Come pulire i termosifoni? La guida completa

Come pulire i termosifoni

Sui termosifoni si accumulano sporco e polveri che con l’accensione vengono immessi in circolo nell’aria. Pulirli è un’operazione che andrebbe eseguita prima di accenderli, in inverno, ma anche dopo due o tre mesi dalla prima accensione. Questo servirà a preservarne il funzionamento e la resa termica ma anche a mantenere una buona qualità dell’aria in casa. La pulizia periodica serve proprio a mantenerli in buono stato e a evitare che il calore sollevi polvere e microrganismi in aria.

Come pulire i termosifoni utilizzando ingredienti naturali e senza fare troppa fatica? Un modo c’è e lo troverete in questo articolo.

Prestate attenzione ai detergenti chimici

Vi ricordiamo che per la pulizia degli ambienti è bene utilizzare con parsimonia agenti chimici aggressivi perché questi finiscono quasi direttamente all’interno delle vie respiratorie e, anche se non ce ne accorgiamo, possono diventare più letali dello smog fuori casa. Oltre a prestare attenzione alle quantità sarebbe opportuno proteggere occhi, naso, bocca e mani e lavorare a finestre aperte, areando bene gli ambienti.

Prestate attenzione ai materiali di cui sono composti i termosifoni

La maggior parte dei termosifoni in casa è realizzata in ghisa o metallo. Con una accurata manutenzione potrete mantenerli sempre efficienti senza danneggiarli. Per eliminare la polvere che si accumula su tutta la superficie consigliamo di indossare una mascherina e dei guanti e di provare ad aspirarla con l’aspirapolvere. Se questa non dovesse venire via provate con il phon, usando il getto d’aria fredda.

Prima di procedere, tuttavia, posizionate uno straccetto bagnato sotto il termosifone così che la polvere sollevata vi si attacchi. In alternativa usate panni elettrostatici per ottenere lo stesso effetto attira-polvere. Se avete un vaporetto in casa, infine, provate a rimuoverla con il getto più leggero ma prestate attenzione ad asciugarli per bene una volta completata l’operazione. Per eliminare gli eventuali residui più resistenti usate i panni elettrostatici ed un cacciavite che vi aiuterà a raggiungere gli angoli più angusti e stretti.

Come pulire i termosifoni con detergenti naturali?

Adesso potrete passare al lavaggio che consiste in uno sciacquo delicato con una miscela di acqua e sapone di marsiglia. In alternativa potrete sciogliere in abbondante acqua tiepida un cucchiaino di bicarbonato, una goccia di sapone per piatti e, per dare un tocco di profumo, una piccola quantità di oli essenziali. Per il lavaggio consigliamo di utilizzare una spugna morbida non abrasiva per non grattare via il rivestimento verniciato dei termosifoni. Inoltre ricordate sempre di proteggere il pavimento con dei cartoni o fogli di giornale da riporre al di sotto del termosifone. Ogni volta che vi accingerete a svolgere un lavoro di pulizia è importante mantenere lo spazio circostante pulito e asciutto perché l’umidità è nemica dei termosifoni.

Anche durante la fase di lavaggio potrete utilizzare un cacciavite con cui guidare la spugna che vi consentirà di raggiungere gli spazi più stretti. Dopo aver lavato con cura ogni centimetro dei termosifoni dovrete passare alla fase di asciugatura. Per farlo basterà utilizzare un panno morbido, in cotone o nylon. Per mantenerli sempre puliti vi consigliamo l’utilizzo di spazzole elettrostatiche e di rimuovere la polvere almeno due volte al mese.

 

Lascia un commento