Detersivi fai da te: le migliori idee ecologiche e naturali

La pulizia della casa è una priorità ed i detersivi in commercio sono talmente tanti che a volte è difficile orientarsi, specie se iniziamo a leggere le liste ingredienti! Una cosa è certa: l’igiene domestica deve rimanere una priorità, specialmente quando si hanno animali o bambini piccoli. Al contempo molti di noi avvertono forte l’esigenza di sposare abitudini più green, che mal si conciliano con le formulazioni di detergenti, disinfettanti e prodotti per le pulizie. Come comportarsi per rendere più sostenibile la nostra esigenza di vivere in uno spazio profumato, igienizzato e sicuro?

In questo articolo ti consigliamo alcune ricette per ottimi detersivi naturali fai da te: un modo ecologico ed economico di rinnovare le tue abitudini.

Detersivi naturali per i piatti

I detergenti per piatti sono spesso molto aggressivi sulla pelle e il più delle volte eccessivi per lo sporco quotidiano. Se hai la buona abitudine di lavare le stoviglie appena terminato il pasto, ti sarai accorto che i residui di cibo vengono via facilmente con una buona dose di acqua calda; e non sono certo “sporche” nel vero senso della parola!  Salvo situazioni di incrostazione estrema ed a meno che tu non abbia esigenze igieniche particolari (ad esempio un’allergia importante a qualche alimento che colpisce te o un tuo caro) , potresti seriamente pensare di passare a un detersivo per piatti ecologico e fai da te.

Detersivo per piatti a base di limoni

Fai bollire 8 limoni per mezz’ora. Controlla che si siano bene ammorbiditi, prima di sminuzzarli, frullarli e filtrarli con uno scolapasta o un colino. Rovescia nuovamente il composto in una pentola con 800 ml di acqua, 200 ml di aceto di mele e 300 grammi di sale. La miscela dovrà bollire di nuovo alcuni minuti, mentre provvedi a mescolarla. Lascia raffreddare il tutto e rifinisci l’opera con un frullatore a immersione. Il prodotto ottenuto va tenuto al riparo dal sole, in un vecchio dosatore per detersivi o in un barattolo. Si conserva bene per diversi mesi.

Detersivo per piatti a base di cenere

La cenere è un antico rimedio popolare, molto apprezzato dalle nostre nonne. Le sue proprietà pulenti sono tuttavia accertate e apprezzate anche oggigiorno.
Procurati 175 gr di cenere di legna e 875 ml d’acqua. Setaccia in una pentola capiente la vostra cenere e aggiungete l’acqua mescolando. Fai bollire per circa un’ora e mezzo a fiamma bassa, avendo cura di mescolare il tutto con un mestolo. Dopo aver spento il fuoco, fai riposare 12 ore. Il composto ottenuto va quindi filtrato con un colino: la colatura può essere messa in un vecchio dispenser per sapone o detersivo o in un barattolo. Usala diluita o pura, a seconda delle esigenze. Puoi conservare anche la parte “solida” ottenuta dal filtraggio per aggredire lo sporco più ostinato.

Detersivo per piatti a base di sapone in scaglie

Il sapone è pur sempre sapone! Procurati del sapone naturale in scaglie o un normale panetto che poi provvederai a grattugiare. Rovescia i fiocchi in pentola e aggiungi un litro d’acqua bollente. Utilizza un mestolo per amalgamare e lascia riposare per una giornata o una nottata intera. Se il detersivo dovesse sembrarvi troppo denso, versa a poco a poco un po’ di acqua tiepida, con parsimonia. Quando il composto sarà del tutto freddo, potete rifinire con qualche goccia di olio essenziale a vostra scelta (noi consigliamo il limone o la menta).

Detersivi naturali per i pavimenti

I pavimenti sono probabilmente la parte più “sporca” della nostra abitazione. Ti sarà capitato spesso di passare il cencio, anche frequentemente, e domandarti da dove derivasse tutta quell’acqua nera! In realtà spesso si tratta di polveri che penetrano nell’abitazione quando decidiamo di areare (un gesto indispensabile per la salute) o dei residui che ci portiamo sotto le scarpe (sarebbe sempre buona norma togliersele entrando in casa). Non bisogna però creare allarmismi e mantenere un approccio intelligente e sano alla pulizia, ricordandoci che la maggior parte delle particelle nocive vengono neutralizzate anche dal semplice sapone, senza dover ricorrere necessariamente a detergenti chimici.

Detersivo per i pavimenti  in marmo, granito, pietra e linoleum

Ideale per detergere questi materiali è una squadra composta da bicarbonato e sapone di Marsiglia.
In un secchio contenente tre litri di acqua calda sciogli 3 cucchiaini di bicarbonato e 5 cucchiai di alcol denaturato. Aggiungi un pezzo di sapone di Marsiglia e attendi che si squagli, mescolando per qualche minuto. Se desideri dare un profumo particolare alla tua miscela, versa qualche goccia del tuo olio essenziale preferito (limone, lavanda, menta, bergamotto, rosa ecc).

Detersivo per i pavimenti in gres, cemento, ceramica, laminato

I pavimenti in ceramica, cemento, laminato o gres richiedono una diversa formulazione. Al solito secchio contenente tre litri di acqua calda unisci 5 cucchiai di aceto bianco/di mele e 5 cucchiai di alcol denaturato. Anche stavolta, sciogli una scaglia di sapone di Marsiglia. Anche in questo caso, dopo aver atteso qualche minuto per una giusta unione degli ingredienti, potete arricchire il detergente ecologico con oli essenziali gradevoli.

Detersivo per i pavimenti in legno e parquet

Il parquet e i pavimenti in legno creano da sempre qualche preoccupazione in fatto di pulizia. La loro delicatezza è rinomata, anche se – in realtà – quelli moderni sono diventati piuttosto resistenti alle aggressioni. Si sconsiglia caldamente comunque l’utilizzo di spazzole o panni abrasivi; opta sempre per la microfibra.
Prepara il secchio con 3 litri di acqua tiepida. Sciogli un cucchiaio di bicarbonato ed un pezzo di sapone naturale (quello di Marsiglia va benissimo). Strizza bene il panno prima di passarlo. Un paio di volte al mese “potenzia” la miscela con un cucchiaio di olio di lino bianco, per restituire al legno la giusta “idratazione”.
Se desideri informazioni più dettagliate sulla pulizia dei diversi tipi di parquet, leggi la nostra guida per pulire i pavimenti in legno.

 

Lascia un commento