Stufa a pellet: guida all’acquisto

Il pellet è uno dei combustibili rinnovabili per eccellenza. Prima di tutto perché è di semplice approvvigionamento, ormai lo vendono anche al supermercato, e poi perché, visto il successo riscosso, le stufe a pellet costano sempre meno, anno dopo anno. Quindi, se cercate un modo economico e ecosostenibile per scaldare la vostra casa, la stufa a pellet è quello che fa per voi.

La stufa a pellet può essere di diversi tipi. Esistono stufe capaci di riscaldare esclusivamente l’ambiente dove sono state installate, e stufe che invece riescono a mandare l’intero impianto di riscaldamento e quindi funzionare anche su più piani. Come orientarsi? Prima di tutto considerate le vostre esigenze, cioè il volume che volete scaldare. Solo una stanza o l’intero appartamento? In base ai metri cubi che dovete scaldare, potete scegliere la stufa a pellet più adatta.

In relazione poi alla grandezza della stufa e alle sue capacità, acquisterete il pellet in sacchi da 15/20 kg oppure in enormi silos capaci di approvvigionare continuamente la stufa. In questo secondo caso l’approvvigionamento del pellet da parte della stufa viene fatto in automatico, senza bisogno di aiuto esterno, mentre nel primo caso dovrà essere un operatore (voi stessi) a inserire il pellet via via nella stufa.

Vantaggi stufe a pellet

Il primo grande vantaggio che sia ha installando una stufa a pellte è quello economico. Il pellet ha un rendimento termico di circa 4000 Kcal per ogni Kg. Inferiore certamente a quello del gasolio, che è intorno ai 10.000 Kcal al litro. Ma il pellet costa molto meno e si può stoccare molto più semplicemente. In un metro cubo di spazio, entrano fino a 650 kg di pellet, mentre per gasolio o gpl c’è bisogno di molto più spazio. Quindi il primo vantaggio è questo? Certamente.

Ma, come dicevamo, il vantaggio più grande è certamente quello economico. È stato calcolato che per scaldare 200 m quadri di casa, a pieno regime, si consumano circa 2.5 kg di pellet ogni ora. Che si traduce, in soldoni, in 50 centesimi l’ora. Sì, avete capito bene. La vostra grande casa (200 mq sono tantissimi) si scalderà con solo 50 centesimi ogni ora.

Se poi a questo risparmio economico, che dimostra tutta la efficienza energetica della stufa a pellet, aggiungete la silenziosità, vi rendete presto conto che la stufa a pellet è una ottima soluzione per la vostra casa. Inoltre non emette nell’aria circostante nessun tipo di sostanza dannosa, si alimenta con materiale rinnovabile… insomma la stufa a pellet è ecologica. E dobbiamo pensare anche all’ambiente, ogni tanto, no?

Come scegliere una stufa a pellet

Ma come scegliere la vostra stufa a pellet? Prima di tutto, come abbiamo già sottolineato, dovete considerare il volume che avete intenzione di scaldare. In base al volume, vi verranno proposte stufe a pellet di determinata potenza. Tra queste poi potete scegliere seguendo diverse caratteristiche: il prezzo, l’estetica, il rifornimento. Dunque, tralasciando estetica e prezzo, che sono argomenti del tutto soggettivi, concentriamoci un attimo sul rifornimento.

La stufa a pellet può essere alimentata manualmente o in automatico. Nel primo caso, l’alimentazione deve essere fatta ogni 15 ore per le stufe più piccole, 45 ore per quelle più grandi. Nel secondo caso, la stufa a pellet è collegata ad un deposito e si approvvigiona da sola. Ovvio che il secondo caso è ideale per impianti molto grandi, mentre per gli impianti ‘domestici’ sarà sufficiente scegliere l’approvvigionamento manuale. Inserire un sacco, anzi mezzo, di pellet ogni 15 ore non è certo difficoltoso. Vi permette di caricare la stufa una volta al giorno e non pensarci più. Considerate poi che via via la potenza della stufa a pellet cresce, e più di rado dovrete alimentarla. Quindi considerate anche questa particolarità, nel momento della scelta della vostra stufa a pellet ideale.

Un altro importante criterio di scelta riguarda l’accensione. Alcune stufe a pellet si accendono manualmente, attraverso un semplice fiammifero e apposito combustibile infiammabile senza ritorno di fiamma. Non è una operazione pericolosa, ma se in casa ci sono dei bambini, e vista la quasi insignificante, differenza di spesa, meglio scegliere una stufa a pellet con il self starting, cioè con ‘accensione automatica. In questo caso si accende semplicemente premendo un pulsante esterno: semplice e veloce.

Ma le caratteristiche tecniche delle stufe a pellet di ultima generazione, sono ancora più all’avanguardia e prevedono l’uso di un termostato temporizzato che consente di regolare accensione e spegnimento della stufa come fosse un normale impianto di riscaldamento. Particolare da tenere in considerazione, soprattutto se lavorate fuori casa e volete trovare la casa calda al vostro rientro.

Stufe a pellet design

Esistono tantissimi modelli di stufa a pellet, molti dei quali prevedono il vetro frontale per permettere di vedere la fiamma. Le stufe che prevedono di vedere il fuoco sono certamente molto più accoglienti, ma non necessariamente adatte esclusivamente ad un ambiente rustico. Il calore della fiamma, infatti, si adatta a qualsiasi ambiente.

Si possono scegliere tra modelli in stile retrò, molto simili alle stufe tradizionali, quelle della nonna, per intendersi, oppure tra modelli moderni, con rivestimenti in maioliche colorate. I modelli più eleganti prevedono anche rivestimenti in porcellana, terracotta e altri materiali di prima categoria.

Stufe a pellet costi

Il costo di una stufa a pellet dipende principalmente dalle sue capacità energetiche. Ovviamente anche dal design. Diciamo che una stufa a pellet tradizionale, di quelle da installare a vista, ha un costo medio compreso tra i 1500 e i 4000 euro, a seconda del rendimento energetico. Al massimo eprò queste stufe riescono a sviluppare una potenza non superiore ai 10Kw.

Gli impianti più grandi, che prevedono l’installazione della stufa in una stanza separata e la presenza di un silos di ammortamento, hanno un costo molto alto che può facilmente raggiungere i 10.000 euro. Ovviamente si tratta di impianti adatti a grandi spazi, che raggiungono facilmente i 20Kw di potenza termica.

Al costo della stufa va aggiunto anche quello del combustibile. Se il pellet fino a poco tempo fa costava pochissimo, oggi invece comincia ad essere piuttosto caro. Il motivo? Probabilmente la crescita delle richieste, ma anche l’aumento dei costi di trasporto. È stato calcolato che per ammortizzare la spesa di una stufa a pellet, vi vogliono circa 4 o 5 anni, visto il rincaro del combustibile.

Una alternativa sembra uscire da noccioli di olive e gusci vari, scarti delle lavorazioni italiane. In questo modo si riuscirebbe prima di tutto ad avere una filiera corta e quindi minor emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera, e poi minor costo all’utente finale.

Dobbiamo poi considerare i costi di manutenzione. La stufa a pellet ha la necessità di essere sempre ben pulita. Per poter aspirare le ceneri prodotte dalla combustione, è necessario acquistare un aspira cenere, un particolare aspirapolvere capace di aspirare particelle così sottili.

Migliori marche stufe a pellet

Offerta
Eva Stampaggi 98017-10 Pellet Susy Slim Stufa Punto Fuoco, 7.5 KW,...
  • Peso 70 Kg
  • In acciaio verniciato
  • Volume riscaldato 70-150 mq
Stufa a pellet aria Eco Spar Tukana, potenza 8kW Superficie di...
  • Questo è il 8 KW alimentato stufa Eco spar che si dovrebbe essere...
  • Dimensioni della stufa a pellet: larghezza 630 x profondità 485 x...
  • Peso 115 kg/uscita calore 8 Kw/convezione calore/efficienza...
  • Superficie di riscaldamento di circa 60 - 70 m²/pellet di legno...
  • Canna fumaria: 80 mm/Wi-Fi opzionale controller/Indicatore di...
Stufa a pellet aria Eco Spar Tukana, potenza 8kW Superficie di...
  • Questo è il 8 KW alimentato stufa Eco spar che si dovrebbe essere...
  • Dimensioni della stufa a pellet: larghezza 630 x profondità 485 x...
  • Peso 115 kg/uscita calore 8 Kw/convezione calore/efficienza...
  • Superficie di riscaldamento di circa 60 - 70 m²/pellet di legno...
  • Canna fumaria: 80 mm/Wi-Fi opzionale controller/Indicatore di...
Stufa a Pellet Zibro FIORINA 74 ROSSA
  • Nuova stufa a pellet Fiorina 74 assicura un'ottima resa e riscalda...
Offerta
Eva Stampaggi 98017-20 Pellet Susy Slim Stufa Punto Fuoco, 7.5 KW,...
  • Peso 70 Kg
  • In acciaio verniciato
  • Volume riscaldato 70-150 mq

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome