Come risparmiare sul riscaldamento: trucchi e consigli utili

Ti sarà sicuramente capitato di restare negativamente sorpreso dalla tua bolletta del gas e di domandarti come poter risparmiare sul riscaldamento domestico.

Devi sapere che una maggiore consapevolezza nell’uso del riscaldamento non gioverà solo al tuo conto in banca, ma anche all’ambiente! L’energia utilizzata per il riscaldamento delle abitazioni proviene in maggioranza da fonti non rinnovabili, in Italia e in gran parte dei paesi del mondo.

Qui potrai trovare alcuni trucchi e consigli utili per ridurre le spese di riscaldamento e salvaguardare la natura.

Effettua la revisione della caldaia

La regolare manutenzione degli impianti, specialmente della caldaia, è il primo passo per ridurre i consumi e utilizzare il tuo impianto in sicurezza. La revisione della caldaia e il controllo fumi sono obbligatori per legge: troverai scritto sul tuo libretto della caldaia quando effettuare il prossimo. Alcuni vivono la revisione come un inutile balzello ma in realtà è essenziale per garantire un corretto funzionamento del riscaldamento!

Sostituisci la vecchia caldaia con una caldaia a condensazione

Se la tua caldaia è vecchia sostituiscila con una nuova caldaia ad alto rendimento o una caldaia a condensazione. Specialmente le caldaie a condensazione garantiscono un buon risparmio, potendo offrire massime prestazioni a temperature di lavoro più basse delle caldaie convenzionali. La caldaia a condensazione permette di tagliare i costi fino al 20%, secondo alcune stime.
Fino al 31 dicembre 2019 puoi approfittare degli incentivi statali per ammodernare gli impianti di riscaldamento e detrarre dal 50 al 65% di Irpef per i lavori di efficientamento energetico.

Cura l’isolamento domestico, a partire dagli infissi

Uno dei principali problemi delle case italiane è il loro scarso isolamento. Succede soprattutto con abitazioni datate, ma purtroppo capita anche con appartamenti più moderni. Gli interventi di isolamento sono costosi, benché portino un grande risparmio in termini di consumi. Si può scegliere un isolamento interno (a intercapedine) o un isolamento esterno (il cosiddetto “cappotto termico”). Per puoi sostituire gli infissi: montando doppi vetri ed infissi moderni eviterai gli spifferi e le dispersioni di calore.

Fai sfiatare i termosifoni e usa le valvole termostatiche

Ogni autunno, prima di tornare ad accendere il riscaldamento è opportuno “sfiatare” i termosifoni. Sfiatare i radiatori significa eliminare gli accumuli di pressione e le bolle d’aria formatesi nei tubi durante il periodo di inattività. Sfiatare i termosifoni è molto importante per risparmiare sulla bolletta del gas e per mantenere l’impianto funzionante.

Se i tuoi termosifoni sono nuovi o se vivi in un palazzo con il riscaldamento centralizzato, ti sarai accorto che da qualche tempo è diventato obbligatorio installare valvole termostatiche, collocate sul lato opposto della valvola di sfiato. Le valvole termostatiche servono a regolare la temperatura di ciascun ambiente in modo molto efficace e ti permettono di gestire al meglio il calore; se i tuoi radiatori sono muniti di valvola termostatica, fanne buon uso per tagliare gli sprechi.

Usa il termostato e la termoregolazione per pianificare una strategia efficace di riscaldamento.

Che tu abbia un riscaldamento autonomo o uno centralizzato, non ha senso tenerlo acceso costantemente per timore del freddo. A seconda delle dimensioni della tua abitazione, l’aria impiegherà un certo lasso di tempo a riscaldarsi: imposta il timer affinché prepari in tempo l’appartamento per il tuo rientro, senza che bruci energia inutile durante le tue assenze prolungate. Oramai tutti i termostati sono progettati per portare la casa ad una determinata temperatura e mantenerla durante l’accensione dell’impianto.

Valuta l’acquisto di una stufa a pellet

Ci sono pareri discordanti sul risparmio di questa opzione, sicuramente bisogna esaminare  caso per caso la tipologia di utilizzo, la dimensione dell’abitazione, le necessità della famiglia e le sue abitudini. Sicuramente le stufe a pellet sono un ottimo supporto al riscaldamento, quando magari abbiamo una stanza piuttosto vasta che fatica a raggiungere la giusta temperatura in breve tempo e col solo intervento dei radiatori.

Cambia le tue abitudini quotidiane

Ogni risparmio, parte dalle buone abitudini.

  • La temperatura ideale di un’abitazione è tra i 18 e i 20 gradi. Una temperatura tra 18 e 20 gradi non solo ti permette di risparmiare ma è garanzia di benessere. Case troppo calde in inverno (sopra i 24°) possono avere effetti negativi sulla salute, specie su quella dei tuoi bambini. Senza contare che un solo grado in più di temperatura fa lievitare i consumi annui dell’8%! Non ambire a stare a maniche corte come in estate, è davvero controproducente: copriti un po’ di più e salvaguarda te stesso, l’ambiente e il tuo portafoglio.
  • Areare la casa anche di inverno è essenziale per una buona saluta, ma puoi farlo in modo intelligente: apri tutte le finestre per poco tempo, invece che tenerne spalancata a lungo una soltanto.
  • Utilizza dei para-spifferi quando ti accorgi che le tue porte o le tue finestre non isolano bene.
  • Non coprire i termosifoni con panni o tende.

Cerca un’offerta vantaggiosa per il gas e cambia fornitore

Con l’ingresso definitivo dell’Italia e degli italiani nel libero mercato dell’energia (obbligatorio per tutti da Luglio 2020), gli utenti saranno obbligati a scegliere un fornitore privato per le loro utenze di luce e gas. Questo porterà un risparmio generale per il consumatore, stimato attorno ai 250 euro annui. Potrai in oltre selezionare una tariffa adatta a te e personalizzata sui tuoi consumi o sulle tue necessità. È possibile già adesso passare al libero mercato: dai un’occhiata alle offerte per ridurre da subito la tua bolletta del gas.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome