Risparmio energetico in casa: gli orari più convenienti

risparmio energetico casa orari

Il prezzo dell’elettricità può variare di giorno in giorno e di ora in ora. Per scoprire quando l’elettricità costerà meno dovrai esaminare il mercato.

Quando la domanda dei consumatori è bassa, il costo dell’energia sarà minore. Stagionalmente, questo accade in primavera e in autunno, quando le temperature sono più miti.

Durante l’estate e l’inverno, il consumo di energia aumenta a causa delle esigenze di riscaldamento e raffreddamento, causando un aumento nei prezzi dell’elettricità.

Alcuni fornitori di energia offrono piani di utilizzo che ti fanno pagare in base all’ora  e al giorno in cui usi l’elettricità. Sono disponibili tariffe più basse durante le ore più “scomode” e tariffe più elevate vengono addebitate nelle ore di punta del mercato energetico. Le ore di punta e non di punta specifiche variano a seconda del fornitore, ma una regola generale è che il prezzo è minore di notte, mentre le ore di punta si verificano durante il giorno.

L’elettricità utilizzata nelle ore di punta del tardo pomeriggio sarà più costosa dell’elettricità utilizzata al mattino presto. Alcuni fornitori ora offrono piani con elettricità gratuita di notte o nei fine settimana. Se questo dovesse essere il tuo caso, riuscirai a risparmiare in modo significativo svolgendo le faccende domestiche nei momenti in cui l’elettricità è gratuita, o comunque quando il prezzo è minore.

Se di solito lavori durante il giorno, potrai risparmiare grandi quantità di energia elettrica scollegando i dispositivi che non utilizzi. Collegali solo a tarda sera quando l’energia è più economica e sei a casa per usarli.

Risparmio energetico: come funzionano le fasce?

Gli orari del risparmio energetico sono divisi in fasce: F1, F2, F3, F0.

  • F1 (ore di punta)
    dal lunedì al venerdì dalle 8.00 alle 19.00, escluse festività nazionali
  • F2 (ore intermedie)
    dal lunedì al venerdì dalle 7.00 alle 8.00 e dalle 19.00 alle 23.00, sabato dalle 7.00 alle 23.00, escluse festività nazionali.
  • F3 (ore fuori punta)
    dal lunedì al sabato dalle 23.00 alle 7.00 e la domenica e i festivi tutta la giornata

La fascia F1 racchiude le ore in cui le tariffe dell’energia sono più alte. Quella F2, rappresenta una tariffa intermedia e la F3 è la più economica.

In parole povere se hai una tariffa bioraria e devi fare le lavatrici o accendere elettrodomestici che consumano molto, ti converrebbe farlo negli orari della F3 quindi la sera o la domenica tutto il giorno. Se ti è possibile, cambiare qualche abitudine ti permetterà di risparmiare un po’ di soldi ed energia.

Se invece hai una tariffa monoraria, non dovrai preoccuparti di questi accorgimenti, perché ad ogni ora pagherai la stessa tariffa quindi non dovrai stare a controllare l’orario per determinare il tuo risparmio energetico.

Qualche trucco per risparmiare di più

Chiaramente, molti di noi non hanno la possibilità di adattare i propri impegni ed abitudini per approfittare delle fasce orarie del risparmio energetico. Quindi, cercheremo di usufruire di altri trucchi per risparmiare quanto possibile.

Ad esempio, utilizzare elettrodomestici di classe A++ o A+++ ti permetterà di risparmiare ulteriormente.

Inoltre, molti elettrodomestici presentano la funzione timer, grazie al quale potrai impostare quando il tuo elettrodomestico dovrà iniziare a funzionare. Se il tuo elettrodomestico non dovesse incorporare questa funzione, potrai utilizzare dei timer elettrici presenti sul mercato.

Infine, valuta con attenzione il tuo contratto e il tuo fornitore. Leggi con attenzione le tue bollette, e valuta se avrai modo di tagliare qualche costo extra.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome