Lavapavimenti per esterno: guida alla scelta

Lavapavimenti per esterno

La scelta di un lavapavimenti per esterno non è così facile come potrebbe sembrare. Se disponi di patii o spazi esterni molto ampi l’olio di gomito potrebbe non bastare per cui potresti aver bisogno di macchinari che semplifichino il lavoro. Per la scelta il mercato offre diverse soluzioni di pulitrici per pavimenti esterni, di cui ti parleremo in questo articolo. Il punto è che i pavimenti da esterno possono essere molto diversi e quindi occorrono differenti macchinari per preservarne la pulizia e l’integrità. Di certo non puoi usare una lavasciuga per un pavimento a betonelle o per un prestigioso porfido. Ecco quindi i macchinari più utilizzati per le pulizie da esterno assieme a qualche consiglio per valutarne l’acquisto.

Lavapavimenti per esterni: come scegliere?

Un lavapavimenti da esterno vero e proprio non esiste. In realtà esistono due tipologie di macchinari molto differenti gli uni dagli altri che svolgono operazioni di pulizia sfruttando due diversi principi. La scelta dipende dal tipo di pavimentazione esterna che devi pulire, ovvero dal materiale con cui è ricoperto il tuo spazio all’aperto. Qui di seguito ti proporremo l’idropulitrice per le pulizie su pavimenti porosi e il lavasciuga per quelli molto lisci.

L’idropulitrice

L’idropulitrice è un macchinario che rimuove lo sporco grazie alla potenza della pressione dell’acqua. Per questo non richiede l’impiego di detersivi, salvo rari casi. Esistono idropulitrici e caldo e a freddo e la differenza tra le due risiede nella destinazione d’uso.

Idropulitrici a freddo

Le idropulitrici a freddo, come dice il termine, lavorano grazie al funzionamento di un motore e di una turbina che spinge a gran velocità l’acqua presa da un rubinetto. Quindi si compone di un cavo da cui esce l’acqua e da un tubo che la preleva da un impianto idrico. In alcuni modelli è presente un serbatoio per l’aggiunta del detersivo. I modelli a freddo possono essere anche molto potenti e costosi ma per la pulizia di una pavimentazione esterna è sufficiente una pressione di 120 bar.

Idropulitrici a caldo

Per pavimenti più sporchi e complessi l’idropulitrice a caldo è un’ottima scelta anche se lievemente più costosa. Sul mercato sono pochi i modelli a caldo per pulizie domestiche e, quindi, dovresti andare a cercare tra i modelli professionali. A differenza dei modelli ad acqua fredda queste sono dotate di una potente serpentina che riscalda l’acqua e la convoglia attraverso il tubo ad alta pressione direttamente sullo sporco. Questa tipologia di macchinario è adatta a rimuovere grasso e sporcizia profonda, tant’è che è impiegata per lo più in laboratori, cantieri e officine.

Caratteristiche da valutare per l’acquisto

Tra i lavapavimenti esterni l’idropulitrice risulta essere il prodotto più versatile e funzionale che si conosca. Il motivo risiede nel fatto che può essere abbinato a spazzole rotante, pistole direzionabili e speciali augelli per rimuovere con precisione chirurgica qualsiasi tipo di sporco con la sola potenza dell’acqua.

Per un pavimento da esterno la scelta dovrebbe ricadere su modelli a freddo con una buona potenza di pressione, meglio se dotati di motore elettrico o a batteria. Questi macchinari devono essere collegati ad un tubo dell’acqua perché si attivano con una turbina che prende l’acqua e la convoglia attraverso una pistola a pressione molto elevata. Di solito sono impiegati per pavimenti esterni molto porosi, sui quali lo sporco si annida in profondità. Sono anche impiegati per pulire cancelli, inferriate, auto, barche e qualsiasi altra superficie si possa pulire in uno spazio all’aperto. Il costo di una idropulitrice non professionale oscilla tra cento e quattrocento euro e il valore cresce all’amento della pressione dell’acqua e della potenza del motore.

Idropulitrici: modelli e prezzi

Lavasciuga

Il lavasciuga è un macchinario utile a lucidare alla perfezione i pavimenti lisci e non porosi. Solitamente non è utilizzato come lavapavimenti da esterno proprio perché è datato di un aspiratore a traino e di una spugna rotante che lava e asciuga. Puoi immaginare da solo che l’utilizzo di questo macchinario su un porfido è decisamente sconsigliato perché la superficie ruvida creerebbe attrito sul rullo rotante, danneggiando la macchina. Al contrario il lavasciuga è perfetto per balconi e terrazze rifinite con piastrelle lisce e può essere utilizzato soltanto per i pavimenti.

Come funziona il lavasciuga?

Il lavapavimenti è dotato di due serbatoi, uno per l’acqua pulita miscelata con detersivo e uno per raccogliere l’acqua sporca aspirata. Passando sulla superficie da pulire la macchina spruzza la miscela tramite la spazzola o il rullo, strofina il pavimento e con la bocchetta aspira l’acqua in eccesso. Il pavimento resta quindi asciutto e pulito con un solo passaggio. Per l’utilizzo basta riempire il serbatoio con una miscela di acqua e detersivo e passare il macchinario sulla superficie dal lavare, facendo attenzione che non vi siano residui di sporco di grosse dimensioni che potrebbero rovinare gli ingranaggi.

Come scegliere un buon lavasciuga?

Un lavasciuga di buona qualità ha un costo che si aggira da cento ad oltre quattrocento euro. Per la scelta suggeriamo di consultare le specifiche tecniche valutando la capienza del serbatoio, la qualità dei materiali del corpo macchina e la potenza del motore. Di solito questi macchinari sono divisi in professionali e domestici dove i primi hanno costo, qualità e potenza nettamente superiori. Il lavasciuga non è indicato per tutte le pavimentazioni da esterno ma soltanto per quelle lisce e non porose come massetti in cemento, linoleum e piastrelle lisce in ceramica.

Tipologie di lavasciuga

Sul mercato troverai almeno tre modelli di lavasciuga e per la scelta ti riepiloghiamo brevemente e differenze. Quelle a trazione devono essere spinte manualmente per funzionare ma la rotazione della spazzola e le ruote agevolano il movimento accompagnandolo. Di solito sono adatti a piccole superfici e si alimentano con cavo elettrico. Quelle semoventi sono trascinate da due ruote e sono pensate per superfici di media grandezza, anche inclinate. Infine ci sono quelle autoportanti che sono concepite per superfici molto ampie e che trovi spesso in funzione nei centri commerciali, con un addetto seduto che la guida come una mini-macchinina.

Lavasciuga: modelli e prezzi

Lavapavimenti da esterno: meglio l’idropulitrice o la lavasciuga?

Non possiamo rispondere a questa domanda in maniera troppo netta perché la scelta dipende dai seguenti fattori:

  • ampiezza del pavimento da pulire;
  • porosità della superficie da trattare;
  • tipo di pulizie da eseguire.

Nello specifico l’idropulitrice è adatta a tanti lavori da esterno e, quindi, è un macchinario che potrai utilizzare non solo per le pulizie dei pavimenti esterni. Con la lavapavimenti, invece, puoi solamente lucidare velocemente un patio esterno liscio, dimezzando tempi di pulizie e fatica. Se hai domande o dubbi per la scelta lascia un commento e ti risponderemo nel più breve tempo possibile.

Lascia un commento