Stufe ad accumulo di calore: cosa sono e come funzionano?

stufe ad accumulo

Avete mai sentito parlare di stufe ad accumulo di calore? Se siete alla ricerca di nuovi sistemi di riscaldamento vi sarete trovati a fare i conti con la numerosità di proposte possibili. Per questo oggi vogliamo offrirvi un approfondimento completo sull’argomento delle stufe ad accumulo di calore, ricordandovi che nella sezione di Eterra dedicata al riscaldamento per la casa troverete tantissimi altri consigli sull’argomento.

I vantaggi delle stufe ad accumulo di calore

La prima cosa da sapere è che le stufe ad accumulo di calore possono mantenere riscaldati gli ambienti anche da spente, fino a ventiquattro ore consecutive. Il calore emesso da queste stufe è detto “radiante” perché è simile a quello del sole e non ha controindicazioni sulla salute. Per di più non produce alcun accumulo di polveri in aria ed è assolutamente sicuro anche in presenza di bambini in casa.

Le stufe ad accumulo di calore non sono un’invenzione dei nostri giorni ma qualcosa che già gli antichi romani avevano scoperto e che utilizzavano quotidianamente per superare i lunghi e rigidi inverni. Il loro funzionamento, infatti, si rifà a quello dei forni in muratura tipici dell’era romana: un sistema altamente efficiente e che garantiva un calore duraturo senza sprecare troppo combustibile.

Il vantaggio principale di questo sistema di riscaldamento, quindi, risiede proprio nel fatto che trattiene il calore creato al lungo, immagazzinandolo durante la combustione e rilasciandolo nelle ore successive a fuochi spenti. Per questo con una stufa ad accumulo di calore non dovrete preoccuparvi della casa gelida al vostro rientro perché farà tutto lei al posto vostro, grazie al calore radiante.

Cosa si intende con calore radiante?

Si tratta di un tipo di calore simile a quello emesso dal sole e che differisce da quello connettivo di radiatori e vecchie stufe tradizionali. In poche parole questo si irradia in tutta la stanza tramite raggi infrarossi che vanno a scaldare qualsiasi cosa incontrino sul loro percorso. In questo modo il calore è uniforme anche su pareti e pavimento e i vantaggi non finiscono qui. Il calore radiante tipico delle stufe ad accumulo non sposta aria e non produce o brucia polveri. Diffondendosi uniformemente su tutto l’ambiente è il miglior modo per tenere lontana la muffa e l’umidità ottenendo una casa confortevole e accogliente 24 ore su 24.

La caratteristica principale delle stufe ad accumulo di calore consiste nel sistema di combustione che immagazzina e rilascia creando un piacevole calore continuo. La produzione di calore avviene tramite la combustione della legna che lo diffonde all’interno della stufa tramite serpentine (dette girofumi). I fumi si propagano lungo i condotti della stufa e il calore viene ceduto alla struttura della stessa che è appositamente costruita con materiali refrattari.

I materiali refrattari sono in grado di rilasciare calore radiante progressivamente facendo sì che questo si diffonda in tutto l’ambiente. In questo modo avrai una casa calda e accogliente a tutte le ore della giornata. Ovviamente in commercio esistono tantissime tipologie di stufe ad accumulo di calore anche se, principalmente, ti troverai a scegliere tra modelli in pietra ollare e modelli in maiolica. Le prime offrono performance elevate grazie alle caratteristiche della pietra che rilascia molto lentamente il calore a fuoco spento. La propagazione del calore è uniforme e persistente per cui gli sbalzi di temperatura sono praticamente nulli.

Le stufe in maiolica, invece, sfruttano le potenzialità di questa ceramica. Esse consentono di ottenere un calore a misura d’uomo simile alla sensazione di starsene sdraiati sotto al sole. Questo tipo di stufe ad accumulo di calore è quello più ricercato per l’estetica pregiata. La maiolica, infatti, è un rinomato materiale di arredo che può essere declinato con gusto classico o moderno.

Perché installare una stufa ad accumulo di calore?

I vantaggi di questo sistema di riscaldamento sono molteplici e risiedono principalmente nella qualità del calore che emettono. Sono principalmente molto facili da gestire dato che, proprio in virtù del loro funzionamento, non richiedono di essere accese ed alimentate tutto il giorno. Ricordiamo infatti che queste stufe rilasciano calore anche quando sono spente proprio in virtù dei materiali che le compongono.

Il loro rilascio di calore prolungato non secca l’aria anzi, tutto il contrario. Esse allontanano muffe e condense senza sollevare polveri cattivi odori, il che le rende ideali per chi ha problemi di asma o di rinite allergica. Infine sono assolutamente eco-compatibili dato che richiedono un bassissimo consumo di legname con il quale offrono tanto calore continuamente.

 

Lascia un commento