Dove posizionare il deumidificatore? Consigli e suggerimenti utili

Il deumidificatore è un alleato prezioso in ogni casa, pratico e poco ingombrante. Si rivela indispensabile soprattutto in quelle abitazioni dove l’umidità crea spiacevoli situazioni, come muffa negli angoli o condensa sulle pareti e sui vetri delle finestre.

Questo comodo elettrodomestico infatti assorbe il vapore acqueo presente nell’aria. In sequenza, lo condensa e lo trasforma così in acqua che si raccoglierà in una vaschetta.

Contemporaneamente purifica l’aria della stanza. Si rivela utile non solo durante l’inverno, quando le giornate piovose la fanno da padrone, ma anche in estate. E’ un alleato contro l’afa, soprattutto nelle zone umide, dove crea quella sgradevole sensazione di cappa.

Per ottenere il miglior risultato dalla presenza di un deumidificatore in casa, è importante posizionarlo nella zona giusta, seguendo pochi, ma strategici, accorgimenti.

Deumidificatori portatili o sistemi integrati: quale scegliere?

Approcciandosi alla scelta di un nuovo deumidificatore, sarà essenziale valutare l’umidità della vostra casa. Se l’abitazione ha problemi di umidità solo in certe stanze, optare per un climatizzatore portatile è una scelta saggia.

Solitamente, le stanze con maggior problemi di umidità sono il bagno, la cantina e talvolta la cucina, soprattutto in inverno durante la preparazione dei pasti. I deumidificatori portatili sono di solito di dimensioni contenute e si adattano anche ad ambienti piccoli, senza creare troppi intralci.

Discorso a parte va fatto se vivete in una zona molto umida, sia in inverno che in estate. Quasi sicuramente, la vostra casa presenterà problemi diffusi di umidità, come muffa o aria spesso maleodorante a causa del vapore acqueo, conviene installare un sistema di deumidificazione a muro.

Se si opta per un deumidificatore a muro, nella maggior parte dei casi questo verrà installato insieme al sistema dell’aria condizionata. Sarebbe consigliabile scegliere un deumidificatore da parete in fase di costruzione o ristrutturazione della casa dal momento che cavi elettrici e tubi dell’aria andranno a creare dei buchi nei muri.

Le regole per il posizionamento del deumidificatore

Nel caso scegliate un deumidificatore portatile, ci sono poche semplici regole da seguire per il suo corretto posizionamento:

  • posizionare il deumidificatore in una stanza chiusa: avrà così un’efficienza maggiore rispetto a quando posizionato in ambienti aperti o in zone di passaggio;
  • posizionare il deumidificatore lontano da fonti di polvere: la polvere verrà aspirata insieme all’aria e potrebbe andare ad intasare i filtri, intaccandone il funzionamento;
  • quando possibile, posizionare il deumidificatore al centro della stanza: purificherà al meglio tutta l’aria e non solo una zona limitata;
  • posizionare il deumidificatore ad una certa distanza dal muro: è importante che l’elettrodomestico non sia a contatto con la parete. In questa situazione infatti, l’aria non può circolare bene intorno al deumidificatore che potrebbe surriscaldarsi.

Oltre a queste semplici regole, è importante curare la manutenzione del deumidificatore. E’ necessario svuotare la cisterna di raccolta dell’acqua, pulire i filtri e controllare che le bobine principali non siano usurate.

Inoltre è sconsigliato utilizzare il deumidificatore per periodi troppo brevi, meno di 15 minuti ad esempio. L’efficienza del trattamento deumidificante viene raggiunta infatti solo con una serie ripetuta di cicli.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome