Ammorbidente naturale per lavatrice: ecco come avere un bucato morbido ed ecologico

ammorbidente naturale per vestiti

Perché usare un ammorbidente naturale fai da te al posto di quelli che puoi acquistare in negozio? Come si prepara un ammorbidente naturale in casa da aggiungere al classico detersivo per il lavaggio? Funziona? Rovina la lavatrice? Per rispondere a queste domande abbiamo pensato di testare i metodi trovati in rete e che, secondo la nostra esperienza, presentano almeno due problemi.

Perché le ricette trovate in rete non ci sono piaciute?

Il primo riguarda il fatto che le ricette trovate in rete hanno tutte dosaggi differenti pur proponendo gli stessi medesimi ingredienti. In particolare molti raccomandano l’aceto bianco ma se lo usi in dosi sbagliate questo lascia un odore non molto piacevole sui capi. Inoltre le ricette che abbiamo provato non sono efficaci come speravamo rispetto alla morbidezza del nostro bucato. Abbiamo quindi trovato una ricetta nostra che rende il bucato profumato e, al tempo stesso, lo rende davvero più morbido. Prima di darti la ricetta dell’ammorbidente naturale fatto da noi sarebbe il caso chiarire due questioni importantissime.

Attenzione a non danneggiare la lavatrice

La prima riguarda la ragione per cui i capi appaiono rigidi durante il lavaggio che, in alcuni casi, potrebbe derivare da acqua molto dura o dall’utilizzo errato dei programmi di lavaggio in base al tipo di tessuto. La seconda riguarda l’eccesso di prodotto inserito in lavatrice che potrebbe danneggiarne le componenti.

L’ammorbidente fai da te secondo noi

È per questo che abbiamo ridimensionato e testato le ricette con proporzioni che rendano il bucato profumato e morbido senza danneggiare la lavatrice. Per fare a meno dell’ammorbidente commerciale devi procurarti i seguenti ingredienti:

  • 2 palline da tennis nuove
  • Un vecchio flacone di ammorbidente
  • Aceto
  • Acqua
  • Olio essenziale
  • Bicarbonato

Le proporzioni da utilizzare sono le seguenti:

  • Un bicchiere d’acqua
  • Mezzo cucchiaino di bicarbonato
  • Un cucchiaino di aceto
  • Cinque gocce di olio essenziale ai fiori (consigliamo la lavanda)

Perché usare le palline da tennis?

Per l’utilizzo suggeriamo una tecnica combinata con le palline da tennis e il composto aceto, olio essenziale, acqua e bicarbonato. Le palline da tennis, infatti, per un effetto della spinta del cestello della lavatrice vanno a stirare delicatamente il bucato durante il lavaggio. In questo modo i capi escono igienizzati e morbidi grazie all’uso combinato di bicarbonato, aceto e palline da tennis. Per rendere il composto più denso ed igienizzante ti consigliamo di aggiungere mezzo bicchiere di sapone di marsiglia grattugiato.

Le scaglie di sapone daranno quel profumo aggiuntivo al bucato mentre gli altri ingredienti ammorbidiranno e disinfetteranno, agendo anche sulle macchie ostinate. Per macchie di sudore, grasso e simili consigliamo sempre di pre-trattare e di rispettare le indicazioni di temperatura che trovi riportati sull’etichetta.

Quanto ammorbidente fai da te usare per ogni lavaggio?

Ti consigliamo di riempire un misurino per il bucato fino a tre chilogrammi e di aggiungerne un altro fino a 8 chilogrammi. La grandezza del misurino è quella dei tappi degli ammorbidenti commerciali ma per comodità puoi anche usare un bicchiere in plastica da riempire a metà per ogni dose. Non dimenticare di aggiungere le palline nel cestello della lavatrice per ottenere l’effetto morbido e ben stirato. Prima di lavare i tuoi panni presta attenzione all’etichetta che riporta la temperatura massima da impostare per non danneggiare i tessuti. Molto spesso la durezza dei capi dipende dal lavaggio sbagliato, per cui anche utilizzando ammorbidenti naturali o commerciali potresti non notare miglioramenti.

Leggi anche: Come pulire la lavatrice

Il bucato odora di aceto: cosa fare?

In questo caso l’olio essenziale non ha coperto l’odore acre di aceto quindi ti consigliamo di aggiungere qualche goccia in più, specialmente se non hai aggiunto le scaglie di sapone di marsiglia. Mescola bene l’olio essenziale perché ha una consistenza tale da macchiare i tessuti. Per ottenere una profumazione ammaliante ti consigliamo di scegliere tra bergamotto, arancio, lavanda oppure rosa. Per rinfrescare solamente i capi usati scegli sempre il lavaggio ecologico breve e ricorda di pre-trattare gli indumenti molto sporchi, usando responsabilmente la lavatrice.

Lascia un commento