deumidificare gli ambienti. Difatti nelle zone più fredde sarebbe meglio optare per i deumidificatori essiccativi che vediamo nel paragrafo successivo. Prima di procedere ecco una classifica dei migliori deumidificatori portatili refrigerativi-meccanici.

Modelli essiccativi e passivi

I deumidificatori essiccativi funzionano grazie al gel di silice, un materiale rinomatamente noto per essere in grado di assorbire l’umidità ambientale. In questi modelli il funzionamento avviene tramite una valvola che spinge l’acqua verso il gel di silice e che la condensa grazie ad un processo chimico. Quando il gel inizia a diventare troppo carico il processo si blocca e quindi dovrai svuotare il serbatoio. Sono migliori per le zone fredde e anche se si ritiene che siano meno efficienti di quelli refrigerativi. In realtà sono ideali per la casa proprio perché si attivano per migliorare la qualità dell’aria laddove non ci siano gravi problemi di umidità ambientale.

Caratteristiche di un buon deumidificatore portatile

Ogni deumidificatore è caratterizzato da alcune specifiche tecniche che ne determinano la qualità e il prezzo. Difatti sulle schede descrittive troverai il volume dell’ambiente da deumidificare, la temperatura di lavoro, l’ingombro, il peso, l’umidità massima raccoglibile, la capacità del serbatoio, il regolatore di umidità e i filtri. Questi ultimi possono essere usa e getta oppure lavabili.

Deumidificatore portatile: prezzi dei modelli più venduti

 

Lascia un commento