Come eliminare le mosche in casa: repellenti e rimedi naturali

eliminare mosche in casa

Le mosche sono probabilmente gli insetti infestanti più seccanti e fastidiosi. Specialmente durante la stagione estiva, esse invadono le nostre abitazioni attratte principalmente dal cibo. Entrandovi in contatto però, possono essere portatrici di diverse malattie. È fondamentale allora evitare il più possibile un’invasione di mosche in casa. Esistono diversi metodi per eliminarle, da quelli chimici a quelli più naturali.

Avere una paio di mosche che svolazzano per casa non è un grosso problema, a patto però di scacciarle il prima possibile per evitare che depongano le uova.

La condizione ideale affinché si riproducano, infatti, è offerta da materiale organico in decomposizione. Lasciare avanzi di cibo scoperti per qualche giorno significa favorirne la prolificazione.
Si tratta di insetti che impiegano diverso tempo a passare da larva e adulto, il quale poi si riproduce a sua volta deponendo altre uova. Per cui è fondamentale non lasciare il cibo a loro disposizione per più di un giorno.

Nelle giuste condizioni, una mosca adulta può sopravvivere per 20 giorno deponendo più di 1000 uova. Di solito la riproduzione avviene nell’ambiente in cui è nata: trattandosi di una mosca domestica essa non uscirà mai. Durante il giorno le mosche svolazzano per casa in cerca di cibo con cui nutrirsi, per poi riposare la sera sulle pareti.

Tenere le mosche in casa non è solo molto fastidioso, ma anche poco igienico. Ma cosa si può fare per eliminarle?
Vediamo insieme alcuni trucchi per eliminare le mosche in casa.

Come eliminare le mosche: rimedi

Durante la stagione estiva le mosche, ma anche i moscerini, invadono le nostre abitazioni ogni giorno. Il loro obiettivo, come già accennato, è il cibo, le bevande dolci o quelle in fermentazione, alimenti necessari a questi insetti per sopravvivere.
La riproduzione avviene invece in prossimità di immondizia, sgorghi e a volte anche all’interno di bottiglie vuote.

Le mosche, inoltre, possono sopravvivere anche in inverno se restano indisturbate. L’inverno è però il periodo più difficile per cacciarle, perché esse tendono a volare di meno in giro per casa.
Allontanarle è fondamentale in quanto si tratta di insetti capaci di trasporta agenti patogeni, alcuni parecchio nocivi. La contaminazione può avvenire sia esternamente per azione meccanica (causata quindi dal contatto diretto con materiale infetto), sia attraverso le loro stesse feci.

Tra gli agenti patogeni che le mosche possono trasmettere troviamo quelli responsabili del tifo, della salmonella, del colera o dei vermi intestinali.

Prevenire una loro invasione è perciò estremamente importante se vogliamo evitare di ammalarci. Come? Vediamo insieme i metodi più efficaci per scacciare le mosche.

1. Installa delle zanzariere

Tra i metodi di prevenzioni più efficaci troviamo certamente le zanzariere. Esse ci proteggono non solo dall’infestazione delle mosche, ma anche da zanzare, tarme, cimici e tanti altri insetti abbastanza fastidiosi.
Installare zanzariere è un piccolo investimento che si rivela però fondamentale per debellare il problema, a maggior ragione se si abita in zone di campagna o particolarmente umide.
Essendo molto piccoli, basta anche solo un centimetro perché un insetto di insinui in casa iniziando a depositare uova indisturbato. Perciò, se le zanzariere sono rotte, ricordiamoci di ripararle adeguatamente in modo da tenere lontano qualsiasi insetto volante.

2. La pulizia è fondamentale

Anche se non è lo sporco in generale a causare un’invasione di mosche, mantenere una casa sufficientemente pulita può certamente aiutare a prevenire il problema.
Pulisci adeguatamente i piani dove solitamente conservi, cucini o consumi cibo, quindi fornelli, tavoli e dispense. Non tralasciare mai il pavimenti, luogo dove solitamente si depositano le molliche.

3. Repellente antimosche

Per una pulizia più accurata puoi avvalerti dell’aiuto di un repellente naturale per mosche.
Ti basta mettere in un barattolo un po’ di aceto e delle foglie di menta a macerare per almeno una settimana. Dopodiché togli le foglie, diluisci il liquidi con un po’ d’acqua e mettilo in uno spruzzino, così potrai vaporizzarlo sulle superfici in maniera facile e veloce.

4. Paletta acchiappamosche

Uno strumento tanto semplice quanto efficace è sicuramente la paletta acchiappamosche. A mano è certamente molto complicato catturare una mosca, ma con un’apposita paletta potrei avere maggior successo. Oggi in commercio esistono anche le palette elettriche per mosche, le quali sono effettivamente più efficaci di quelle tradizionali perché ti permettono di prendere una mosca in volo, impiegandoci così molto meno tempo.

Lascia un commento