Impermeabilizzazione terrazzi – 6 regole da seguire

impermeabilizzazione

Hai bisogno di effettuare un intervento di impermeabilizzazione per il terrazzo, il balcone, il tetto o altre superfici esterne? Rendere impermeabile una struttura o un materiale è una delle opere fondamentali nella costruzione degli edifici e nella loro corretta manutenzione.

Per impermeabilizzare a regola d’arte terrazzi e altri spazi esterni soggetti ad acqua, liquidi e umidità servono due cose: un buon isolante (bitume, resine, cementi, poliestere) che impedisca infiltrazioni e un metodo corretto.

In questo articolo analizziamo 6 passaggi chiave da eseguire per eseguire un’ottima impermeabilizzazione.

 

1. Clima giusto

Quando in ballo ci sono umidità e lavori di isolamento il clima gioca sempre un ruolo importante. Le condizioni più adatte per fare dei lavori di impermeabilizzazione sono i mesi caldi.

L’applicazione di sistemi impermeabilizzanti in inverno, infatti, non sempre è efficiente a causa delle basse temperature e delle elevate concentrazioni di umidità. Se scegli il periodo freddo puoi correre il rischio che si formi della condensa o delle bolle nella membrana dopo la posa.

Valuta di effettuare i lavori di impermeabilizzazione in periodi poco piovosi e asciutti, in modo che la superficie del terrazzo sia completamente priva d’acqua e il rivestimento non venga subito inzuppato.

 

2. Pulisci la superficie

Le condizioni climatiche non sono l’unico requisito da considerare. Per una corretta impermeabilizzazione, è necessario eseguire con attenzione alcune operazioni.

La prima è quella di pulire correttamente la superficie da impermeabilizzare (il terrazzo per esempio), in modo da rimuovere completamente lo sporco o le parti sfaldate.

Una corretta pulizia è utile anche per rimuovere polvere, grasso, ruggine, ruggine, vernici e qualsiasi altro materiale che possa impedire ai rivestimenti di aderire correttamente.

 

3. Esamina la superficie

Fatta la pulizia, valuta con attenzione lo stato attuale della superficie che necessita di impermeabilizzazione. Se il balcone o il terrazzo hanno qualche difetto o imperfezione (mattonella rotta, leggera crepa, pavimento non livellato), sistemalo prima per evitare ristagni d’acqua dopo.

Esaminare le superfici significa anche controllare i sistemi di raccolta e smaltimento dell’acqua nel pavimento (canaline, grondaie e così via). Controlla in particolare:

  • griglie: dovrebbero avere sistemi di bloccaggio delle foglie per evitare ostruzioni.
  • pareti: se il balcone o il terrazzo sono delimitati da muri e non da ringhiere pratica dei fori passanti sulle pareti ed applica degli stampi a cappuccio per far defluire l’acqua.

Elimina infine gli elementi che possano ostacolare la continuità dello strato impermeabilizzante, specie intorno al perimetro (dove alcuni impermeabilizzanti vanno piegati).

 

4. Scegli l’impermeabilizzante

È il momento di scegliere il miglior materiale per l’impermeabilizzazione. La decisione va presa in funzione del tipo di superficie da trattare: è una membrana bituminosa, di una superficie piastrellata o un calcestruzzo? Ogni caso necessita di una soluzione diversa.

Membrane bituminose

Se hai una membrana bituminosa sul terrazzo o sul balcone dovrai applicare il sistema impermeabilizzante su superfici irregolari. Questo significa valutare di volta in volta se procedere alla rimozione del manto o ad una ristrutturazione localizzata.

La rimozione è l’operazione più conveniente da fare quando la maggior parte della membrana esistente è deteriorata.

Superfici in calcestruzzo

Se devi rendere impermeabile uno strato di calcestruzzo assicurati che il substrato sia strutturalmente sano. La resistenza alla trazione del calcestruzzo deve essere > 1,5 MPa.

Elimina eventuali distanziatori metallici e tratta le irregolarità profonde ed estese. Per farlo, carica il supporto usando ad esempio una resina epossidica all’acqua e successivamente procedi con la rasatura utilizzando una malta.

Nel caso di massetti in calcestruzzo prepara la superficie con una resina epossidica usando un rullo o un pennello. Questa operazione deve essere effettuata tra le 8 e le 24 ore prima di iniziare l’impermeabilizzazione.

Superfici piastrellate

L’impermeabilizzazione di superfici già piastrellate richiede la rimozione della prima fila di piastrelle, ad un’altezza di circa 20 cm. Verifica poi che l’impermeabilizzante aderisca al supporto e ripara eventuali fori o irregolarità del supporto con prodotti idonei.

Al termine lava la superficie con un solvente adatto per rimuovere i residui di malta cementizia.

 

5. Controlla giunti e pozzetti

Il quinto punto da valutare durante l’impermeabilizzazione del terrazzo è la natura e lo stato dei giunti e dei pozzetti. Se è stata progettata un’apposita griglia di giunti artificiali (statici o dinamici) puoi procedere a ripristinarli in caso di deterioramento.

Se invece si sono formati dei giunti naturali, ad esempio a causa dei tagli nel massetto, verifica che:

  • le fughe abbiano una linea retta (o quasi): in questo caso potresti allargarle praticando dei tagli con un flessibile;
  • le fessurazioni siano diffuse e irregolari: in questo caso dovrai prima ripristinare la superficie prima di ricreare i giunti.

Se le superfici piastrellate non hanno fughe ed è necessario crearle, taglia linee rette con una smerigliatrice angolare. Presta attenzione a non danneggiare l’impermeabilizzazione esistente sotto le piastrelle.

 

6. Impermeabilizzazione di giunti e impianti idraulici

L’impermeabilizzazione di giunti e scarichi è l’ultima delle operazioni preliminari da eseguire prima di passare alla superficie. Dovrai posizionare un supporto in polietilene all’estremità del giunto come base per il sigillante in poliuretano (con giunti di dimensioni superiori a 5 mm).

In secondo luogo, applica una membrana autoadesiva e una rete di rinforzo da saturare con la malta o la resina per impermeabilizzare la superficie.

Infine, tratta i punti di contatto tra il massetto e i pozzetti di raccolta applicando un’altra membrana autoadesiva all’interno dell’impianto idraulico.

 

Impermeabilizzazione – Checklist finale

In conclusione, prima di eseguire un lavoro di impermeabilizzazione di una terrazza, di un balcone o di altre superfici esterne in modo efficiente segui questa procedura:

  1. valuta il clima;
  2. pulisci la superficie;
  3. esamina la pavimentazione da impermeabilizzare;
  4. prepara la superficie;
  5. controlla e rinnova giunti e i pozzetti;
  6. procedi all’impermeabilizzazione di giunti e scarichi.

Preferisci non rendere impermeabile la tua terrazza ma solo ripararla per esaltare il suo design e farla diventare ancora più fruibile? Passa alla guida dedicata alle coperture per terrazzi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome