Tettoia fotovoltaica: che cos’è e quali sono i permessi necessari?

Tettoia fotovoltaica

Tettoie fotovoltaiche: cosa sono? Perché vanno tanto di moda? Oggi affrontiamo un argomento di rinnovato interesse grazie agli incentivi statali per il fotovoltaico, stanziati per i cittadini che si servono di sistemi non inquinanti e che riducano l’impatto sull’ambiente.

Tra questi, rientra anche la tettoia fotovoltaica. Di cosa si tratta? State pensando di acquistarne una per la vostra abitazione? In questo approfondimento troverete tutte le informazioni utili per prendere finalmente una decisione.

Cos’è la tettoia fotovoltaica e a cosa serve?

Una tettoia fotovoltaica è spesso definita come una struttura a falda unica. Che cosa significa? Che è una tettoia realizzata in alluminio o legno lamellare in grado di produrre energia elettrica. La tettoia, quindi, è ricoperta da pannelli solari contigui e, quindi, non è altro che un impianto fotovoltaico di immediata installazione. La tettoia fotovoltaica è la scelta prediletta di chi ha un giardino ampio proprio perché non richiede lavori di muratura o particolari procedure di installazione.

La tettoia fotovoltaica è spesso declinata come tettoia da giardino per l’auto. Di recente, dopo il boom sul mercato delle auto elettriche è diventata la soluzione ideale per ricaricarle oltre a creare un comodo parcheggio all’aperto. i materiali con cui sono realizzate sono al 100% ignifughi e in tutto e per tutto simili agli impianti fotovoltaici tradizionali. L’unica differenza è venduta già assemblata e, quindi, non richiede un progetto di attuazione.

Per installare una tettoia fotovoltaica è richiesto un permesso?

La legge ha chiarito tramite la Gazzetta Ufficiale che la tettoia fotovoltaica, di norma, può essere costruita senza permessi. Troverete in Gazzetta tutte le tipologie di intervento ammesse senza il permesso edilizio. Ovviamente questo dipende dalla grandezza della tettoria e quali interventi di posa sono necessari per metterla in funzione. L’installazione, la riparazione e la sostituzione dei pannelli fotovoltaici sono sempre esenti da permessi edilizi ad eccezione per quelle zone che risultano essere vincolate dal Decreto Ministeriale per i lavori pubblici. Si tratta del Decreto n.144 del 2 aprile 1968.

Zone a vincolo paesaggistico

Quindi si, potete installare una tettoia fotovoltaica in giardino senza alcun permesso da richiedere al Comune. Ciò che conta veramente prima di iniziare i lavori è assicurarsi che la zona in cui vivete non sia sottoposta a limiti e vincoli di natura paesaggistica. Se vi trovate in un’area soggetta a questi vincoli sarà necessario depositare l’apposita domanda presso il proprio Comune o presso la Soprintendenza ai Beni Architettonici.

Costi della tettoia fotovoltaica

I costi di una tettoia fotovoltaica oscillano in base al modello, al materiale e alla potenza dei pannelli. Per calcolare i costi dovrete analizzare questi fattori e fare una stima di sintesi che può arrivare anche a diverse migliaia di euro. Se desiderate installare una tettoia da giardino comprensiva di lavori il costo non supera i cinquemila euro.

Come per tutte le cose il costo è influenzato dalla qualità dell’impianto e quindi, scegliendo tettoie in policarbonato o legno risparmierete sui materiali ma con tettoie in ferro o acciaio otterrete maggiori performance. C’è anche da considerare l’ampiezza per cui di solito e la destinazione d’uso: domestica o aziendale. Se vorrete usarla per ricaricare la batteria di un’auto elettrica dovrete sommare anche il costo della torretta.

Lascia un commento