Mini condizionatori portatili: guida alla scelta dei modelli migliori

Mini condizionatori portatili

I mini condizionatori portatili sono sistemi di condizionamento monoblocco, facile da spostare e privo di unità esterne da installare come nel caso dei modelli fissi a split. Se tutti questi termini vi sembrano complessi e non ne avete mai sentito parlare dovreste prima leggere il paragrafo seguente. Se invece avete già un’idea del mondo dei condizionatori portatili e fissi, passate pure ai nostri consigli per l’acquisto in cui vi spiegheremo quali sono i fattori decisivi per la scelta di un buon mini condizionatore portatile.

Cosa sono i mini condizionatori portatili

Oggi non si può parlare di sistemi di condizionamento dell’aria senza far riferimento a tre valori: sostenibilità, flessibilità e rumorosità. I consumatori meno recenti consumano molta corrente, sono inquinanti e non sono sempre ideali per la salute delle nostre vie respiratorie. Per questo il mercato si è evoluto offrendo proposte meno ingombranti economicamente e a livello ambientale che consistono in raffrescatori mini, silenziosi e dai consumi ridotti. Sono eccezionali perché consumano poco e sono in grado anche di purificare l’aria, controllando il corretto tasso di umidità ambientale e assorbendo i micro-organismi che circolano nella stanza. Essendo molto piccoli sono in grado di rinfrescare ambienti piccoli ma ci sollevano dai lavori in muratura e di installazione dei condizionatori tradizionali, che necessitano di una “via d’uscita” verso l’esterno.

Come funziona un mini condizionatore portatile?

I mini condizionatori portatili, quindi, sono piccoli sistemi di condizionamento dell’aria detti monoblocco, che si possono accendere e spostare a piacimento. Infatti prevedono solo un sistema a serpentina che avvia il processo di raffreddamento ma…dove finisce l’aria calda? I condizionatori portatili sono dotati di un compressore che raffredda un liquido messo in circolo da una serpentina. Sono dotati di una ventola che convoglia l’aria calda all’interno mentre la serpentina la reimmette fresca nell’ambiente. L’aria calda, quindi, viene spinta all’esterno tramite un tubo.

I modelli mini vi interesseranno maggiormente si servono di una serpentina che rinfresca prendendo acqua e trasformandola in aria fresca o aria con acqua gelida nebulizzata. Sono sistemi piccolissimi, per nulla ingombranti e ideali a provocare sollievo magari mentre lavoriamo al computer, mentre stiriamo il bucato o ci facciamo la messa in piega in piena estate. Sono una vera e propria svolta proprio perché, nonostante le ridotte dimensioni, sono in grado di generare un freschetto niente male.

Caratteristiche dei mini condizionatori portatili

Ogni modello è caratterizzato da potenza, alimentazione, dimensioni, capacità, peso, tensione e velocità di erogazione dell’aria. Vediamo nello specifico cosa significano questi valori e, quindi, come individuare un buon prodotto.

Potenza

La potenza è espressa in Watt ed è collegata al sistema di alimentazione. Sul mercato potrai trovare modelli a corrente e modelli a batteria e di solito la media di Watt di potenza è pari a 18 W. Alcuni modelli sono dotati di power bank ricaricabile e di presa USB per attivarlo a corrente ma generalmente sono dotati di tutti gli adattatori necessari per l’accensione.

Meglio un modello elettrico o a batteria? Sicuramente i modelli a batteria, magari a litio e con carica rapida, sono la scelta preferibile da un punto di vista ambientale. Tuttavia questi mini dispositivi non sono eccessivamente dispendiosi sui consumi purché siano utilizzati per periodi di tempo limitati e circoscritti alle necessità momentanee. A dire il vero entrambe le opzioni sono vantaggiose ma tutto dipende dal nostro stile di vita.

Capacità

Per quanto riguarda la capacità vi consigliamo di prestare attenzione dato che è uno dei valori più importanti. Infatti fa riferimento a quanto è ampio il serbatoio, ovvero quanta acqua può contenere per dare il via alla refrigerazione. La media di mercato oscilla dai 300 ml ai 600 ml ma troverete anche dispositivi con serbatoi di un litro. Questo valore serve a capire l’autonomia rispetto alle funzioni di velocità impostate, ovvero quanto dura l’effetto refrigerante prima che il serbatoio si svuoti completamente.

Peso e dimensioni

Il peso e le dimensioni sono valori da scegliere in base allo spazio di cui disponete su scrivanie, ripiani o mobili ma ha a che fare anche con l’estetica ed il design che, per i mini condizionatori portatili è varia e complessivamente molto accattivante. Troverete modelli a LED, modelli dalle linee eleganti e minimali e modelli piccolissimi e discreti. L’aspetto estetico del mini condizionatore portatile e la sua grandezza sono caratteristiche secondarie che, unite alla potenza e la prezzo, vi aiuteranno a decidere quale acquistare.

Mini condizionatori portatili: gli extra che fanno comodo

I modelli più gettonati sul mercato sono quelli che offrono funzioni multiple di deumidificazione e purificazione dell’aria. Infatti alcuni modelli prevedono l’utilizzo di oli essenziali e ghiaccio per ottenere un’aria pulita, fresca e persino profumata. Alcuni hanno graziose funzioni LED luminose che creano un’atmosfera piacevole, perfetta per rilassarsi o calmare il pianto dei bambini. Infine ci sono i modelli più tecnologici ed esclusivi che permettono di programmare accensione, spegnimento e velocità di funzionamento. Tutti questi extra sono studiati per avvicinarsi a diverse esigenze di utilizzo e, quindi, sono gli accessori che rendono il mini condizionatore portatile perfetto per qualunque esigenza di fresco.

Svantaggi dei condizionatori portatili

Questi piccoli sistemi di raffreddamento dell’aria hanno un funzionamento limitato nel tempo e nello spazio. Non sono la scelta indicata per chi cerca un condizionatore per rinfrescare ambienti ampi o tutta la casa. Quindi acquistatelo solamente se cercate un sistema piccolo e poco impegnativo per creare un fresco sollievo all’occorrenza, limitato ad uno spazio ristretto.

Quali sono i migliori condizionatori portatili del momento?

Ecco una classifica redatta prendendo in analisi il rapporto qualità prezzo e le opinioni di chi ha già provato i prodotti che abbiamo scelto.

StillCool – Il più economico

StillCool è una bella scoperta perché per una manciata di euro offre fresco, umidificazione e purificazione dell’aria con un capiente serbatoio da 600 ml e un’autonomia di otto ore continuative. È perfetto per casa e ufficio grazie al sistema di ricarica USB e ad una confezione completa di tutto ciò che serve per iniziare ad usarlo da subito. Le opinioni sono estremamente entusiaste proprio per via del prezzo piccolo e della potenza che è in grado di offrire. Il design è un pochino carente rispetto agli altri modelli della classifica ma la sua forma è stabile e adatta anche a chi vive con bambini curiosi o animali pestiferi.

Mkocean 4 in uno – l’alleato per l’estate

Questo modello lavora a 18 W e ha una capacità di 400 ml. Pesa meno di mezzo chilo e ha un design davvero raffinato e moderno. Dispone di tre velocità di ventilazione, è dotato di timer di accensione a due modalità e permette persino di conciliare il sonno grazie alle dolci luci LED che rasserenano l’atmosfera. Le recensioni sono positive quasi al 100% e tutti i clienti sono rimasti sorpresi per l’incredibile potenza di un dispositivo così piccolo, carino e silenzioso. Decisamente consigliato.

Il mini Duomishu – La scelta consigliata da Amazon

Questo modello è stato scelto da Amazon come uno dei migliori per rapporto qualità/prezzo, media delle recensioni dei clienti e affidabilità del rivenditore. Già questa etichetta dovrebbe bastare per cogliere al volo l’affare. Inoltre dovete sapere che offre il controllo temporizzato dell’accensione, il becco regolabile per direzionare i getti freddi e una capacità di 400 ml per un serbatoio che funziona con acqua e ghiaccio. È facile da utilizzare ed è uno tra i modelli più silenziosi ed efficienti che troverete sul mercato.

 

 

Lascia un commento