Riscaldamento a pavimento: tutti i pro e contro

Avrai sicuramente sentito parlare delle tecnologie di riscaldamento a pavimento. Magari qualche tuo amico le ha previste a casa sua e tu ti stai domandando se potrebbe essere una soluzione adatta anche a te. Con questo articolo speriamo di aiutarti nella scelta: scoprirai come funziona un riscaldamento a pavimento, quali siano i suoi pro ed i suoi contro.

Cos’è e come funziona un impianto di riscaldamento a pavimento.

Un impianto di riscaldamento a pavimento, chiamato anche sistema a pannelli radianti, è composto da tubazioni installate sotto alle mattonelle o alle assi del parquet, dove circola acqua a temperatura costante. La serpentina somministra il calore per irraggiamento in modo uniforme, efficiente e piacevole. Il riscaldamento a pavimento necessita di un ottimo isolamento domestico ed un’ottima coibentazione del solaio.

Se vuoi saperne di più puoi consultare la nostra guida completa sul riscaldamento a pavimento.

I “pro” del riscaldamento a pavimento.

Il riscaldamento a pavimento ha innumerevoli vantaggi: sempre più ingegneri lo inseriscono nei loro progetti e le case più moderne lo prevedono come opzione di base. Se ti stai domandano quali siano nello specifico i benefici di un impianto radiante a pavimento, eccoli qui:

  • Il riscaldamento a pavimento è più ecologico e permette un consistente risparmio in bolletta fino al 20/25%. Non necessita di alcuna manutenzione specifica, permettendoti di non preoccuparti più di sfiatare o pulire i caloriferi.
  • Il riscaldamento a pavimento è a impatto zero dal punto di vista estetico: niente più termosifoni ingombranti o brutti da vedere, che occupano spazio utile e limitano le tue scelte d’arredo.
  • Grazie al riscaldamento a pavimento di ultima generazione puoi diversificare il flusso di calore da ripartire nelle varie zone della casa, attivando o disattivando alcune serpentine.
  • Il calore emanato dal riscaldamento a pavimento è più efficiente dal punto di vista termico: si spande in modo uniforme, penetra all’interno della struttura e per questo motivo si conserva più a lungo nella tua casa, anche quando l’impianto è spento.
  • Il riscaldamento a pavimento è ottimale anche per la tua salute: crea una situazione di vero comfort nell’abitazione, distribuendo il calore in modo ideale per il corpo umano.

I “contro” del riscaldamento al pavimento.

Esistono anche degli svantaggi nell’installazione di un riscaldamento a pavimento che derivano dalla complessa posizione dell’impianto e dai costi di installazione. Vediamoli elencati qua sotto:

  • Il riscaldamento a pavimento non è adatto agli spazi particolarmente ingombri di mobilio, tappeti e di un arredamento invasivo. Un numero elevato di oggetti e suppellettili complica la diffusione ottimale del calore, diminuendo l’efficacia dell’impianto. Se hai un appartamento fittamente ammobiliato o “affollato” e se sei un amante degli arazzi, dell’oggettistica e dell’accumulazione… il riscaldamento a pavimento non fa proprio per te.
  • Il riscaldamento a pavimento non è adatto per chi necessita di un calore immediato – questi tipi di impianto impiegano diverso tempo a raggiungere la temperatura ottimale – concentrato in poche ore distanti tra loro.
  • L’installazione del riscaldamento a pavimento è dal 30% al 50% più costosa rispetto alla scelta di approntare un impianto canonico. È vero che in qualche anno il risparmio in bolletta dovrebbe ammortizzare la quota iniziale, ma magari non tutti sono propensi a questo genere di investimenti a lungo termine.
  • Ami i pavimenti in legno? Sappi che installare il riscaldamento a pavimento sotto un parquet può costituire un rischio; o meglio: se non vorrai rinunciare né al parquet, né all’idea del riscaldamento a pavimento le assi dovranno essere posate a regola d’arte, altrimenti correrai il rischio che si sollevino. Rivolgiti a un vero professionista!
  • Per installare un sistema di riscaldamento a pavimento dovrai alzare di almeno 5 cm la pavimentazione. Se hai dei mobili su misura o un soffitto troppo basso, questa operazione potrebbe crearti qualche problema.
  • Un eventuale guasto a questa tipologia di riscaldamento comporta diversi problemi: per riparare il danno sarai tenuto a sollevare o rompere il pavimento. Non solo: dovrai anche premunirti in anticipo e conservare qualche mattonella, nel caso le dovessi rovinarle nell’operazione. Fortunatamente gli impianti di riscaldamento a pavimento non si guastano spesso o facilmente.

Conclusioni sui pro ed i contro del riscaldamento a pavimento

In linea di massima un impianto di riscaldamento a pavimento è senz’altro un’opzione positiva ed efficiente, che offre molte opportunità di risparmio e ti aiuta ad essere più ecologico. Il fatto che sempre più abitazioni lo prevedano è indubbiamente un’ottima notizia per l’ambiente e dovrebbe suggerirti di prenderne in considerazioni gli innumerevoli benefici. Ha però dei costi di messa a punto superiori alla media e potrebbe non essere del tutto ottimale per alcune esigenze.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome