Sporco e residui nella guarnizione: come togliere la muffa dalla lavatrice?

pulizia guarnizione lavatrice

Capita a tutti di notare che la guarnizione della lavatrice presenta accumuli di sporco. Tuttavia, forse non sai che questa deve essere pulita regolarmente per evitare che si formino calcare e muffa. Questi, infatti, oltre a danneggiare la lavatrice sporcano i panni e causano cattivi odori. In commercio sono disponibili innumerevoli prodotti per l’eliminazione dei residui all’interno dell’elettrodomestico, tuttavia non vi sono specifici detergenti per la pulizia della guarnizione dell’oblò.

Questa proceduta deve infatti essere effettuata in modo manuale per una corretta pulizia della lavatrice, utilizzando stracci, sgrassatori oppure ingredienti naturali. Al contrario di quello che generalmente si crede, la pulizia della guarnizione è un’operazione piuttosto semplice e poco costosa che, insieme all’utilizzo costante di prodotti per la cura della lavatrice, permette di contrastare la formazione di muffa e batteri che causano malfunzionamenti, cattivi odori e sporco.

Guarnizione della lavatrice: ecco come pulirla

Come accennato, non è così insolito che all’interno della guarnizione della lavatrice si accumulino sporco e residui. Pertanto ti sarà capitato di notare cattivi odori, sporco oppure macchie scure sul bordo dell’oblò e non sapere come rimuoverli.

Devi sapere infatti, che la manutenzione della lavatrice deve necessariamente comprendere anche la pulizia di questa parte dell’elettrodomestico. Infatti, oltre alla rimozione degli accumuli di calcare dai tubi, alla disinfezione del filtro e alla pulizia del cestello è necessario accompagnare anche un’accurata detersione della guarnizione. Qui, l’umidità e i residui dei lavaggi si accumulano favorendo la proliferazione di batteri e muffa.

Se ti trovi in procinto di effettuare questa procedura potrai scegliere due soluzioni: la prima comprende l’utilizzo di un classico sgrassatore e due panni preferibilmente in microfibra (all’occorrenza potresti dover utilizzare un comune spazzolino da denti pulito); la seconda prevede invece l’impiego di ingredienti naturali come bicarbonato e aceto bianco e di panni in microfibra. Come potrai notare, entrambe le soluzioni sono piuttosto economiche.

Pulire la guarnizione con uno sgrassatore o con la candeggina

Se scegli di impiegare un comune sgrassatore o la candeggina la procedura da seguire è la seguente:

  • bagnare un panno in microfibra;
  • spruzzare lo sgrassatore o la candeggina sul panno;
  • pulire la guarnizione nella porzione esterna, avendo cura di eliminare residui, macchi e muffa;
  • pulire l’interno della guarnizione spruzzandovi lo sgrassatore o la candeggina e strofinando con il panno umido (se fosse necessario utilizzare uno spazzolino da denti pulito);
  • sciacquare il panno e passare nuovamente sulla guarnizione senza utilizzare altro sgrassatore, assicurandosi che non vi sia più sporco residuo (se si utilizza la candeggina assicurarsi che non vi siano residui poiché potrebbe macchiare i panni durante il primo lavaggio);
  • asciugare con un panno asciutto.

Se invece preferisci utilizzare gli ingredienti naturali per pulire la lavatrice allora dovrai sostituire lo sgrassatore con un composto di acqua e bicarbonato. Quest’ultimo esercita infatti anche una leggera azione abrasiva che facilita la pulizia della guarnizione della lavatrice. In alternativa al bicarbonato potrai mixare anche acqua e aceto bianco. La procedura sarà comunque identica a quella da utilizzare quando si usa lo sgrassatore o la candeggina.

Al termine delle suddette operazioni è comunque consigliabile fare un lavaggio a vuoto ad alte temperature. Se lo desideri puoi controllare le istruzioni della tua lavatrice per verificare eventuali controindicazioni all’utilizzo di uno specifico prodotto per la pulizia della guarnizione. Tuttavia, nessuno di quelli sopraccitati dovrebbero danneggiarla.

Manutenzione e pulizia periodica della guarnizione della lavatrice

Oltre alla pulizia manuale della guarnizione puoi seguire piccoli accorgimenti per evitare che compaiano muffa e sporco. In linea generale è importante impedire che all’interno della lavatrice si accumuli umidità. Questa infatti favorisce la proliferazione dei batteri. Per questa ragione è importante togliere immediatamente il bucato una volta terminato il lavaggio e controllare che non siano rimasti residui (fili, detersivo, pelucchi, peli di animali, ecc…). Nel caso vi fossero rimuoverli immediatamente con un panno asciutto ed eliminare anche gocce e condensa.

Di tanto in tanto è inoltre consigliabile di pulire anche lo sportello. Quest’ultimo dovrà sempre essere lasciato aperto dopo ogni lavaggio finché il cestello non sarà completamente asciutto.Il consiglio generale è quello di prestare attenzione alla presenza di sporco, residui e umidità. Questi sono infatti i principali responsabili della formazione di cattivi odori e muffa. Inoltre, la manutenzione ti consentirà di evitare malfunzionamenti e di sborsare somme ingenti per tecnici, riparazioni o per la sostituzione della lavatrice.

Lascia un commento