Isolanti termici per la casa: quali sono i migliori?

Gli isolanti termici per la casa sono materiali in grado di proteggere un ambiente dall’esterno, o meglio, dalla temperatura esterna. In poche parole sono quegli “ingredienti” che rendono un ambiente isolato dall’esterno e sono fondamentali, come immaginerete, per finestre, pareti e soffitti.

Esistono più tipologie di isolanti termici per la casa perché, infatti, potete scegliere tra materiali naturali o chimici. Molto semplicemente il tipo di materiale isolante dipende da cosa desideriamo isolare come intercapedini, soffitti, pareti o infissi.

Ciò che conta per la scelta, oltre allo scopo, è il valore di conduttività termica, cioè la capacità del materiale di spostare il calore da un ambiente più freddo a uno più caldo. Questo valore si calcola in W/Mk e si legge Watt su Metro Kelvin e va interpretato in questo modo: maggiore è il valore e minori sono le prestazioni. Ecco quindi una panoramica dei migliori materiali isolanti termici per la casa che potrete valutare per i vostri lavoretti in casa.

Isolamento termico dei tetti

L’isolamento termico dei tetti è un lavoro che può sembrare complesso e costoso in un primo momento ma che ripaga degli sforzi sul lungo periodo. Difatti il tetto è la parte più esposta alle sollecitazioni esterne e se non è ben isolato gli effetti ricadono in maniera piuttosto dirompente sul comfort dell’abitazione.

Isolamento termico delle pareti

Quando si parla di isolamento termico delle pareti si usa comunemente il termine “coibentazione termica”, un lavoro finalizzato a mantenere il calore all’interno dell’abitazione. La coibentazione serve a risparmiare sui costi di riscaldamento e di raffreddamento e consiste in un intervento molto rapido e generalmente non troppo costoso.

Isolamenti termico delle finestre

Per isolare le finestre, come abbiamo visto nel nostro articolo dedicato proprio agli infissi e ai serramenti, bastano poche semplici accortezze e migliorie che possono migliorare notevolmente il confort abitativo in casa. La finestra non è costituita dalle sole vetrate ma deve essere considerata come una struttura composita fatta di quadrante esterno, giunture e cassetto del serramento.

Materiali isolanti termici per la casa

L’Aerogel è un materiale molto interessante perché si compone solamente di aria e silicio. Per l’esattezza il 98% dell’aerogel è costituito di aria ed è solitamente abbinato ad altri materiali per isolare serramenti e tetti. Un altro materiale molto conosciuto è il calcestruzzo aerato, ovvero un mix di sabbia di quarzo, gesso, cemento, alluminio e acqua. Se cercate qualcosa di più ecologico potreste optare per le fibre organiche come quella di canapa e quella di legno. La prima è un materiale fibroso che si ricava dalla lavorazione delle foglie di canapa mentre la seconda si ottiene da scarti di lavorazione del legno mescolato con resine.

Materiali isolanti inorganici

La lana di roccia è un isolante fibroso sintetico inorganico che si ottiene dalla lavorazione di rocce e residui di altre lavorazione come i laterizi. Si trova sotto forma di pannelli, feltri e rotoli ed è usata anche e soprattutto per l’isolamento acustico. Infine vi è la lana di vetro che è un isolante sintetico inorganico e che deriva dalla sabbia di quarzo e dalla resina. Tra gli isolanti termici inorganici figura anche il sughero, un materiale che si ricava dalla scorzatura delle piante e che offre versatilità d’uso e prezzi piuttosto accessibili.

Infine menzioniamo la perlite espansa, un materiale sintetico inorganico che si compone di silicati idrati di metalli cristallizzati tra cui figurano alluminio e magnesio. Deriva dalla riolite ed è un materiale incombustibile che si utilizza sfuso, le cui particolare resistenza al fuoco lo rende indicato per gli edifici pubblici. Infine vi è la vermiculite espansa. La si trova in commercio sfusa, sotto forma di granuli. È incombustibile, atossica, inodore e refrattaria e serve per isolare gli intonaci sia termicamente che acusticamente.

Isolanti termici organici

Eccoci infine agli isolanti termici di natura organica tra cui figurano il polistirene espanso estruso ed il polistirene espanso. Il primo è un materiale cellulare che si produce a partire dai granuli di polistirene e si trova in commercio sotto forma di pannelli. Il secondo è anch’esso un materiale cellulare organico venduto in pannelli ed è solitamente indicato con la sigla EPS. Questo materiale è più noto in forma di polistirolo che è usato solitamente per gli imballaggi. La sua particolare conformazione lo rende adatto all’isolamento termico e acustico in forma di pannelli o sotto forma di prodotto espanso.

Lascia un commento