Il risparmio economico in casa: alcuni consigli utili

risparmiare energia in casa

A volte basta veramente poco per risparmiare energia in casa e avere bollette più basse. Ecco alcuni consigli utili ridurre i consumi e fare un bel regalo all’ambiente e alle nostre tasche.

Di seguito troverete alcuni piccoli consigli, che vi permetteranno di risparmiare energia. Attraverso questi piccoli accorgimenti, possiamo utilizzare in modo corretto e sostenibile le risorse energetiche ed ambientali.

Impara a capire quando devi consumare

Il consumo di energia elettrica viene misurato nelle tre fasce orarie F1, F2 e F3: monoraria o bioraria, quale fascia conviene? Le fasce orarie sono state introdotte al fine di favorire dei comportamenti virtuosi tra i consumatori e spingere a consumare energia elettrica quando questa è meno cara. In Italia i nuovi contatori sono in grado di registrare i consumi elettrici suddivisi nelle tre fasce orarie.

Attenti alle dispersioni di calore

Ridurre le dispersioni di calore aiuta il risparmio. Per esempio utilizzare il doppio vetro, aggiungere un secondo serramento dietro o davanti al vecchio, riduce di molto la dispersione di calore, e non ci sarà bisogno di alzare la temperatura dei termosifoni.

Durante il giorno evitate di lasciare finestre e porte aperte durante la giornata, e chiudere bene le finestre con le tapparelle, in maniera da creare una barriera contro l’esterno.

La temperatura

Nelle case in cui il riscaldamento è autonomo, bisogna regolare la temperatura a 20 °C di giorno e i 16 °C di notte.

IMP: ogni grado in più rispetto ai 20 °C significa un 8 per cento in più sulle spese di riscaldamento.

Utilizzate elettrodomestici efficienti

Gli elettrodomestici in classe A+++ sono oggi i più efficienti.

Ci sono alcuni accorgimenti nell’utilizzo di questi:

  • Per quanto riguarda lavatrice e lavastoviglie è sempre meglio utilizzare il ciclo di lavaggio ecologico, a basse temperature.
  • Se si utilizza lo scaldabagno elettrico è bene non lasciarlo tutto il giorno in funzione.
  • Il frigorifero: evitare di acquistare un frigorifero eccessivamente grande. Basterà prenderne uno adatto alle esigenze familiari. Ovviamente, come per il forno, cercare di aprire il frigorifero, il minor numero di volte.
  • Il forno: cercate di scegliere un forno elettrico ventilato, e soprattutto cercare di aprirlo il minor numero di volte

In generale, collegare a una ciabatta più elettrodomestici (ad esempio televisore, lettore dvd, decoder vari ecc.) in modo da poterli spegnere del tutto quando inutilizzati per molte ore.

Meglio scegliere sempre elettrodomestici ad alto rendimento (le classi di appartenenza, attualmente, vanno dalla “A” alla “G”).

Basta stand-by e usate lampadine Led

Bisogna evitare di lasciare in stand by gli elettrodomestici di casa (come solitamente si fa con la tv). La “spia luminosa” accesa 24 ore su 24 ha un suo consumo. Basta un semplice click per spegnerla!!

Quanto alle lampadine, è buona cosa scegliere sempre quelle a basso consumo, come i Led. Anche se il loro costo è elevato, una maggiore spesa per l’acquisto, sarà ripagata più avanti, con il risparmio in bolletta.

Acqua

Ricordarsi di chiudere il rubinetto quando non abbiamo necessità dell’acqua.

Questa dimenticanza capita soprattutto durante la pulizia dei denti, delle mani o durante la doccia.

Lo sciacquone del water ha in genere un consumo idrico stimato di circa 10 litri. Avere il doppio pulsante di scarico ci risparmierà molti litri di acqua.

Qualsiasi cosa dobbiamo portare a bollitura, non è necessario riempire la pentola, o il pentolino, fino all’orlo. Basta riempire il recipiente fin dove necessario, in base a cosa stiamo bollendo. La stessa cosa vale per le fritture; se necessario riversare la quantità in eccesso nella bacinella per i piatti Questo eviterà di tenere il gas acceso oltre il necessario.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome