Come togliere la carta da parati

Come togliere la carta da parati

Vuoi sapere come togliere la carta da parati senza ingaggiare un tecnico e risparmiando sul costo di manodopera? Allora ti farà piacere sapere che per togliere la carta da parati basta capire il tipo di collante utilizzato per fissarla perché, a seconda di questo potrebbe essere più o meno facile procedere. La carta da parati più vecchia, infatti, veniva fissata con collanti molto resistenti per assicurarne la maggior durata. Quelle più recenti, invece, vengono via con poche semplici mosse. In ogni caso se ti armi dei giusti accessori potrai rimuoverla con estrema facilità in poche mosse per cui prendi nota dei nostri suggerimenti.

Cosa ti serve per togliere la carta da parati?

Per procedere avrai bisogno di una spatola in metallo, di acqua bollente e di un pennello piatto da imbianchino. L’acqua deve essere davvero bollente perché sarà fondamentale per dissolvere il collante sul muro con cui è stata fissata la carta. In alternativa potrai usare il vaporetto, spruzzando direttamente il vapore sulla superficie di carta da parati da rimuovere.

Il procedimento

Come avrai intuito, quindi, il procedimento consiste nell’inumidire la parete a partire da un angolo. Dopo qualche minuto dovrai procedere inserendo la spatola metallica sotto la carta, a partire da un lembo, per sollevarla leggermente. Afferra il lembo e tira via prestando attenzione a non strapparla perché altrimenti dovrai ricominciare da capo.

Pareti delicate a cui prestare attenzione

Se però la carta da parati dovesse essere più resistente dovrai procedere con qualche accortezza aggiuntiva, specialmente per non danneggiare ciò che è al di sotto della parete. Evita quindi di spruzzare elevate quantità di acqua su pareti a mattoni perché rischieresti di creare pericolose infiltrazioni. È per questo che ribadiamo di usare acqua davvero molto calda o vapore, senza esagerare con le quantità. Con il cartongesso dovrai avere ancora maggiori attenzioni perché questo si potrebbe danneggiare o deformare a causa dell’acqua. Quindi in questo caso l’utilizzo del vapore sarà tassativo.

Se la carta da parati non si solleva con il vapore?

Se la carta proprio non viene via significa che è stato utilizzato un collante non idrosolubile e, quindi, ti servirà un solvente specifico. Diciamo che questo ti servirà per le pareti più vecchie perché le moderne carte da parati sono tutte fissate con collanti che si sciolgono con acqua calda e vapore. Per l’acquisto del giusto solvente dovrai cercarne uno compatibile con la parete al di sotto della carta da parati, prestando attenzione alle pareti in legno e in cartongesso che sono più sensibili. Questi solventi si applicano sulla superficie e aiutano a rimuovere la carta da parati ma potrebbero essere molto tossici per cui assicurati di smaltirli nel modo giusto e usali areando bene gli ambienti oltre a proteggere le vie respiratorie.

Quanto costa togliere la carta da parati?

Generalmente il costo complessivo per togliere la carta da parati varia a seconda di come agirai. Certamente se ingaggerai un professionista il costo sarà maggiore anche perché ti proporrà sicuramente di ritinteggiare le pareti e trattarle con i giusti prodotti. Quindi il costo potrebbe oscillare dai cinque ai venticinque euro al metro quadro, al netto di tinteggiature e materiali. Se procedi da solo il costo è quasi pari a zero ma dovrai mettere in conto il corretto smaltimento e l’acquisto dei materiali per ritinteggiare.

 

Lascia un commento