Pesciolini d’argento: cosa sono, come si formano e come eliminarli

pesciolini argento

pesciolini d’argento sono quegli insetti dall’aspetto decisamente poco gradevole che purtroppo tendono ad insidiarsi un po’ ovunque nelle nostre abitazioni. La maggior parte delle volte compaiono all’interno della dispensa, tra le fessure del legno o tra le pagine di vecchi e polverosi libri.

Ma cosa sono i pesciolini d’argento e come nascono? E soprattutto, come eliminare la loro presenza poco piacevole dalla nostre case? Vediamo insieme quali sono i migliori metodi per eliminare i pesciolini d’argento.

Pesciolini d’argento: che cosa sono

Il nome scientifico di questa tipologia di insetto suona decisamente meno dolce di quello con cui siamo abituati a identificarli. Il Lepisma Saccharina è un piccolo insetto di color argento, viscido, dotato di lunghe antennine e del tutto innocuo per l’uomo. La loro presenza può causare però un notevole disagio, specialmente se infesta le dispense di cibo e a causa del loro aspetto abbastanza disgustoso.

Tra le principali capacità del pesciolino d’argento c’è proprio il mimetismo: se hai provato almeno una volta a catturarne uno, te ne sarai certamente accorto. Non si tratta di esseri acquatici, ma come i pesci essi hanno l’abilità di scivolare via molto facilmente. Inoltre, è detto ‘Saccharina’ proprio perché si tratta di un vermetto che predilige gli zuccheri come fonte di nutrimento principale, in particolare gli amidi.
Si tratta di sostanze presente un po’ ovunque: nel legno, nella carta, in alcune tipologie di tessuto come il cotone, nella carta da parati, nella colla ecc. Cose di cui i pesciolini d’argento vanno molto ghiotti.

La maggior parte delle volte il Lepisma Saccharina se ne sta rintanato negli angoli più bui, umidi e nascosti, come le intercapedini delle porte e il fondo di un cassetto, nelle zone degli armadi più inesplorate, questo perché detesta la luce e preferisce non esporsi.

Come se non bastasse, i pesciolini d’argento sono animaletti anche abbastanza longevi: sono perfettamente capaci di adattarsi anche alle condizioni più sfavorevoli e possono sopravvivere per più di 3 anni in perfetta salute, riproducendosi abbastanza prolificamente. Una femmina infatti può deporre fino a venti uova al giorno.

Come eliminare i pesciolini d’argento

Innanzitutto è fondamentale evitare che si crei l’habitat ideale per la loro sopravvivenza. Perciò, la prima regola è non trascurare la pulizia di zone particolarmente umide o scarsamente illuminate.

Deumidificare le zone della casa più critiche, mantenere una buona igiene passando spesso l’aspirapolvere, specialmente vicino ai battiscopa in legno, pulire spesso l’interno di armadi, mobili e cassetti e far circolare aria di frequente può evitare la comparsa dei pesciolini d’argento. Inoltre, se hai una dispensa, conserva il cibo in contenitori in plastica o in vetro chiudendoli bene.

Se noti la presenza di pochi esemplari queste operazioni basteranno per disfarti del problema. Se, invece, hai a che fare con una vera e propria infestazione di pesciolini d’argento, allora sarà meglio ricorrere a qualcosa di più forte: in commercio esistono numerosi repellenti chimici o insetticida il cui ingrediente principale è la piretina liquida o l’acido borico, sostanze chimiche in grado di debellarli. Se preferisci ricorrere a metodi naturali, ce ne sono diversi altrettanto efficaci.

Eliminare pesciolini d’argento: rimedi naturali

Deumidificatore

Come già accennato, abbassare il livello di umidità è un modo semplice per evitare che i pesciolini d’argento infestino la tua casa, creando un ambiente sfavorevole alla loro sopravvivenza. Il deumidificatore è uno strumento sicuro, facile da utilizzare e molto efficace. Inoltre, esso eviterà anche la formazione di altri parassiti infestanti o di muffe in tutta la casa.

Patate

Le patate fungono da esca per i pesciolini d’argento. Particolarmente nota nelle patate è l’elevata quantità di amidi, sostanza di cui i pesciolini d’argento non possono fare a meno. Aggiungendo alla trappola una miscela di acido borico e posizionandola in punti strategici (al buio) i pesciolini d’argento ci cascheranno sicuramente e, nel giro di pochi giorni, potrai disfarti di loro.

Spezie e oli essenziali

I pesciolini d’argento odiano queste sostanze, specialmente gli estratti di alloro, lavanda, citronella, menta piperita e ginkgo biloba. Essi fungono da ottimi repellenti per questi animaletti. Ti basta diluire una ventina di gocce di olio essenziale all’interno di un diffusore, meglio se a spruzzo così potrai nebulizzarlo sulle superfici o nei punti più critici.

Lascia un commento