Stufa a legna: calore ecologico per la tua casa

Le stufe a legna sono certamente l’invenzione più vecchia per scaldare la casa. Ricordate le vecchie cucine economiche?

Bene, sono stufe a legna. Al giorno d’oggi le stufe a legna sono state modernizzate e ottimizzate nel funzionamento, così che riescano facilmente a scaldare l’intera abitazione. Questo avviene grazie alla propagazione del calore ecologico per eccellenza, quello prodotto dalla legna.

La stufa a legna moderna rimane uno dei mezzi più ecologici e con rendimento termico più alto, tra quelli attualmente in circolazione.

Le moderne stufe a legna scaldano poco le pareti e quindi sono utilizzabili anche in case dove vivono bambini, oppure per essere messe vicino alla mobilia. Questo è certamente il primo vantaggio della tecnologia moderna. Ma non l’unico.

Come funziona una stufa a legna

La stufa a legna funziona principalmente per convezione. Le stufe a legna moderne si basano sul principio di quelle antiche, quindi, come quelle meno recenti, sono composte da una camera di combustione chiusa, che permette l’ingresso forzato dell’aria.

L’aria alimenta la combustione e, quindi, regolando l’aria, possiamo regolare la combustione. Il calore prodotto attraverso la combustione, poi, viene ceduto all’ambiente circostante.

Inoltre, il calore nato dal funzionamento della stufa a legna, soprattutto se in maiolica, è di tipo radiante. Ovvero, viene emanato per tutto l’ambiente in modo omogeneo, mantenendo un grado di umidità ottimale.

A differenza, ad esempio, del pellet che tende a produrre calore che secca l’aria e che non si espande in maniera omogenea.

Nelle stufe a legna moderna, il calore prodotto grazie alla combustione, viene convogliato in particolari tubi che hanno la capacità di portarlo in varie zone della casa grazie a impianti specifici. La stufa a legna diventa così un perfetto sostituto del riscaldamento tradizionale.

Scalda ogni ambiente e lo fa con estremo rispetto sia del risparmio energetico che del vostro portafoglio.

Quale stufa a legna scegliere?

La scelta della stufa legna moderna deve essere fatta tenendo a mente determinati fattori, in modo da scegliere un modello adatto all’ambiente che andrà a riscaldare.

Ad esempio, in uno spazio ridotto, non andrà considerato solo lo spazio della stufa, ma anche lo spazio di stoccaggio della legna, al carico/scarico e la pulizia della stufa.

Inoltre, un altro fattore da considerare è la necessità di far installare una canna fumaria secondo le norme vigenti. Alcuni modelli di stufa hanno lo scarico dei fumi superiore e quindi necessiteranno della classica canna fumaria a vista oppure lo scarico posteriore, che quindi non sarà visibile.

A seconda della grandezza dell’ambiente da scaldare e la disposizione degli ambienti, sui diversi piani della casa, dovrai anche considerare i kW della stufa. Dovrai farlo, in modo che siano sufficienti a scaldare la stanza dove sarà installata. Un fattore che spesso, nelle vecchie stufe a legna in ghisa non veniva considerato.

In generale, più kW ha la stufa più sarà potente e meglio riuscirà a scaldare un ambiente più grande.

Non ci possiamo poi scordare del fattore estetico della tua stufa, dato non solo dal design, che può essere moderno o classico, ma anche dal materiale di costruzione.

Vecchie stufe a legna in metallo o in ghisa, infatti, sebbene più economiche, tenderanno a surriscaldarsi, mentre una in pietra o maiolica emanerà calore uniformemente. Questo non sarà un problema per bimbi o animali, perché non si surriscalda.

Stufe a legna: tipologie

Oggi è possibile scegliere tra un numero molto vario di modelli di stufe a legna che possiedono diverse caratteristiche. Una delle caratteristiche con più variabilità è la disponibilità di stufe in diversi materiali.

Generalmente viene subito in mente la stufa a legna vecchia in ghisa, ma oggi è possibile scegliere anche stufe in ceramica, in acciaio o in maiolica. Ecco alcune differenze relativamente a questi tre materiali.

Stufe a legna in ceramica

Alcuni modelli specifici sono realizzati con l’utilizzo di più di un materiale. Esistono stufe a legna con camera di combustione in ghisa, ma rivestite esternamente in acciaio. La ceramica per le stufe a legna è un ottimo conduttore per la superficie esterna.

Questo materiale resiste all’usura del tempo e garantisce conduttività ottimale del calore, senza raggiungere temperature esageratamente elevate. L’eleganza della ceramica, inoltre, “rompe” la monotonia della classica stufa in acciaio o in ghisa, perché può essere realizzata seguendo diversi disegni.

Stufe a legna in maiolica

Step ulteriore per le stufe a legna è quello caratterizzato dal rivestimento in maiolica. Questo tipo di superfici permettono di avere un maggior equilibrio per quel che riguarda il calore radiante. La maiolica è ottimale per contenere il calore in maniera più equilibrata, senza seccare esageratamente gli ambienti, ma semplicemente riscaldando.

Una scelta che gode anche del vantaggio del design. Questi prodotti sono realizzati spesso con disegni davvero suggestivi e decorazioni di qualità. Un vero e proprio upgrade per il design interno che non spezza l’impatto negli ambienti casalinghi. Questo farà leggermente alzare il prezzo, ma per qualità e impatto visivo valgono la spesa.

Stufe a legna economica in acciaio

Le stufe a legna in acciaio garantiscono principalmente un discreto risparmio a fronte di prestazioni ottimali nonostante la compattezza. Non aspettarti prestazioni eccezionali ma, in ragione del prezzo e volendo avere qualcosa che riscaldi ambienti piccoli, questa potrebbe essere la scelta giusta.

La camera di combustione, ovviamente, è realizzata in altro materiale refrattario, mentre l’esterno è in completo acciaio. Questo significa soprattutto resistenza e durata. La comprerai per tenerla per una vita intera e ti garantirai risparmio e prestazioni.

Stufa a legna: conviene?

Utilizzare una stufa a legna per scaldare l’abitazione è molto più conveniente rispetto al riscaldamento tradizionale, alimentato a gpl o a metano, non fa differenza.

La stufa a legna permette di avere non solo un risparmio economico notevole. La legna, infatti, ha un rendimento termico altissimo e costa molto meno del gpl e del metano, ma anche un rendimento termico superiore.

Si stima che il risparmio energetico che si ha utilizzando una stufa a legna, sia del 70% rispetto al classico metano. Tutto questo si traduce in un minor impatto ambientale. Non è forse quello che vogliamo? Risparmio energetico e risparmio economico, tutto in un’unica soluzione.

Risparmiare con le stufe ecologiche a legna

Ma in soldoni, quanto si risparmia con la legna? Scaldando la casa con la legna, combustibile ecologico e decisamente pulito, si può arrivare a risparmiare il 60% rispetto all’uso del combustibile più caro in circolazione, il gpl.

Il potere calorico medio della legna da stufa, è di circa 4.5 KWh/Kg. Il potere calorico di 1 litro di un combustibile petrolifero equivale a circa 2.5 kg di legna. Facendo un rapido calcolo, si scopre facilmente che un metro cubo di legna ha lo stesso potere calorifero di 190 litri di petrolio.

Con le stufe ecologiche a legna si ha quindi un risparmio non indifferente, sia in termine economico che di risparmio energetico.

Hai acquistato mai stufe a legna per la tua casa? Sei indeciso se farlo? Facci sapere se il nostro approfondimento ti è stato utile nell’effettuare la scelta nei commenti!

Stufe a legna prezzi

Stufa a legna carbone acciaio Kir 9/12 Kw vetro ceramico piastra...
  • Potenza nominale 9Kw; Potenza massima 12 Kw
  • Dimensioni esterne cm. 46x38x75
  • Dimensioni del focolare cm. 37x30x35
  • Uscita fumi diametro cm. 12

Lascia un commento