Riscaldare casa senza termosifoni: tutte le alternative ai caloriferi

Riscaldare casa senza termosifoni

Sapevate di poter riscaldare casa senza termosifoni? Non ci riferiamo ad altri sistemi di riscaldamento più ecologici o rinnovabili ma proprio ad una serie di trucchi e segreti per scaldare la casa senza accendere i caloriferi. Ovviamente per le giornate più rigide sarà difficile arrivare alla temperatura di confort come avviene accendendo il riscaldamento ma sicuramente i nostri consigli potranno essere di grande aiuto per risparmiare sulla bolletta.

Controllate porte e finestre

Gli infissi sono il motivo maggiore di dispersione di calore interno che viene ceduto verso l’esterno. La prima cosa da fare è sostituire le guarnizioni, isolare i cassetti degli avvolgibili e acquistare tende isolanti. Questo consentirà di trattenere almeno il 20% che disperdete solitamente con spese minime e piccole accortezze. Anche le porte sono motivo di dispersione di calore per cui aggiungete delle guarnizioni per l’isolamento e tenete chiuse le stanze che utilizzate meno. Infine considerate di valutare l’acquisto di porte e finestre in grado di isolare gli ambienti, trattenere il calore e sfruttare la luce solare per mantenere confortevoli gli interni.

Quadri riscaldanti

Una novità di cui si sente molto parlare è quella dei quadri riscaldanti che funzionano ad irraggiamento. Questo tipo di calore è benefico e simile a quello del sole per cui si propaga in maniera uniforme e duratura. La novità è che il calore prodotto proviene da quadri eleganti e lussuosi che consumano poca energia elettrica e che sopperiscono al riscaldamento delle zone ampie di una casa, difficili da riscaldare. Questa non è una soluzione tra le più efficaci ma è la migliore per mantenere caldi ingressi, corridoi e stanze poco utilizzate della casa come studi, salotti o rimesse.

Stufe: pellet, gas, elettriche

Esiste una grande varietà di stufe sul mercato per riscaldare casa senza termosifoni. Troverai stufe a bioetanolo, stufe a gas, stufe elettriche ma anche quelle a biomassa ecc… Le stufe sono un metodo alternativo ai termosifoni e si alimentano con fonti energetiche rinnovabili o a bassissimo costo. Per esempio le stufe a bioetanolo funzionano grazie ad un combustibile di origine naturale che proviene dalla fermentazione di mais, zucchero e barbabietole. La loro evoluzione tecnologica consente oggi di mantenere la casa calda e confortevole a lungo, beneficiando degli ecobonus e degli incentivi statali. Di solito le stufe hanno differenti prestazioni e vengono integrate con altri sistemi di riscaldamento più potenti, come quello a pavimento, per avere sempre il  miglior confort abitativo al minor costo e minor impatto ambientale.

Riscaldamento a pavimento

Il riscaldamento a pavimento è una soluzione molto interessante per chi volesse fare a meno dei termosifoni. Il loro vantaggio risiede nel fatto che, abbinato ad una caldaia efficiente e non inquinante, è in grado di riscaldare tutta l’abitazione in maniera uniforme. Il riscaldamento a pavimento si colloca direttamente sotto le mattonelle e prevede l’installazione di un sistema a serpentine che si riscaldano ad acqua o a corrente. Scegliendo il sistema ad acqua e optando per caldaie efficienti il riscaldamento a pavimento garantisce un discreto risparmio sui costi in bolletta.

 

Lascia un commento