Condizionatori dual split: guida alla scelta

La scelta del condizionatore non è affatto facile: per questo abbiamo deciso di aiutarti con alcune dritte e consigli per semplificarti la scelta.

Tra i diversi modelli presenti in commercio, un condizionatore dual split può essere la soluzione giusta se hai bisogno del condizionatore in due stanze diverse, dovendo installare solo un’unità esterna.

Può essere una buona soluzione per uffici o appartamenti di un condominio ad esempio: vediamo nel dettaglio cos’è e come funziona.

Come funziona il condizionatore dual split

Un condizionatore dual split è composto da due unità interne e una esterna. L’unità esterna è collegata alle due unità tramite tubi. Il passaggio del gas refrigerante (R32 come indicato dalla legge recentemente) assicurerà il raffreddamento degli ambienti. Si potrà quindi utilizzare i due condizionatori interni in simultanea per refrigerare una superficie piuttosto ampia.

Come scegliere la potenza del condizionatore

Se per quanto riguarda la casa produttrice, la scelta del condizionatore è dettata da preferenze personali o estetiche, la potenza dell’apparecchio dipende necessariamente dalla grandezza dello spazio che vuoi rinfrescare.

Ciò che fa variare il costo di un condizionatore dual split è sicuramentela potenza refrigerante, che viene calcolata in BTU. BTU vuol dire British Thermal Unit, ed è l’unità di misura dell’energia utilizzata per i condizionatori.

La formula per calcolare la potenza necessaria è data da diversi fattori: dimensioni della stanza, numero delle persone che ci vivono, esposizione a nord o meno, presenza di altri elettrodomestici, finestre e porte. Per un calcolo semplificato puoi moltiplicare il numero di mq della stanza per 25 e otterrai la potenza refrigerante necessaria in Watt. Per avere infine i BTU/h è bene sapere che 1 Watt corrisponde a 3,4 Btu / h.

In una stanza da 40 mq, ad esempio, che corrisponde a un salotto piccolo, occorrerà scegliere modelli da 12000 BTU/h. Questo valore è fondamentale da sapere prima di acquistare al fine di evitare di ritrovarsi ad avere installato un condizionatore fisso alla parete che non rinfresca abbastanza.

Per essere sicuri della potenza necessaria che il condizionatore dual split dovrà avere, ti consiglio sicuramente l’opinione di un installatore professionista.

Funzionalità del climatizzatore dual split

Oltre a fornire la possibilità di due unità interne da poter posizionare in diversi punti della propria abitazione, il climatizzatore dual split offre diverse funzionalità.

La più importante è sicuramente la capacità di filtrare l’aria, rimuovendo così batteri e spore che sono spesso problematiche con bambini o anziani. Purificare l’aria di casa risulta in uno stato di salute migliore per tutta la famiglia, soprattutto per chi soffre di allergie.

Un’altra funzionalità del climatizzatore è il deumidificatore, che insieme al filtro dell’aria, aiuta alla formazione e mantenimento di condizioni domestiche salutari e pulite. Deumidificare una stanza permette anche di evitare problemi legati alla formazione di muffe, umidità e condensazione.

Ricorda anche che un buon climatizzatore ha la funzione auto-pulente. I climatizzatori infatti sono particolarmente soggetti a essere infestati da muffe se non vengono mantenuti puliti all’interno. Con la capacità di pulire il macchinario, premendo un pulsante, ci si evita un lavoro noioso ma necessario.

Infine, metti in conto la rumorosità del climatizzatore. In camera da letto, di notte, può dare fastidio, per cui assicurati che abbia la funzione silenziosa o notturna.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome