Come pulire i termosifoni? La guida completa

Come pulire i termosifoni

Avere sempre soluzioni su come pulire i termosifoni prima dell’utilizzo? Un’evenienza che si vive solo quando si avvicina la stagione fredda. Sui termosifoni, infatti, si accumulano sporco e polveri che con l’accensione vengono immessi in circolo nell’aria.

Pulirli è un’operazione che andrebbe eseguita prima di accenderli, in inverno, ma anche dopo due o tre mesi dalla prima accensione. Questo servirà a preservarne il funzionamento e la resa termica ma anche a mantenere una buona qualità dell’aria in casa.

La pulizia periodica serve proprio a mantenerli in buono stato e a evitare che il calore sollevi polvere e microrganismi in aria.

Come pulire i termosifoni utilizzando ingredienti naturali e senza fare troppa fatica? Un modo c’è e lo troverai in questo articolo.

Presta attenzione ai detergenti chimici

Ti ricordiamo che per la pulizia degli ambienti è bene utilizzare con parsimonia agenti chimici aggressivi. Perché questi finiscono quasi direttamente all’interno delle vie respiratorie e, anche se non ce ne accorgiamo, possono diventare più letali dello smog fuori casa.

Oltre a prestare attenzione alle quantità sarebbe opportuno proteggere occhi, naso, bocca e mani e lavorare a finestre aperte, areando bene gli ambienti.

Attenzione ai materiali di cui sono composti i termosifoni

La maggior parte dei termosifoni in casa è realizzata in ghisa o metallo. Con una accurata manutenzione potrai mantenerli sempre efficienti senza danneggiarli.

Per eliminare la polvere che si accumula su tutta la superficie consigliamo di indossare una mascherina e dei guanti e di provare ad aspirarla con l’aspirapolvere. Se questa non dovesse venire via prova con il phon, usando il getto d’aria fredda.

Prima di procedere, tuttavia, posiziona uno straccetto bagnato sotto il termosifone così che la polvere sollevata vi si attacchi. In alternativa usa panni elettrostatici per ottenere lo stesso effetto attira-polvere.

Se hai un vaporetto in casa, infine, prova a rimuoverla con il getto più leggero, ma presta attenzione ad asciugarli per bene una volta completata l’operazione. Per eliminare gli eventuali residui più resistenti usa i panni elettrostatici e un cacciavite che ti aiuterà a raggiungere gli angoli più angusti e stretti.

Come pulire i termosifoni con detergenti naturali?

Adesso potrai passare al lavaggio che consiste in uno sciacquo delicato con una miscela di acqua e sapone di Marsiglia. In alternativa potresti sciogliere in abbondante acqua tiepida un cucchiaino di bicarbonato, una goccia di sapone per piatti e, per dare un tocco di profumo, una piccola quantità di oli essenziali. Tutti questi suggerimenti si accompagnano bene con un’altra risorsa che abbiamo realizzato per la pulizia dei termosifoni. Tante volte, infatti, è indispensabile anche rimuovere le macchie sul muro da termosifoni e stufe.

Per il lavaggio consigliamo di utilizzare una spugna morbida non abrasiva per non grattare via il rivestimento verniciato dei termosifoni. Inoltre, ricorda sempre di proteggere il pavimento con dei cartoni o fogli di giornale da riporre al di sotto del termosifone. Ogni volta che ti accingerai a svolgere un lavoro di pulizia è importante mantenere lo spazio circostante pulito e asciutto perché l’umidità è nemica dei termosifoni.

Anche durante la fase di lavaggio potrai utilizzare un cacciavite con cui guidare la spugna che ti consentirà di raggiungere gli spazi più stretti. Dopo aver lavato con cura ogni centimetro dei termosifoni, dovrai passare alla fase di asciugatura.

Per farlo basterà utilizzare un panno morbido, in cotone o nylon. Per mantenerli sempre puliti ti consigliamo l’utilizzo di spazzole elettrostatiche e di rimuovere la polvere almeno due volte al mese.

Pulire termosifoni con questi metodi alternativi

Facciamo subito le dovute precisazioni: non si tratta di ricette impraticabili e legate a chissà quale formula magica. Semplicemente abbiamo voluto inserire qualche suggerimento ulteriore per far tornare i termosifoni al loro splendore originario. Ecco come.

Pulizia termosifoni con aria compressa

Abbiamo già sottolineato la possibilità di pulire i termosifoni utilizzando il phon, ma se hai la possibilità, utilizza l’aria compressa. Il getto d’aria del compressore farà il lavoro in un attimo e ti permetterà di pulire completamente gli spazi interni del radiatore.

Qualche piccola dritta, prima di utilizzare questo sistema, è indispensabile. Innanzitutto, ricordati che il getto d’aria del compressore è molto potente e che, direzionato verso la faccia, può creare qualche problema.

Non dimenticare, poi, di indossare una mascherina e un paio di occhiali protettivi, tanto per il motivo menzionato prima, quanto per evitare reazioni allergiche alla polvere. Con questo sistema, infatti, finirai per alzare molta più polvere rispetto all’uso del phon.

Scovolini e spazzole per pulire i termosifoni

Ok, mettiamo che tu non abbia un compressore e non voglia utilizzare il phon per sollevare sporco e polvere. La soluzione più adatta sarebbe quella dell’uso di scovolini e spazzole. Non tutte le tipologie di spazzola vanno bene.

Ad esempio, i nuovi piumini cattura polvere potrebbero non essere molto efficaci per rimuovere sporco vecchio. Spazzole dalla setola più dura, con un manico orientabile e abbastanza fino, invece, potrebbero fare un lavoro impagabile contro questo tipo di sporco.

La possibilità di possedere un manico pieghevole è indispensabile. Ci sono spazi, infatti, che difficilmente possono essere raggiunti con un manico rigido. In questi spazi, oltretutto, va spesso ad accumularsi la maggiore quantità di sporco.

Concluse tutte queste operazioni su come pulire i termosifoni avrai un risultato sorprendente? Se non è così e pensi di avere suggerimenti per una ricetta migliore, faccelo sapere nei commenti.

Lascia un commento