Come fare un diserbante fai da te e naturale

Il giardinaggio è per molti ben più che un impegno, diventa una vera vocazione. In giardino  si può stare qualche ora in contatto con la natura persino nel bel mezzo di una città trafficata. Avere uno spazio verde privato o condominiale dove impegnare le mani è una risorsa fondamentale per il benessere psicofisico. Proprio per questo, quando possiedi un giardino è vitale curarlo al meglio e rispettarlo. Se non sei un tipo dal pollice verde o non hai tempo da dedicare al mondo vegetale, puoi comunque optare per piante robuste, che non necessitano quasi di alcuna cura per rimanere vigorose. Purtroppo, anche in quest’ultimo caso ti troverai a dover combattere con le erbacce o – in gergo tecnico – le piante infestanti.

Un proverbio recita: “la malerba non muore mai“; non è un caso! Eliminare le piante infestanti non è sempre agevole e non sempre sortisce i risultati sperati. Sembrerà paradossale, ma il più grande grattacapo con la pratica del diserbare sono proprio i diserbanti stessi: quando acquistiamo un prodotto chimico per sbarazzarci delle “piante cattive” contribuiamo all’avvelenamento del suolo. La soluzione al problema, in questo caso, diventa peggiore del problema stesso. Salvo quindi rari casi di malerbe particolarmente coriacee è consigliato adottare pratiche ecologiche per combattere queste insistenti parassite.

Nell’articolo che stai per leggere ti daremo qualche informazione in più sulle piante infestanti ed un paio di dritte per preparare un diserbante naturale fai da te!

Cosa sono le erbacce o piante infestanti?

Chi si intende anche solo un minimo di giardinaggio sa riconoscere un’erbaccia. Le piante infestanti sono dette tali perchè non rivestono alcuna funzione agricola o estetica; esse non vengono selezionate dall’uomo per popolare un determinato terreno, ma lo colonizzano “spontaneamente”, sottraendo spazio, nutrimento e rigoglio alle piante utili. La definizione di erbaccia è quindi collegata di volta in volta alla volontà umana. Alcune piante possono essere considerate infestanti in un determinato momento (perchè crescono spontaneamente, indesiderate, dove non dovrebbero) e benvenute in un altro (quando magari decidiamo di coltivarle). Un esempio? Nel nostro giardino vogliamo sistemare un bel ramo di rose contro un muro, ma tutto attorno continua a spuntare edera; l’abbiamo tagliata, l’abbiamo sradicata come potevamo, ma eccola di nuovo lì. Il precedente inquilino aveva popolato di edera l’intera parete; per lui l’edera non era una pianta infestante, per noi sì perchè impedisce al nostro ramo di rose di attecchire.

Esistono in ogni caso delle erbacce per antonomasia, che spesso si intrufolano nei prati, nei cretti delle mattonelle, nelle aiuole fiorite. Le piante infestanti sono straordinariamente resistenti ed adattabili, hanno una capacità prodigiosa di spargere i propri semi e moltiplicarsi. Le erbacce si dividono in perenni ed annuali.

Diserbanti naturali per contrastare le erbacce

Facciamo una dovuta premessa: alcune piante infestanti sono durissime a morire e non verranno purtroppo intaccate coi metodi naturali. Un esempio? La gramigna. Per tali ospiti indesiderate dovrai valutare se valga la pena “inquinare” il terreno o cercare alternative confezionate più ecologiche possibili nei negozi specializzati. Fortunatamente la maggioranza delle malerbe è sensibile ad approcci green!

Acqua, aceto e sale

Il metodo più economico ed efficace, adatto se vuoi diserbare spazi ampi, è quello che vede in azione sale, aceto e acqua bollente. Scalda 5 litri d’acqua e fai sciogliere all’interno un chilo di sale. Una volta che il sale sarà entrato in soluzione, aggiungi qualche bicchiere di aceto. Il composto deve avere una concentrazione del 30% di “attivi”. Una volta pronto, versalo direttamente nel terreno.

Bollitura delle uova

Un metodo rapido, più delicato ma comunque efficiente prevede il riciclo dell’acqua di bollitura delle uova. Se hai lessato un buon numero di uova, conserva il contenuto della pentola e usalo – ancora caldo – per annaffiare gli angoli del tuo giardino infestati da erbacce.

Gin e limone

Probabilmente starai già sorridendo all’idea di offrire alle malerbe un bel cocktail di benvenuto. Eppure un litro di gin, mischiato al succo di due limoni può spegnere sul nascere le ambizioni di molte piante infestanti. Compra un gin estremamente economico al discount: ne esistono qualità con un costo veramente bassissimo.

Lascia un commento