Come togliere la cera dai tessuti

Come togliere la cera dai tessuti

Oggi ti spieghiamo come togliere la cera dai tessuti e vestiti in modo rapido ed efficace, senza danneggiare i capi o impiegare materiali tossici. La cera è un composto che assume due diversi stadi a seconda della temperatura per cui l’errore più comune risiede nell’intervenire con eccessiva fretta, senza fermarsi a ragionare. Il punto è che quando la cera si deposita su un tessuto la prima cosa che molte persone fanno è quella di strofinare e provare a grattarla via, rovinando le fibre o scolorendole. Quindi se hai una macchia di cera su un tessuto e non vuoi rovinarlo faresti bene a seguire i nostri consigli.

Consigli utili per non sbagliare

Per prima cosa devi sapere che la cera si toglie meglio quando è fredda e solidificata, soprattutto se il tessuto è chiaro o pregiato e non intendi rovinarlo. Evita di usare l’acqua, soprattutto appena si è creata la macchia perché questa potrebbe disciogliere eventuali coloranti e contribuire a peggiorare il problema. Quindi attendi semplicemente il raffreddamento e poi gratta via la crosticina che si è formata con una spatolina in acciaio o con un coltello non seghettato. In questo modo rimuoverai gran parte della crosta di cera e sarai pronto a passare allo step successivo.

Togliere la cera dai vestiti con il ferro da stiro

Armati di un ferro da stiro, un foglio di carta assorbente e un vecchio asciugamano in spugna per rimuovere i residui infiltrati nelle fibre del tessuto. Fai riscaldare il ferro alla massima temperatura possibile e posizionalo sul tessuto avendo cura di apporre il foglio di carta assorbente e l’asciugamano tra la piastra bollente ed il capo da cui rimuovere la cera. Quindi passa con decisione il ferro sull’area macchiata di cera e vedrai che, al secondo o terzo passaggio la cera sarà completamente sparita.

Occhio a non poggiare il ferro direttamente sulla macchia ma assicurati sempre che questa sia coperta dal foglio di carta assorbente e dall’asciugamano. Se si sono depositate macchie di coloranti o profumi spazzola pretrattando delicatamente con del sapone per i piatti e poi lava normalmente in lavatrice.

Tappezzeria e superfici difficili da trattare

Diverso è il discorso per tappezzeria come divani, cuscini o tappeti. In questo caso se i tessuti sono sfoderabili potrai procedere con il metodo del ferro da stiro. Se non è possibile dovrai trattare la zona a cera fredda, con lo spazzolino e la spatolina.

Più il tessuto è delicato e più dovrai agire con delicatezza, distaccando la cera dal tessuto senza lesionare le fibre. In alternativa puoi provare con un foglio di carta assorbente che dovrà raccogliere la cera disciolta con acqua calda ma sconsigliamo questo metodo sui divani, dove la macchia potrebbe essere in bella vista.

Togliere la cera dai tessuti senza fare errori

Un modo per provare a sciogliere la cera e rimuoverla da liquida prevede l’impiego del phon ma anche in questo caso corri il rischio che la macchia possa allargarsi peggiorando la situazione. Quindi il miglior consiglio resta quello di usare la tecnica del graffio che consiste, per l’appunto, nell’asportare via i residui raffreddati attraverso spatoline, spazzolini o bicarbonato in polvere.

Cosa devi assolutamente evitare

Purtroppo non ci sono molti altri rimedi possibili perché la cera è davvero un osso duro da contrastare. In ogni caso siamo certi che con questi metodi che ti abbiamo suggerito potrai quantomeno ridimensionare la macchia, rendendola meno vistosa senza danneggiare il tessuto. Certo è che dovrai evitare sempre l’impiego di solventi e detergenti chimici come alcol, sgrassatori e candeggina che scoloriscono i tessuti e li ossidano danneggiandoli.

 

Lascia un commento