Parquet: guida alla lucidatura fai da te

lucidare parquet

Il parquet è tra le tipologie di pavimentazione maggiormente apprezzate sul mercato. Per mantenerlo in ottimo stato è necessario procedere alla lucidatura periodica. Ecco un guida per il fai da te.

Elegante e dotato di un gusto “rustico”, il parquet – anche noto come “palchetto” – consiste in una superficie composta da pannelli di legno di spessore differente. Gli utenti possono acquistare pavimenti con listoni di spessore variabile tra i 10 e i 20 millimetri.

Trattandosi di superfici delicate, quelle dei parquet andranno lucidate in maniera adeguata, garantendo loro una manutenzione costante. Stiamo pur sempre parlando di pannelli di legno, materiale resistente ma ugualmente soggetto all’usura.

Per dare un’idea della forte necessità di effettuare manutenzione su una superficie di questo tipo, è sufficiente evidenziare che il parquet necessita di una lucidatura in almeno due-tre occasioni all’anno.

Nel caso in cui una simile frequenza non venisse rispettata, il rischio è quello di vedere il parquet opacizzarsi in modo anti estetico, portando la superficie a perdere la lucentezza che merita. Da ciò ne deriva che l’applicazione della cera risulta essenziale per consentire al legno di resistere all’incidenza dei liquidi, vantando un’adeguata impermeabilità.

A tal proposito, esaminiamo le prassi più comuni inerenti alla corretta lucidatura di un parquet!

Le operazioni di pulizia del parquet

Prima di procedere con la lucidatura del parquet, è essenziale pulire in modo adeguato e approfondito.

L’utente dovrà far sì che la polvere presente lungo la superficie lignea venga rimossa efficacemente. Per far ciò, è sufficiente utilizzare un aspirapolvere o uno straccio cattura polvere, prassi alla quale seguirà un lavaggio del pavimento mediante l’uso di detersivi non aggressivi, concepiti appositamente per lavare il parquet.

L’acqua non andrà utilizzata in eccesso: è fondamentale che il liquido non si infiltri nelle fessure tra un listone e l’altro, poiché ciò porterebbe il legno a gonfiarsi. Se vuoi maggiori consigli, puoi leggere i nostri consigli su come pulire il parquet.

Terminato il lavaggio del parquet, l’utente può procedere con una lucidatura delle superfici interessate. Va precisato, però, che in commercio esistono diversi metodi per lucidare il parquet, variabili a seconda della tipologia di superficie da far risplendere. Vediamo quindi come procedere con la lucidatura delle differenti tipologie di parquet.

Lucidatura parquet verniciato e parquet ad olio

Lucidare il parquet verniciato

Partendo dal parquet verniciato, quest’ultimo andrà lucidato con prodotti a base di cera, da sciogliere nell’acqua e da applicare sul pavimento mediante l’utilizzo di un panno. La stesura della cera dovrebbe avvenire impiegando i classici panni in microfibra, particolarmente adatti per le operazioni in questione.

Al termine della procedura, verificata l’asciugatura della cera, l’utente può procedere con le prassi di lucidatura generale. Questa avverrà facendo uso di un panno in cotone o, in alternativa, una macchina lucidatrice che disponga di spazzole.

Lucidare il parquet ad olio

Passando al parquet ad olio, quest’ultimo andrà lucidato necessariamente con dell’olio apposito. Dovrai distribuire la sostanza facendo in modo di seguire attentamente le venature del legno, utilizzando sempre un panno in microfibra.

Nel momento in cui il pavimento risulterà perfettamente asciutto, sarà possibile utilizzare un panno di lana per completare l’intero procedimento di lucidatura. Da precisare che il panno dovrà risultare perfettamente pulito, privo di sporcizia che possa compromettere la pulizia del pavimento stesso.

Prodotti naturali per lucidatura parquet

Oltre al canonico utilizzo della cera, il parquet potrà essere lucidato anche con altri prodotti, dal “sapone nero” alla cera naturale, oltre all’impiego di altri rimedi “casalinghi”.

Per quanto riguarda il sapone nero, prodotto che ha visto la luce nel sud del Marocco, le sue proprietà sono tali da consentire di lavare adeguatamente le superfici lignee. Può essere diluito all’interno direttamente nell’acqua – due cucchiai in dieci litri – per poi utilizzare la soluzione sul pavimento interessato, facendo uso di un panno in microfibra per il lavaggio del parquet.

La cera naturale può essere prodotta facendo uso di succo di limone, cera d’api (in scaglie) e olio di lino, oltre alla possibilità di aggiungere oli essenziali all’interno della soluzione creata.

La cera d’api andrà sciolta con l’olio di lino e il succo di limone, dopodiché si potrà aggiungere l’olio essenziale all’interno della miscela.

Altro apprezzato rimedio casalingo è quello che prevede il miscuglio di succo di limone e olio di oliva, da mescolare per dare vita a una soluzione da applicare sul pavimento mediante spruzzino – concludendo il tutto strofinando le superfici con un panno in microfibra.

Lascia un commento