Boiler elettrico a basso consumo: modelli migliori e prezzi

Scaldabagno elettrico basso consumo

Sei deciso ad acquistare un nuovo scaldabagno elettrico a basso consumo ma non sai da dove iniziare a selezionare i modelli più interessanti? Allora questa guida potrebbe fare al caso tuo perché ti spiegheremo il funzionamento e quali sono le caratteristiche da osservare prima di finalizzare l’acquisto.

Cos’è lo scaldabagno elettrico?

Lo scaldabagno elettrico è un sistema per avere acqua calda sanitaria in casa, alternativo agli scaldaqua a gas. Si tratta di una soluzione che comporta pregi e difetti che vedremo qui di seguito. Sicuramente per alcune tipologie di abitazione può essere la miglior soluzione di efficienza oltre ad abbattere il costo sulla bolletta. Sappiamo che il gas costa meno ma l’energia elettrica, specialmente quella prodotta da fonti di energia rinnovabile, potrebbe essere la strategia vincente. Vediamo perché.

Lo scaldabagno elettrico è dotato di un serbatoio in cui fluisce l’acqua sanitaria da portare ad una temperatura superiore ai trentacinque gradi. Per questo motivo l’obiettivo di questo dispositivo è quello di mantenere ad una temperatura costante, al di sotto dei sessanta gradi, l’acqua di casa. Si installa in bagno perché è più vicino alle tubature e per ridurre la percentuale di dispersione ma può essere posizionato ovunque, a differenza di quello a gas.

Vantaggi e svantaggi

Come per il suo cugino a gas anche lo scaldacqua elettrico a basso consumo può avere vantaggi e svantaggi. In primo piano ci sono costi ridotti e semplicità di installazione che, se sei pratico, potresti avviare da solo. Difatti potresti evitare di assoldare un tecnico senza correre alcun rischio. Ci sono anche da considerare i costi minimi di manutenzione e il prezzo assolutamente conveniente rispetto ad altri sistemi di riscaldamento dell’acqua sanitaria.

Tuttavia il costo dell’energia elettrica usata per riscaldare l’acqua non è indifferente, senza contare il fatto che questo lavora per mantenere costante una riserva di acqua limitata, motivo per cui è sconsigliato in case grandi o dove vivono più di tre persone. Quindi perché dovresti scegliere lo scaldabagno elettrico a basso consumo? In genere lo si consiglia per case vacanza, bagni per gli ospiti e famiglie non numerose perché le persone tendono ad utilizzarlo all’occorrenza, ovvero accendendolo solo quando è necessaria l’acqua calda.

Come si caratterizza uno scaldabagno elettrico a basso consumo?

Per poter parlare di scaldabagno elettrico a basso consumo, quindi, occorre valutare la capacità del serbatoio rispetto alle caratteristiche tecniche che servono a ridurre i consumi. Il tutto deve essere comparato con il tipo di utilizzo dell’acqua calda e, quindi, il numero di persone che ne avranno bisogno.

Il serbatoio di uno scaldabagno elettrico può avere una capienza tra i dieci e gli ottanta litri. È chiaro che per una coppia il formato minimo è adatto mentre per nuclei più numerosi la capienza deve necessariamente aumentare. Per questo risulteranno di grande utilità le funzioni per l’abbattimento dei consumi come il timer di spegnimento, il termostato di regolazione della temperatura e la classe energetica. Possiamo dire che uno scaldabagno elettrico a basso consumo sia caratterizzato da classe A+++, timer e termostato regolabile.

Tipologie di scaldabagno elettrico

Sul mercato esistono due tipologie di scaldabagno, ovvero quelli ad accumulo e quelli istantanei. I primi scaldano l’acqua che arriva nel serbatoio mentre quelli istantanei sono pensati per assicurare il miglior risparmio energetico. Questi scaldano l’acqua solo al momento del bisogno grazie ad un sistema a serpentina che garantisce miglior resa in tempi ridotti. Inoltre è anche meno ingombrante di uno scaldabagno ad accumulo anche se lievemente più costoso.

Per risparmiare davvero sul consumo energetico il sistema a pompa di calore resta in assoluto la miglior soluzione perché permette di arrivare a tagliare fino al 75% dei consumi in bolletta. Questo sistema sfrutta l’energia termica riscaldando anche la casa per cui potrai usare la caldaia solo nei periodi più freddi dell’anno. Di solito uno scaldabagno di questa tipologia si abbina ad un impianto fotovoltaico per sfruttare al massimo l‘energia solare e azzerare i costi di consumo dell’energia elettrica.

In questo caso l’incentivo è doppio perché installare un impianto fotovoltaico in combinazione con la pompa di calore da il diritto ad usufruire di vantaggiose detrazioni IRPEF che coprono i costi di acquisto e di installazione. La detrazione arriva fino al 65% ed è il miglior modo per dare definitivamente un taglio alle spese di gas e corrente elettrica caratterizzando l’abitazione da un sistema davvero efficiente e sostenibile al minor impatto ambientale.

Consigli d’acquisto: quali sono i migliori scaldabagno elettrici?

Abbiamo valutato centinaia di proposte di scaldabagno elettrici a ridotto consumo e dopo un’attenta valutazione abbiamo deciso di premiarne tre per qualità, prezzo, convenienza e reale abbattimento dei consumi. Ecco la nostra selezione.

Air Combo Pro 100  – il sistema infallibile

Questo scaldabagno funziona a pompa di calore integrata. Si tratta di un sistema che sfrutta la tecnologia della pompa di calore per consentire il massimo risparmio energetico, garantito dal produttore fino al 70%. La convenienza di questo sistema si unisce anche all’immediatezza dell’acqua calda con capienza da cento litri. Inoltre può essere installato in qualsiasi ambiente ed è versatile per attività commerciali di piccole dimensioni e per uso domestico in qualità di scaldacqua elettrico principale.

Air Combo Pro 100 sfrutta l’energia rinnovabile senza immettere CO2 nell’ambiente e tramite l’impiego di gas refrigerante non inquinante. È un sistema silenzioso e sicuro, privo di sostanze tossiche ed infiammabili che non prevede l’allaccio al gas e che dispone anche di sistema antilegionella sempre attivo.

Ecorete: lo scaldabagno a pompa di calore

Questo modello dispone di serbatoio da 200 litri e di due serpentine per il riscaldamento veloce dell’acqua sanitaria. La tecnologia ad alto rendimento è in grado di ridurre fino al 75% il costo elettrico per il riscaldamento grazie alla temperatura dell’aria. Può essere agevolmente abbinato ad un impianto fotovoltaico e termico per produrre acqua sanitaria calda in modo gratuito. Ecorete è un nome non molto conosciuto nel campo degli elettrodomestici ma sicuramente merita attenzione per via dell’impegno in  produzione di sistemi ecologici e versatili, ideali per chi desidera abbattere i costi di approvvigionamento energetico.

Immergas: la garanzia ecocompatibile

Lo scaldacqua elettrico a pompa di calore di Immergas è una vera e propria garanzia. Questo sistema consente di beneficiare dell’ecobonus e degli incentivi previsti dal Conto Termico 2.0. Consente di svincolarti dal consumo di gas per riscaldare velocemente l’acqua attraverso il calore contenuto nell’aria, una fonte di energia rinnovabile e gratuita. È ideale per accumulare duecento litri di acqua che verranno mantenuti a temperatura costante fino a 62 gradi centigradi. È silenzioso, discreto e dotato di tutti gli accorgimenti per assicurare la massima compatibilità ambientale.

 

Lascia un commento