Cemento autolivellante: che cos’è, come si posa, quanto costa

cemento autolivellante

Il cemento autolivellante è un prodotto che consente di creare massetti lisci e precisi senza il bisogno di dotarsi di strumenti di livellazione. Solitamente è conosciuto anche con il nome di massetto autolivellante proprio perché è impiegato per la realizzazione delle moderne pavimentazioni in cemento. Questo prodotto consente di ottenere un massetto liscio, omogeneo e senza alcuna buca o dislivello grazie alla speciale composizione chimica.  Oggi vedremo quali sono le caratteristiche del cemento autolivellante, i costi e le modalità di posa proprio perché, se hai una minima manualità con questo genere di lavori, potrai realizzare un massetto perfetto senza passare per l’ingaggio del professionista.

Cos’è il cemento autolivellante?

È il più raffinato dei cementi sul commercio e la sua composizione è in grado di rendere una superficie perfettamente piana. È venduto in grandi sacchi da impastare con acqua in proporzioni differenti rispetto alla finalità d’uso e, nonostante sia lievemente più costoso della media, è caratterizzato da una buona resa. Di solito per ogni metro quadro di superficie occorre almeno un chilogrammo di cemento.

I vantaggi del cemento autolivellante

Il cemento autolivellante è la base fondamentale per posare un pavimento e, quindi, deve essere perfettamente liscio e dritto. Da quando è arrivato sul mercato questo cemento ha praticamente sostituito i metodi di lavorazione tradizionale perché è composto da una miscela davvero fluida che, per via della sua consistenza, si stende sulla superficie da sola. Quindi si caratterizza da una stesura immediata e facile e dall’aderenza impeccabile.

Il cemento autolivellante consente anche di inserire le serpentine per il riscaldamento a pavimento e, quindi, è anche altamente versatile. Inoltre questa tipologia di cemento permette di risparmiare millimetri preziosi in termini di spessore, rendendo il peso sul solaio più leggero e migliorando anche i livelli di trasmittanza termica.

Tipologie e applicazioni del cemento autolivellante

È importante sapere che il cemento autolivellante è perfetto per la posa di una gran varietà di pavimentazioni come parquet, pavimenti in laminato, ceramica e persino gres porcellanato. Ovviamente non sono tutti uguali per cui, prima di scegliere quello da applicare, converrebbe conoscere le caratteristiche chimiche che si adattano alla pavimentazione che vi sarà posata sopra.

In genere esistono tre tipologie di massetto autolivellante e che corrispondono a miscele di solfato di calcio, cementizio, inerti e anidride a diverse gradazioni. La differenza tra l’una o l’altra tipologia risiede nel tempo di posa che può essere più o meno lunga a seconda della miscela scelta.

Come si posa il cemento autolivellante per pavimenti?

Molto semplicemente l’autolivellante per pavimenti viene acquistato già miscelato o pre-miscelato. Per la stesura occorre una spatola da usare prima dell’asciugatura completa. Per la posa occorre un secchio, un annaffiatoio, una cazzuola, un pennello ed un rullo a prolunga oltre alle giuste protezioni per mani e piedi. Chiaramente serviranno anche il rullo frangibolle, il martello, la spatola, la soglia e l’acqua per la miscela.

Per prima cosa si procede al fondo, ovvero alla preparazione del piano su cui verrà versato il cemento. Questo deve essere perfettamente piano e privo di fessure. Poi si passa alla pulizia della superficie da cui dovrà essere rimossa ogni traccia di polvere e sporcizia per poi lavarla con un detergente sgrassante.

Dopo il risciacquo occorrerà attendere l’asciugatura completa, magari aiutandosi con una potente fonte di calore per riscaldare l’ambiente. A questo punto si passa alla preparazione della miscela seguendo le indicazioni riportate sulla confezione di autolivellante per paviementi e nel rispetto delle dosi di acqua e polvere. Per un risultato migliore consigliamo l’utilizzo di un buon miscelatore elettrico.

Dal momento che il cemento autolivellante asciuga superficialmente in tempi molto rapidi occorrerà essere veloci e precisi, preparando poca miscela alla volta. Quindi stendi gradualmente la miscela ma ricorda che se il composto è particolarmente denso conviene inumidire la superficie per evitare crepe in futuro. Per la stesura conviene disegnare semicerchi e procedere da un fondo all’altro dell’ambiente. In ogni caso per chi è alle prime armi consigliamo la preparazione di una miscela lievemente più acquosa in modo da ritardare l’asciugatura del cemento.

Autolivellante per pavimenti con un tocco di colore

Per dare un tocco di colore, infine, potrai aggiungere pigmenti ossidi colorati alla miscela, in modo da ottenere effetti colorati e sfumature ma, in questo caso, converrà anche aggiungere una miscela impermeabilizzante per una maggior durata della pavimentazione. Un’altra soluzione è quella di scegliere direttamente un cemento autolivellante colorato. La scelta dipende dall’utilizzo che farai del massetto, ovvero se questo sarà la base per il pavimento oppure se diventerà il pavimento stesso. In questo caso occorreranno additivi resinosi per l’effetto liscio e i trattamenti per impermeabilizzare la superficie.

Quanto costa il cemento autolivellante?

Il prezzo del cemento autolivellante dipende dalla qualità e dal tipo di destinazione d’uso. Quelli che servono per i massetti cementizi sono anche i più veloci ad asciugare ma, vista la qualità della miscela, hanno un prezzo superiore ad altre tipologie. Di solito i cementi autolivellanti per esterni o per i massetti degli interni sono più costosi ma sono anche i migliori dal punto di vista dell’isolamento termico. Possiamo dire che il costo di un autolivellante per pavimenti si aggira tra i quindici ed i venticinque euro al metro quadro a seconda che tu scelga miscele a base di solfato di calcio o di anidrite.

Bestseller No. 1
Malta autolivellante cementizia livellare pavimento irregolare in...
  • ✅ Il composto autolivellante è adatto per pavimenti interni ed esterni
  • ✅ Per livellare, riempire e levigare le irregolarità su supporti minerali
  • ✅ Livellamento di pavimenti nella gamma di 3-20 mm
  • ✅ Malta per livellare un pavimento irregolare in cemento. Un'operazione da eseguire prima della posa del rivestimento.
  • ✅ Consumo: per ogni mm di spessore dello strato, il consumo è di circa 1,6 kg / m²
Bestseller No. 2
RESINA EPOSSIDICA TRASPARENTE LUCIDA AUTOLIVELLANTE PER PAVIMENTI -...
  • Qualità superiore
  • Facile applicazione per un risultato professionale a finitura lucida
  • Autolivellante
  • Eccellente flessibilità e ottima adesione su pavimenti
  • Alta resistenza all’abrasione. Eccellenti proprietà antiscivolo. L'assenza di fughe e l'uniformità della superficie rendono il pavimento facile da pulire
Bestseller No. 4
Malta epossidica bicomponente per pavimenti pavimentazioni riparazione...
  • ✅ CONTENUTO: 1,5 KG (RESINA + INDURITORE) + 3,5 KG DI SABBIA DI QUARZO
  • ✅ Malta a base di resina bicomponente per la chiusura di fughe, spaccature, imperfezioni
  • ✅ Miscela di resina epossidica a due componenti per lavori di riparazione su massetto, calcestruzzo e asfalto
  • ✅ Stuccatura di pavimenti e rivestimenti industriali
  • ✅ Resina epossidica per le riparazioni su pavimenti e massetti in calcestruzzo prima del rivestimento, riparazione di buchi, ristrutturazione del calcestruzzo

Lascia un commento