Sostituzione caldaia: perché è importante

sostituzione caldaia

Siamo abituati a vederle la nostra vecchia caldaia in qualche angolo della casa o del terrazzo. Crediamo che sia immortale, e invece gli anni si fanno sentire: e se anche non si rompe, sarà necessario cambiarla? Beh sì, sostituire la caldaia è una delle operazioni che andrebbero fatte a cadenza regolare, anche senza aspettare la rottura.

Sostituzione caldaia a condensazione: come fare

In passato si era soliti installare caldaie tradizionali alimentate a gas, ma le nuove tecnologie consentono di cambiare apparecchio e passare da una caldaia tradizionale a una caldaia a condensazione. Queste ultime sono la scelta più ecologica per chi alimenta l’impianto di riscaldamento con gas metano o GPL. Inoltre è una decisione decisamente economica perché migliore in termini di resa e risparmio energetico. Infatti sono in grado di effettuare il recupero dei fumi e quindi ottimizzare la combustione grazie a una costruzione innovativa del bruciatore.

Ma quando si decide di sostituire la caldaia con una a condensazione dobbiamo fare qualche piccola modifica all’impianto perché è necessario ottenere l’idoneità da parte di un tecnico competente. Ad essere idonea deve essere la canna fumaria che, come cita la normativa in vigore, “deve essere atta a ricevere i fumi della nuova caldaia a condensazione”.

Per essere adeguata la canna fumaria deve essere rivestita internamente da una speciale plastica la cui sigla è PPS. Si tratta del solfuro di polifenilene ed è un materiale con elevate capacità di resistenza ai carichi e all’usura che riesce a non modificare la sua dimensione anche di fronte a temperature molto elevate.

La caldaia a condensazione ha bisogno anche del collegamento dello scarico della condensa che naturalmente si forma a causa del ricircolo dei fumi, il quale deve essere collegato allo scarico degli elettrodomestici.

Sapevi che la sostituzione della caldaia aiuta il risparmio energetico? Fare tutti questi piccoli lavori per adeguare il vecchio impianto al nuovo e installare una caldaia a condensazione vi porterà di fronte a qualche spesa che però potrete velocemente riassorbire con il risparmio sulla bolletta.

Detrazioni fiscali caldaia

Grazie al decreto legge che regola le agevolazioni fiscali per la sostituzione degli elettrodomestici, è possibile ottenere ecobonus sostanziosi per la sostituzione della caldaia purché si scelga di installare una caldaia moderna che riduca il risparmio energetico. Gli incentivi arrivano fino al 65% della spesa per un massimo di 30.000 euro.

Caldaia nuova: quando?

In linea di massima le caldaie che stanno all’esterno sono più soggette a usura e quindi hanno una vita leggermente più breve delle altre. Possiamo però dire che se si acquista una caldaia di buona fattura e si fa una manutenzione periodica con costanza, la sua vita può raggiungere i 15 anni, trascorsi i quali sarà meglio cambiarla anche se funziona ancora.

Come capire se è meglio passare alla sostituzione della caldaia? Grazie ai tecnici competenti che si recheranno ogni anno preso la vostra abitazione per la manutenzione. Attraverso l’esame chiamato ‘analisi dei fumi’, il tecnico sarà in grado di valutare il rendimento di combustione e quindi consigliarvi se è o meno il caso di sostituire la caldaia.

E se si decide di cambiare caldaia come la scegliamo? Ecco un po’ di suggerimenti.

Caldaia a Gas A Condensazione Baxi Luna3 Avant+ 24 kW Erp Metano
  • caldaia a condensazione baxi
  • modello luna 3 avant
  • tipo da 24kw
  • caldaia a metano con possibilita di conversiane a gpl
  • il kit fumi e da richiedere apparte
Junkers 410-ZWB24RE Caldaia
  • Metano
  • Marchio: Junkers
  • Dimensioni: (P x L x H) 355 x 440 x 725 mm
  • NOTA: i tubi di scarico non sono inclusi
Caldaia Ferroli Divacondens 24kW+ kit fumi omaggio
  • Caldaia a condensazione
  • Riscaldamento
  • Acqua calda sanitaria

Hai problemi con la tua caldaia? Ecco alcuni link utili alle nostre guide per approfondire l’argomento:

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome