Betonelle da esterno: cosa sono, prezzi e caratteristiche

betonelle da esterno autobloccanti

Quando parliamo di pavimentazione non intendiamo soltanto quella tecnica che consiste nell’installare una superficie all’interno di un locale, di varie tipologie e personalizzazioni, ma anche all’esterno, aspetto spesso trascurato.
Riguardo questo aspetto specifico, è importante anche che tieni a mente le betonelle autobloccanti da esterno, un elemento sempre più utilizzato e con ottime funzionalità e caratteristiche.

Ma di cosa si tratta nel dettaglio? Quali tipologie ci sono e perché conviene posizionarle? Scopriamolo di seguito.

Cosa sono le betonelle da esterno

Con questo termine indichiamo dei masselli in calcestruzzo utilizzati quasi esclusivamente per i pavimenti da esterno, tramite la posa a secco di vari elementi in cemento. Hanno un basso costo di manodopera e la posa è molto semplice e comoda da svolgere. Inizialmente le betonelle per esterno erano installate soprattutto nelle ampie zone industriali. Con il passare del tempo si sono moltiplicati gli utilizzi specifici, per esempio per passaggi pedonali, carreggiate, cortili di condomini ecc.

Vantaggi e difetti

Tutti gli elementi e i materiali hanno proprie caratteristiche specifiche, vantaggi ma anche svantaggi, e questo vale anche per i pavimenti autobloccanti.

Tra i vantaggi c’è sicuramente il prezzo contenuto, sia nell’acquisto che nel lavoro da far svolgere ad apposito personale. Le varie opportunità di personalizzazione ed usi specifici, il fatto che non è una struttura impermeabile, quindi ideale per far penetrare l’acqua e gestire al meglio l’acqua piovana, grazie ad apposite griglie di raccolta e tubi/canali di scolo.

Ci sono però anche alcuni difetti che devi tenere in considerazione a priori. Il passaggio dell’acqua può implicare la crescita di elementi vegetali, come le piante, nello spazio tra una betonella e l’altra. Questo aspetto si può notare facilmente per strada, specialmente se non è stato fatto nessun intervento da molto tempo. La superficie col tempo tende a corrodersi, visto che è sempre a contatto con i vari agenti atmosferici, e buttare il sale antigelo peggiora ancor di più la situazione, anche se è fondamentale per evitare scivolate e pericolose cadute in notti gelide. Infine, l’ultimo difetto è il danneggiamento delle singole betonelle, soprattutto negli spigoli, in caso di passaggio di automezzi che lasciano pietre incastrate.

Le tipologie di betonelle

Sono numerose le tipologie di betonelle che è possibile installare, ognuna con proprie caratteristiche specifiche:

  • Betonelle da esterno: sono le più diffuse e di facile installazione, senza l’utilizzo del cemento. Solitamente, infatti, vengono posati a secco ed a successivo incastro, permettendo di risparmiare tempo e soldi. Sono ideali quindi per ampie superfici.
  • Betonelle drenanti: come intuibile dal nome, l’obiettivo di questi elementi è drenare l’acqua, evitare accumuli e pozzanghere e quindi essere sempre efficiente. Un aspetto molto interessante è che queste betonelle hanno ampi margini di personalizzazione, dal punto di vista della forma e delle finiture, per creare un aspetto estetico attraente e di rapido impatto.

Prezzi delle betonelle da esterno

I prezzi dell’acquisto ed installazione delle betonelle per una superficie esterna variano in base a vari aspetti, specialmente per la tipologia scelta, l’eventuale finitura personalizzata, la dimensione dello spazio da occupare e dalla squadra di lavoro impiegata. Le betonelle autobloccanti, inoltre, hanno prezzi differenti anche in relazione al marchio del produttore. Generalmente, però, i costi non sono elevatissimi, rispetto ad altre tipologie di intervento. Proprio per questo, come abbiamo già accennato, rappresentano un punto di vantaggio non da poco per il cliente.

Il prezzo delle betonelle originali vanno dai 14 ai 40 euro, i masselli autobloccanti monostrato dai 12 ai 18 euro, con quelli doppio strato che costano leggermente di più. I più costosi sono sicuramente i masselli autobloccanti anticati, con il prezzo che oscilla dai 24 ai 38 euro. E’ importante sottolineare che si tratta di valori prettamente indicativi, senza considerare l’opera di messa in posa e che variano fortemente da ditta a ditta e da tutti gli aspetti che abbiamo accennato prima.

Lascia un commento