Montaggio zanzariere: come si monta e quanto costa il montaggio professionale

montaggio zanzariera

Se all’interno della tua abitazione zanzare e insetti sono ormani divenuti una presenza costante, le zanzariere rappresentano un’ottima soluzione, in quanto limitano l’ingresso a questi fastidiosi invasori. Ma come si montano e quanto costano? Scopriamolo insieme!

Quanto costano le zanzariere?

Per ottenere dei risultati di successo e duraturi, è fondamentale richiedere un montaggio professionale delle zanzariere, in modo da risparmiare molto tempo e denaro.
I costi sono commisurati in base al modello, alla dimensione e alla manodopera degli operai.

Qui sotto vengono indicati i prezzi indicativi per tipologia di zanzariera:

  • Zanzariera scorrevole in alluminio con aggancio a calamita: 60-80 euro al metro quadro.
  • Zanzariera fissa in alluminio: 40 euro al metro quadro.
  • Zanzariera in alluminio a rullo avvolgibile: 50-120 euro al metro quadro.
  • Zanzariera elettrica: 100-160 euro al metro quadro. Offrono il vantaggio di essere alzate e abbassate tramite telecomando oppure apposita app scaricabile sullo smartphone.

Devi inoltre tenere a mente che l’importo finale non dipende solo dalla zona geografica nella quale vivi, ma anche dal sistema di apertura e dalle dimensioni della finestra.
Se queste ultime sono al di fuori di quelle standard, occorre pagare un sovrapprezzo, poiché l’impresa dovrà realizzarle su misura per te.

Come scegliere il modello di zanzariera giusto

Per scegliere il modello di zanzariera devi tenere conto dei seguenti parametri:

  • Fisse o a molla/plissettate: la prima versione è perfetta per proteggere infissi che non richiedono un’apertura frequente come lucernari, oblò oppure abbaini, mentre la seconda è indicata per le finestre piccole o per le quali si desidera regolare l’apertura a piacere. Le zanzariere plissettate, sebbene abbiano un costo più alto, tengono a bloccarsi con meno frequenza, occupano poco spazio e assicurano molta praticità.
  • apertura verticale: viene utilizzata per non danneggiare la finestra.
  • Apertura laterale: è perfetta per le porte finestre.
  • Prezzo: sebbene tu abbia un budget prestabilito, adottare una certa flessibilità sulla somma finale da spendere può davvero fare la differenza, in quanto ti permette di acquistare le zanzariere perfette per le tue esigenze e non ti obbligherà a ripetere la spesa dopo poco tempo.

Se vuoi saperne di più puoi leggere la nostra guida sulle tipologie di zanzariera per porte e finestre.

Come vengono montate le zanzariere

Il montaggio delle zanzariere non è particolarmente complesso, ma deve essere affidato a mani esperte per evitare errori. Prima di effettuare tale operazione, l’installatore effettuerà un sopralluogo presso la tua abitazione per prendere le misure ed elaborare il modello giusto per te. Una volta accettato il preventivo, l’azienda provvederà alla produzione delle zanzariere, all’installazione e alla prova di tenuta finale. Quest’ultima serve per verificare che non si aprano o si stacchino a causa di un fissaggio scorretto.

Se hai optato per un modello elettrico, la verifica include anche il collaudo per controllare il buon funzionamento della motorizzazione.

Qualunque versione di zanzariere tu abbia scelto, non dimenticare di farti rilasciare dal professionista le istruzioni d’uso per poterle utilizzare in maniera autonoma.

Manutenzione delle zanzariere

Al fine di far durare il più a lungo possibile le tue zanzariere, una manutenzione periodica rappresenta un elemento fondamentale, a partire dalla pulizia.

Tali dispositivi, visto che sono esposti a intemperie, smog, insetti e uccelli, tendono a sporcarsi facilmente e devono pertanto essere puliti con appositi detergenti delicati per non rovinare la struttura esterna. Se non puoi/vuoi occuparti di svolgere questa operazione, potrai rivolgerti a imprese specializzate.

Zanzariere e detrazioni fiscali

L’installazione delle zanzariere si rivela assai vantaggiosa, poiché ti permette di accedere all’omonimo bonus statale, grazie al quale beneficerai del pagamento agevolato dell’IVA pari al 10% e di uno sconto fino al 50% dell’intera somma spesa.

Per accedere al suddetto vantaggio, dovrai presentare domanda al Comune di riferimento e farti seguire da un professionista esperto per seguire l’iter in modo corretto. Il pagamento deve inoltre essere effettuato tramite bonifico speciale per ristrutturazione edilizia, diversamente non avrai diritto allo sconto. Per quanto riguarda il rimborso del 50%, verrà distribuito nell’arco di dieci anni in occasione della dichiarazione dei redditi.

Lascia un commento