Tarme dei vestiti: cosa sono, come riconoscerle e rimedi per eliminarle

tarma dei vestiti

Le tarme dei vestiti sono insetti parassitari appartenenti alla famiglia dei Lepidotteri. Somigliano molto alle comuni farfalline, ma non sono altrettanto innocui, anzi. Comunemente attratti dai tessuti come lana, seta o cotone, essi hanno l’abilità di bucare le fibre degli indumento danneggiando spesso in maniera irreparabile i nostri vestiti preferiti.
Per questo è fondamentale accorgersi in tempo della loro presenza in modo da eliminarle tempestivamente o, ancora meglio, prevenirne la comparsa per l’integrità del nostro guardaroba.
Scopriamo insieme come riconoscere e come eliminare le tarme dei vestiti con alcuni semplici rimedi.

Tarme dei vestiti: le loro abitudini, come si nutrono e come riconoscerle

Le tarme dei vestiti nella maggior parte dei casi arrivano nella nostra casa entrando dalla finestra. Raramente può capitare che entrino in casa trasportate da un capo già infetto, magari comprato in un mercatino o in un negozio infestato.
Come già accennato, questi piccoli insetti sono attratti dai vestiti, ma non solo. I tessuti in generale, gli indumenti sporchi, tappezzeria, cuscini ma anche abiti impregnati di sudore o liquidi umani.

Ma perché le tarme sono attratte dai tessuti?

Esse si nutrono di cheratina, una proteina contenuta nei tessuti, nei peli, nelle piume o nella lana, ma anche nelle tende, dove solitamente le tarme si aggrappano per rosicchiarle, bucandole di conseguenza.

L’habitat ideale per la sopravvivenza delle tarme è un ambiente mite o caldobuio, dall’aria pesante. Odiano infatti l’aria pulita e fresca. Le femmine sono solite camminare, mentre i maschi volano più spesso ed è più semplice individuarli.

Le tarme, purtroppo, si riproducono molto velocemente: le femmine possono deporre fino a 200 uova, lo fanno al buio e le larve sono praticamente impossibili da vedere ad occhio nudo. Si moltiplicando molto rapidamente insediandosi nei cassetti, negli armadi o tra gli indumenti.

Un’eventuale invasione, se non individuata in tempo, rischia di degenerare notevolmente trasformandosi in una grave infestazione.
Se noti anche solo una piccola farfallina che svolazza tra i tuoi vestiti, è segno che l’invasione è già in atto ed è meglio intervenire in tempo.
Gli abiti danneggiati dalle tarme presentano evidenti fori irregolari, ma questo non è l’unico segnale della loro presenza. Potresti notare anche ragnatele negli angoli, un aumento di polvere o uno spiacevole odore di muffa.
Da questi spiacevoli segnali potrai capire se il tuo armadio è invaso dalle tarme e agire ricorrendo a tutti i rimedi possibili.

Tarme sui vestiti: come eliminarle

In passato veniva utilizzata la naftalina, una sostanza che si è poi rivelata tossica e per questo non più in commercio da molti anni: in caso di inalazione o contatto, infatti, può essere letale. Esistono però altre soluzioni naturali, la cui efficacia non è però garantita.

Il metodo più efficace, ovviamente, è la prevenzione: scongiurare il rischio di comparsa delle tarme mantenendo un livello di igiene adeguato è sicuramente la mossa più giusta.

Pulisci frequentemente i cassetti, gli armadi, i mobili che ospitano tessuti nella tua casa. In particolare, è fondamentale utilizzare spesso l’aspirapolvere, lavare gli abiti e disinfettare gli armadi ad ogni cambio di stagione e conservare i vestiti in appositi sacchetti di plastica con cerniera o sottovuoto.

Se la prevenzione non basta e noti la presenza di tarme, opta per appositi prodotti antitarme presenti in commercio, utili ad eliminare sia le larve che le tarme adulte.

Prima di utilizzare i tarmacidi, è fondamentale svuotare del tutto l’armadio e pulirlo bene con l’aiuto del vapore. Successivamente controllo gli abiti uno ad uno; quelli in lana, se danneggiati, puoi riporli in freezer per un paio di giorno (il gelo uccide le larve). In seguito, una volta scongelati, lavali con acqua e aceto e successivamente con un sapone neutro. Per gli indumenti di altro tessuto, basterà metterli in ammollo in acqua bollente per una ventina di minuti. In alternativa puoi anche ricorrere al lavaggio a secco dei capi infestati, in modo da eliminare sia tarme che umidità. Dopodiché spruzza lo spray antitarme all’interno dell’armadio. Se la disinfestazione fatta in autonomia non basta, per risolvere il problema definitivamente dovrai rivolgerti ad una ditta specializzata.

Rimedi naturali

Se preferisci evitare l’utilizzo di prodotti chimici per disfarti del problema tarme, puoi sempre provare diversi metodi naturali, anche se come già accennato l’efficacia non è assicurata.
Gli oli essenziali, ad esempio, sono i prodotti naturali maggiormente indicati: alloro, lavanda, cedro, timo, rosmarino, chiodi di garofano, patchouli sono quelli più adatti ad eliminare le tarme dagli armadi.

Lascia un commento