Elettrodomestici e risparmio energetico: il “Pesa consumi”

A partire dal °1 luglio 2010 sono stati modificati i costi dell’energia. Tutte le utenze dotate di contatore elettronico infatti, hanno assistito alla progressiva introduzione della tariffa bioraria. In questo caso l’energia ha un costo differente a seconda del momento in cui viene impiegata e quindi consumata.

La tariffa bioraria in particolare ha suddiviso i consumi in due diverse fasce di prezzo. La prima, indicata con le sigla F1, fa riferimento a quella fascia oraria compresa tra le 8 del mattino e le 19 della sera, ove è presente una maggiore richiesta di energia che corrisponde a un prezzo quindi più elevato. L’altra fascia è quella indicata con la sigla F23 e si riferisce a una fascia oraria più agevolata, che va dalle ore 19 fino alle 8 dei giorni feriali, e comprende anche il fine settimana.

Da qualche tempo l’Autorità per l’energia elettrica e il gas, per aiutare i consumatori a capire le modalità di calcolo dei consumi ha introdotto sul proprio sito web lo strumento del “Pesa Consumi”. Si tratta nella pratica di un simulatore che permette di calcolare i costi delle apparecchiature elettriche alle quali si fa ricorso ogni giorno.

Com’è naturale, gli elettrodomestici avendo funzioni e impieghi differenti, non consumano la stessa quantità di energia. Tutti è vero, vanno a influire sull’importo definitivo della bolletta elettrica che ci viene recapitata ogni due o tre mesi, ma qualche elettrodomestico per funzionare richiede l’apporto di maggiore energia. A pesare di più sulle nostre tasche sono per esempio lavatrici e ferri da stiro.

Mediante il “Pesa Consumi” si può quindi simulare quanto può pesare l’impiego di queste apparecchiature che ci semplificano la nostra quotidianità. Per usare e verificare il trend di consumi attraverso, il “Pesa Consumi” è necessario inserire i dati riportati nella bolletta. Sarà quindi un dato importante per capire il modo in cui ciascuna famiglia consuma l’energia elettrica, e magari adottare qualche accorgimento per modificare qualche abitudine “errata”.

Il “Pesa Consumi” fornisce in ogni caso dei dati indicativi, come indica anche la stessa Autorità per l’energia elettrica e il gas, i consumi di ogni elettrodomestico sono influenzati da numerosi fattori come marca, modello, modalità di installazione, di utilizzo, il clima.

Per ogni informazione in merito è possibile mettersi in contatto con l’ Autorità per l’energia elettrica e il gas attraverso lo Sportello per il consumatore, al numero verde 800.166.654 disponibile ogni giorno feriale dalle 8 alle 18.

1 COMMENTO

  1. Utile il pesa consumi. Ho sempre pensato che fosse importante avere la consapevolezza dei consumi domestici, sia per risparmiare sia per evitare sprechi di energia. A Natale mio marito ha comprato il contawatt di sorgenia, un apparecchio che calcola proprio i consumi degli elettrodomestici.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome