Rimedi contro le zanzare – I migliori dalla natura

rimedi contro le zanzare

In giardino o dentro casa, di notte o di giorno, l’estate porta con sé un nemico da combattere: le zanzare. Che tu sia in città, in campagna o in una località di mare, per tre mesi all’anno ti poni sempre la stessa domanda: come faccio a eliminare le zanzare definitivamente e con rimedi naturali che non danneggino la persona?

La zanzara non è solo un insetto noioso che punge e ronza nelle orecchie, ma è anche potenzialmente pericoloso, perché fa parte di quella categoria di animali portatori di malattie, infezioni o allergie trasmissibili per l’uomo (l’ultimo caso è stato il pericoloso virus zika).

Per evitare che la casa o il tuo cortile siano il terreno fertile per farle crescere e darti il tormento tutta l’estate, in questo articolo vediamo come allontanare le zanzare con sistemi semplici e naturali per vivere serenamente la bella stagione.

 

La zanzara

Tra le 2000 e 3000 specie nel mondo, in Italia esistono due macrocategorie di zanzare:

  • Culex, la zanzara comune, che ovodepone delle zatterine di uova su acqua pulita. È più rumorosa e in genere si muove maggiormente nelle ore notturne.
  • Zanzara Tigre, che depone le uova in piccoli accumuli d’acqua ricchi di materia organica o anche a secco. Punge anche di giorno, vive più vicina a noi e vola meno.

 

Cosa attira le zanzare

Perché le zanzare mi pungono?”. Quante volte ti sei posto questa domanda dopo essere stato morso. Di base il nutrimento principale è di origine vegetale (piante, fiori, ecc.).

Tuttavia, nella stagione estiva, la femmina cerca nel sangue dell’uomo le proteine necessarie per far crescere le uova prima della deposizione.

La cosa che attira le zanzare e gli permette di arrivare a noi è l’anidride carbonica che gli esseri umani (e animali) rilasciano nell’aria.

In più, le zanzare sono attratte anche dal profumo. Seguono la traccia che le nostre fragranze (dolci, fruttate, ecc.) rilasciano in giro, proprio come noi.

Per vivere predilingono ambienti con un rapporto temperatura-umidità maggiore, quindi in zone basse e dove fa più fresco.

 

Le zanzare vivono solo in estate?

Tarda primavera ed estate sono le stagioni dominanti, ma in alcuni casi è possibile avere le zanzare in casa anche d’inverno. Le Culex adulte infatti spesso svernano all’interno di ambienti umidi, come cantine, fognature e abitazioni.

Nelle stanze le zanzare si nascondono dietro le TV, il frigorifero o altri punti della casa dove sono meno disturbate. Durante il periodo freddo però la zanzara femmina è carica di sangue e nella maggior parte dei casi tende a non pungere.

 

Come difendersi dalle zanzare – La prevenzione

Prevenire è meglio che curare in qualsiasi ambito, anche per combattere le zanzare. Gli esperti di disinfestazione zanzare raccomandano di agire nei mesi di aprile, maggio e giugno per contrastare la deposizione delle uova e lo sviluppo delle larve di zanzara.

La zanzara infesta fino a 200m dal luogo in cui si sviluppa.

Che tu abbiamo un giardino verde o un piccolo appartamento, agisci sui punti chiave più amati da questi insetti per non trovarti in casa o in giardino focolari difficili da eliminare:

  • zone di raccolta d’acqua stagnante: sono l’habitat perfetto dove le zanzare si riproducono. Grondaie, stagni e pozzetti sono i punti su cui lavorare, specie se posizionati a nord dove il sole non fa evaporare l’acqua.
  • Aiuole e piante: sono il nutrimento delle zanzare, insieme alle siepi e altri elementi verdi in giardino.
  • vasi (e sottovasi): se hai un bel balcone fiorito o tieni delle piante in casa sappi che hai un potente magnete per zanzare.
  • erba alta: erbacce alte e non curate sono un luogo prediletto per la zanzara adulta per via di un rapporto temperatura-umidità elevato (luogo fresco e umido).
  • luci di casa: tutte le lampadine attirano le zanzare, e le lampade UV in particolare perché attivano delle superfici che producono della CO2.

I consigli naturali

Un efficace metodo di prevenzione è anzitutto tenere curate le zone di acqua stagna, come tombini, pozzetti, grondaie, fontane e così via.

Asciuga il più possibile gli acquitrini che si formano, ricambia l’aria frequentemente e tieni monitorati i sistemi di scolo, chiedendo anche un consiglio a un esperto di disinfestazione zanzare.

Molte case sono dotate di cisterne per la raccolta dell’acqua piovana, potenziali focolai per la formazione delle zanzare. Serve un rimedio per eliminarle più naturale possibile, dato che contiene l’acqua utile per innaffiare l’orto.

In questo caso puoi prendere una zanzariera e legarla sopra il serbatoio: l’acqua filtra lo stesso ma evita che le zanzare entrino a ovodeporre.

Se hai un laghetto o una fontana, un aiuto efficace e naturale può arrivare dai pesci di piccola taglia, che si nutrono delle uova di larva posate sulla superficie dell’acqua.

Se invece hai diversi vasi in casa e in giardino utilizza della ghiaietta all’interno del sottovaso. Dentro la ghiaia spezzata le zanzare fanno fatica a sfarfallare.

Infine tieni l’erba del giardino bassa: il rapporto di temperatura-umidità si abbassa e creerai un ambiente meno favorevole per le zanzare.

 

Come eliminare le zanzare

Anche quest’anno non sei stato abbastanza previdente o non hai fatto in tempo a risolvere il problema. Risultato: zanzare dentro casa e in giardino.

Come eliminare le zanzare? Anche qui ci sono dei rimedi naturali efficaci, oltre naturalmente alle azioni di prevenzione.

 

I rimedi naturali

Un metodo 100% naturale per difendersi dalle zanzare è installare un nido finto per le rondini, simile alla famosa casetta di pipistrelli ma più efficaci (la rondine è un predatore di zanzare un po’ più affidabile del pipistrello perché tende a colonizzare più di frequente il box artificiale).

Se hai un giardino, puoi posizionare in alcuni punti del mangime per uccelli. Attirerà i volatili invitandoli a tornare con una certa frequenza e a eliminare le zanzare naturalmente.

Un terzo rimedio è dotarsi di diffusori anti zanzare alle essenze, insetticidi a basso rilascio al profumo di lavanda, rosmarino o incenso.

L’aroma modifica il profumo e le condizioni di temperatura umidità creando un diversivo ed un ambiente ostile che confonde la zanzara (che fa più fatica a seguire la scia di CO2). Usa questi prodotti arieggiando bene il locale di tanto in tanto.

Altro prodotto di largo utilizzo per difendersi dalle zanzare sono pastiglie anti larve, concentrati naturali (o chimici) che combattono la formazione degli insetti in fase embrionale.

Si possono gettare nei pozzetti, dentro vasi o sottovasi. La pastiglia inficia i frutti delle piante? Le più consigliate contengono il principio attivo del bacillus thuringensis, un agente naturale che va ad agire sulla larva, non sulla pianta.

L’unico difetto rispetto alla pastiglia antizanzare chimica è che dura meno: bisognerà metterne un po’ di più in caso di forte pioggia. Una pastiglia dura circa 3 settimane, e copre dai 40 ai 60 litri di acqua.

 

Come tenere lontane le zanzare – Miti e rimedi efficaci

Rame contro le zanzare

Nel sottovaso alcuni mettono una moneta di rame (come quella dei 5 centesimi per intenderci) all’interno dell’acqua.

Teoricamente aiuta, ma la concentrazione di rame richiesta per allontanare le zanzare è talmente elevata che non è la soluzione migliore.

 

Piante contro le zanzare

Molte persone combattono il problema circondandosi di sedicenti piante anti zanzare, come gerani, basilico o rosmarino.

Alcuni tipi di piante sono repellenti naturali perché gli insetti non apprezzano il profumo che emanano. Questo però non basta a combattere le zanzare, che semplicemente staranno alla larga dalla pianta per raggiungere la persona.

Diverso invece se possiedi del concentrato di quella pianta da nebulizzare nell’aria creando un ambiente ostile.

 

I ragni aiutano a tenere lontano le zanzare?

Sì. Il ragno va ghiotto di zanzare e spesso tesse la ragnatela in angoli della casa angusti, nelle grondaie e altre zone inaccessibili frequentate da questi insetti.

Non è certamente il rimedio su cui fare completo affidamento, ma un aracnide in casa può aiutare a eliminarle.

 

L’ultrasuoni per zanzare funziona?

Statisticamente installare un ultrasuoni repellente per zanzare non garantisce i risultati sperati, soprattutto all’esterno o in luoghi dove l’insetto può facilmente aggirare l’ostacolo e raggiungere la preda.

 

E la bottiglia cattura zanzare?

La moda del momento è costruire una trappola per zanzare fai da te usando un collo di bottiglia di plastica, dello zucchero o del lievito e un po’ d’acqua.

Gli ingredienti innescano la produzione di CO2 di cui la zanzara è ghiotta, e l’insetto tenderà a seguire la scia dentro il collo della bottiglia. Al fondò però resterà “incollata” allo specchio d’acqua senza possibilità di risollevarsi in volo.

Nonostante la trovata ingegnosa, la trappola cattura zanzare con lievito e bottiglia non sembra funzionare.

 

Assumere vitamina B1 serve contro le zanzare?

La vitamina B1 non rende la pelle repellente alle zanzare, anche se stimola la produzione di un odore particolare. La zanzara viene attratta dalla CO2 e dal nostro profumo: se ha fame verrà a pungerti lo stesso, a prescindere dal livello di tiamina (B1) che hai in corpo.

 

Nebulizzo con la permetrina con l’atomizzatore?

La permetrina è un piretroide di sintesi, che uccide tutti gli insetti (api, coccinelle, ecc.). Se intendi usarla come rimedio per non farsi pungere dalle zanzare, assicurati di saperlo utilizzare e di applicarlo nei punti giusti: è importante proteggere gli insetti utili mentre debelli la zanzara.

 

Rimedi contro le zanzare – Quale userai?

Ora che hai scoperto come difendersi dalle zanzare in modo naturale ed eliminarle dal giardino e dalla casa passa all’azione per garantirti ambienti salubri e senza insetti tutta la stagione.

Quali di questi rimedi naturali contro le zanzare userai? Ne conosci altri? Facci sapere.

Da leggere anche: rimedi contro i moscerini

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome