Eliminare i cattivi odori nel frigorifero: i migliori metodi naturali

Uno degli elettrodomestici più importanti della casa è sicuramente il frigorifero. Avere un buon frigorifero fa davvero la differenza e ti permette di conservare al meglio i cibi non soltanto dal punto di vista della sicurezza alimentare, ma anche da quello del gusto, della fragranza, dell’aroma. Uno dei principali problemi che possono affliggere il tuo frigorifero è certamente il cattivo odore. I cattivi odori nel frigo sono una questione fastidiosa, che spesso porta a sviluppare una certa antipatia per l’elettrodomestico; si pensa immediatamente a qualche malfunzionamento nella refrigerazione, nella circolazione dell’aria o nella capacità di preservare gli alimenti all’interno. Niente di più lontano dalla verità. Per eliminare ed evitare spiacevoli odori nel frigorifero basta attenersi a qualche semplice regola di igiene e buon senso, avvalendosi di alcuni metodi naturali davvero efficaci nel neutralizzare qualunque aroma molesto.

Mantenere il frigorifero pulito

I cattivi odori non sono necessariamente causati da un’igiene scorretta, ma sicuramente avere un frigorifero ben pulito ti aiuterà a contrastarne il ristagno o la formazione. La pulizia del frigorifero dovrebbe essere una buona abitudine periodica. La detersione totale del frigorifero (con annessa sbrinatura, se necessario) va fatta ogni 4 mesi; i mesi salgono a 6 se il vostro frigo non è mai troppo pieno o è un frigorifero di ultima generazione. Una volta al mese è caldamente consigliato lucidare i ripiani con una mistura di acqua e aceto, sfilandoli dalle apposite guide e premurandosi di strofinare anche gli anfratti.
Per la pulizia profonda dovrai togliere cassetti e ripiani. Puoi lavarli con detersivo per piatti ecologico, basta che non abbia un odore eccessivamente forte. Altrimenti, opta per il solito aceto di mele diluito o per una soluzione di acqua tiepida e bicarbonato. Le macchie più ostinate possono essere trattate con candeggina, con un conseguente abbondante risciacquo.

Evitare la formazione di cattivi odori: buone pratiche

Esistono dei semplici accorgimenti per ridurre al minimo il rischio di cattivi odori nel frigo.

  • Il primo consiglio, riguarda la conservazione degli alimenti: quando possibile, sposta tutti i cibi in contenitori chiusi. La cosa migliore da fare è trasferirli dagli imballi in carta del supermercato (o dell’alimentari) in appropriate confezioni riutilizzabili. Barattoli e ciotole ermetiche andranno naturalmente lavati in seguito accuratamente, prima di ospitare un nuovo contenuto.
  • Asciuga frutta e verdura prima di metterla nell’apposito scompartimento. L’umidità sulle foglie e sulla superficie dei vegetali favorisce la formazione di muffa e ristagni dal pessimo odore.
  • Non riempire eccessivamente il frigorifero. Fare scorta intelligente è un bene quando si tratta di alimenti in scatola a lunga conservazione. Accumulare un’enorme quantità di freschi causa quasi sempre enormi sprechi e porta molto spesso il cibo a marcire, con conseguente tanfo  insopportabile.

Assorbire i cattivi odori: i rimedi naturali più efficaci

Qualora nel tuo frigo continuassero a diffondersi cattivi odori, esistono dei potenti alleati naturali per neutralizzarli ed assorbirli. Essendo ecologici al 100% potrai tranquillamente lasciarli sui ripiani senza doverti preoccupare di contaminazioni chimiche.

  • La prima risorsa è il bicarbonato. Mettine un po’ in un barattolo aperto e poggia il barattolo all’interno dell’elettrodomestico. Nel giro di qualche ora i cattivi odori saranno stati quasi del tutto assorbiti. Ricordati di cambiare il bicarbonato con una certa frequenza.
  • Un altro potente agente contro gli odori è il limone. Combinato con i chiodi di garofano si rivela poi eccezionale nel sovrastare il ristagno di aromi cattivi. Lasciane metà sui ripiani, fino a che non si secca.
  • Passiamo quindi al caffè. Il caffè è un eccellente cattura-odori. Puoi usare il sacchetto quasi terminato, adagiandolo ben aperto dentro al frigo o in alternativa riempire una tazzina con tre cucchiaini. Se siete amanti del riciclo e odiate gli sprechi, sappiate che allo scopo sono perfetti anche i fondi della moka!
  • Fra i più famosi rimedi anti odore della nonna, troviamo le patate. Sbucciane una e lasciala 24h in frigorifero affinché imprigioni tutti gli odori. Ricordati però di gettarla, se non vuoi che a sua volta marcisca!
  • Un ulteriore strategia per scacciare l’olezzo dal frigorifero è quella che vede in campo il carbone attivo o carbone vegetale. Il carbone attivo è uno dei più potenti mangia-odore in circolazione: sono in carbone vegetale i filtri di molti purificatori. Il bello è che si tratta di un ingrediente completamente naturale. Lo puoi trovare facilmente nelle erboristerie e nei supermercati.

Lascia un commento