Come lavare la lavatrice?

Come lavare la lavatrice

Come lavare la lavatrice senza combinare pasticci e con rimedi o metodi naturali? Si tratta di una bella domanda che tutti dovremmo porci perché, anche se questo elettrodomestico serve a lavare il bucato non è cos igienico come potrebbe sembrare. All’interno del corpo macchina della lavatrice, infatti, si annidano calcare, residui di sapone e sporcizia di vario genere per la quale, di tanto in tanto, dovrai provvedere ad una bella pulizia profonda. Se non sai come fare te lo spieghiamo in questa breve guida che, a differenza di tante altre, è stata testata personalmente.

Quando lavare la lavatrice?

In genere dovresti provvedere all’igiene della lavatrice almeno una volta ogni tre mesi ma potresti averne più o meno bisogno a seconda di quanti lavaggi settimanali ti occorrono per il tuo bucato. In poche parole più la utilizzi e più questa necessità di essere pulita e igienizzata. Se non lo hai mai fatto potresti accorgerti di alcuni segnali che ti fanno capire che la lavatrice sia sporca.

Per esempio il cestello per il detersivo è incrostato, l’oblò è appannato e pieno di calcare e la guaina tra lo sportello e il cestello raccoglie capelli, fazzoletti consumati e altro sporco. Se il bucato inizia ad essere maleodorante, infine, è arrivato il momento di procedere alle pulizie. Difatti una lavatrice sporca, oltre ad emanare odori sgradevoli potrebbe smettere di funzionare come dovrebbe, peggiorando anche la qualità di pulito del tuo bucato.

Cosa sporca la lavatrice?

In generale i peggiori nemici della lavatrice sono calcare e muffa che, tuttavia, si mescoleranno anche con residui di detersivi, ammorbidenti e pericolose cariche batteriche. Tutto questo danneggia inesorabilmente la lavatrice, comportandone la rottura anticipatamente per cui, presta bene attenzione a questi consigli di cui ti stiamo per parlare. Ricorda che una lavatrice sporca consuma anche maggiori quantità di acqua e corrente per cui smetti di rimandare a comincia ad occuparti subito della sua pulizia.

Come pulire l’oblo?

Questa attività è semplicissima perché ti basterà un mix di acqua, sapone per i piatti e un goccio di candeggina da mescolare in una bacinella. Ti basterà una piccola quantità di miscela per rimuovere lo sporco incrostato sull’oblò aiutandoti con un panno morbido, meglio se in Nylon.

Lo stesso composto può essere utilizzato anche per pulire la facciata, i tasti e la guaina che, per via del materiale che la compone, risulterà più difficile da pulire. Se vuoi evitare l’utilizzo della candeggina potrai miscelare acqua, aceto bianco, olio essenziale profumato e bicarbonato. Questo mix è innocuo per te e per l’ambiente e rimuoverà lo sporco che si annida nella lavatrice in una o due passate di panno inumidito.

Come pulire il cestello?

Per questa attività ti consigliamo di fare semplicemente un lavaggio a vuoto inserendo nel cestello un cucchiaio di aceto bianco e un cucchiaino di bicarbonato disciolto in acqua. Per eliminare i cattivi odori basterà una goccia di olio essenziale preferito (a questo scopo risulta ottimo quello di lavanda). A fine lavaggio vedrai che la lavatrice emanerà un gradevole odore di pulito e potrai ricominciare ad utilizzarla normalmente.

Prima di procedere, tuttavia, ti suggeriamo di estrarre il cassetto per il detersivo e lavarlo sotto acqua corrente. In questo modo rimuoverai i residui di sapone che si sono sedimentati nel tempo. Se ce ne sono parecchi significa che stai esagerando con le dosi di detersivo o ammorbidente per cui dimezza le quantità e segui fedelmente le indicazioni riportate sulle confezioni.

Come pulire il filtro della lavatrice?

Per completare la nostra guida su come pulire e igienizzare la lavatrice passiamo al filtro della lavatrice, un elemento essenziale nel quale potrebbero incastrarsi monete, fermagli per capelli e residui di fazzoletti inseriti per errore. In pratica si tratta di un passaggio attraverso il quale viene trattenuto tutto ciò che non è acqua o sapone e, per questo, è molto importante da tenere pulito. Ti servirà una bacinella e un po’ di pazienza, soprattutto se la manopola è collocata sul fondo o in basso sul retro.

Svitando il filtro, infatti, sgorgherà l’acqua che è rimasta in circolo e, quindi, dovrai provvedere a raccoglierla tempestivamente con la bacinella. A questo punto estrailo e lavalo sotto acqua corrente, rimuovendo capelli, peli, polvere e sporco incastrato. Il lavoro di pulizia della lavatrice è terminato e potrai ricominciare a fare il tuo bucato come sempre. A partire da ora in poi, tuttavia, dovrai prestare maggiore attenzione alle tasche dei tuoi indumenti e alle quantità di detersivi che utilizzi. Prima di salutarci ti consigliamo di fare un salto alle nostre guide per realizzare detersivo e ammorbidente in casa. Troverai soluzioni e consigli che ti faranno risparmiare tanto denaro e che si prenderanno cura dell’ambiente.

Lascia un commento