Materasso per una casa umida: tutto quello che c’è da sapere

materasso per casa umida

“Casa dolce casa” dice il detto, ma se questa è molto umida, spesso può creare problemi con cui si deve convivere.
Dal bagno alla cucina i problemi legati all’umidità possono essere di vario tipo, ma più spiacevoli ancora possono essere quelli in camera da letto: qua la scelta di un materasso adatto e una sua corretta manutenzione possono sicuramente fare la differenza.

Come vivere in una casa umida

I problemi che comporta una casa umida possono essere molti: da semplici conseguenze estetiche a veri danni alle pareti, o ancora peggio conseguenze per la salute di chi ci abita, (per esempio accentuando allergie).

Certo si può correre al riparo da questo tipo di inconvenienti con alcune accortezze.
Prima di tutto ti consigliamo di dotarti di uno strumento per la rilevazione dell’umidità in casa, almeno per farti un’idea più precisa della situazione. Sul mercato ne puoi trovare di ogni tipo, come termometri digitali con igrometro integrato, fino alle stazioni meteo. Il costo di questi strumenti può sensibilmente variare, sta a te scegliere il compromesso che più si adatta alle tue esigenze.

Una volta capita la situazione, puoi ricorrere a diversi rimedi: da quelli più casalinghi, come aprire spesso le finestre per far cambiare l’aria, a quelli più tecnologici, come dotarsi di un deumidificatore.

Nel caso la situazione sia più grave del previsto, il consiglio è quello di rivolgerti ad un’impresa specializzata, prendendo in considerazione l’idea che possano essere necessarie lavori di ristrutturazione.

Il materasso giusto per un riposo confortevole

Veniamo ora alla camera da letto e alla scelta del materasso. Ovviamente la prima qualità che deve avere un materasso è quella di essere comodo, in modo da permettere a te e ai tuoi cari un ottimo riposo, ma quale scegliere in questo caso?

Premettendo che, passando mediamente sul letto circa il 30% delle nostre giornate, questo assorbe già molta umidità che noi stessi produciamo, una buona scelta può essere un materasso a molle insacchettate in quanto trattiene poca umidità prodotta dal nostro corpo.
Di questo tipo ti consigliamo i materassi memory di Hypnia, che consentono un controllo e uno smaltimento dell’umidità molto buono.

Altro consiglio utile è quello di usare materasso sfoderabile e un letto con doghe di legno, in modo da poterlo far arieggiare più agevolmente e più spesso.

Infine, è bene dotarsi di un rivestimento adatto per il materasso: esistono in commercio alcune cover capaci di assorbire e far evaporare l’umidità in eccesso, ottima soluzione per aumentare la qualità del sonno.

Per quanto riguarda la manutenzione, devi tenere conto che l’umidità è uno dei fattori che più causano deterioramento ai materassi, anche in questo caso esistono alcune contromisure da prendere: puliscilo spesso da entrambi i lati con un aspirapolvere in modo da eliminare tutta la polvere, ruotalo una volta ogni due settimane, fa arieggiare bene la stanza tutti i giorni e, almeno una volta alla settimana, lascialo scoperto per circa mezza giornata. La vita media di un materasso è di almeno sette anni, con queste precauzioni, non sarà di certo un periodo troppo lungo.

Convivere con una casa umida può essere un problema, ma certamente non privo di soluzioni. È una situazione che può capitare a tutti e non per forza legata ad una scarsa manutenzione e pulizia del luogo. Fortunatamente oggi si possono trovare in commercio diversi rimedi per tutte le tasche, capaci di risolvere questo problema e aumentare la qualità della tua vita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome