Montacarichi da balcone: cosa sono, a cosa servono

Montacarichi da balcone

Per affrontare un trasloco o i lavori di ristrutturazione in casa il montacarichi da balcone è l’unica soluzione praticabile, soprattutto se vivi in condominio. Oggi vedremo tutto quello che c’è da sapere sui montacarichi e su quali sono i migliori modelli in base alle necessità.

Cos’è e come funziona?

Il montacarichi da balcone funziona come una piattaforma elevatrice, solitamente realizzata con una potente struttura motorizzata in metallo che serve a raggiungere piani alti con dei carichi. Sono macchinari pensati per il trasporto verticale, sia per utilizzi privati che industriali e commerciali. Si tratta di un sistema molto pratico per trasportare qualsiasi carico in casa o fuori casa passando dall’esterno, ovvero dagli infissi e dai balconi. I più piccoli consistono in un sistema da agganciare al balcone a forma di trapano dal quale pende una fune in acciaio o una catena. La grandezza e il sistema di aggancio dipendono dai pesi da sollevare e, quindi, dalla potenza del montacarichi. Di solito il montacarichi vero e proprio è un sistema ad aggancio sul balcone ma, come vedremo, esistono strutture più complesse che consentono di trasportare anche persone.

Montacarichi da balcone: caratteristiche

I montacarichi da balcone possono essere suddivisi in commerciali e industriali. Solitamente per un trasloco domestico vengono noleggiati da apposite ditte mentre in campo industriale questi macchinari costosi sono di proprietà dell’amministrazione. Possono sollevare carichi fino a 100 tonnellate e sono disponibili in diverse modalità di funzionamento a seconda della tipologia di macchinario e di necessità di uso. Difatti esistono montacarichi manuali o elettrici che si catalogano per la capacità massima che riescono a trasportare. Tieni presente che queste piattaforme possono avere l’aspetto di piattaforme elevatrici o di veri e propri montacarichi da balcone a seconda del peso massimo trasportabile il cui minimo è di circa 120 kg.

Montacarichi da balcone manuali o elettrici

Il montacarichi da balcone elettrico (o paranco elettrico da balcone) è quello in assoluto più richiesto sul mercato. Questi modelli sono dotati di propulsori elettrici utili ad affrontare elevate altezze e per il trasporto di spesa, casse d’acqua e altri carichi difficili da trasportare a mano. Sono dotati di un propulsore elettrico che esercita una forza trainante di diversa intensità a seconda del modello scelto e del tipo di motore monofase o trifase. I montacarichi manuali, invece, sono pensati per assistere la forza umana, ovvero spingere piccoli e medi carichi domestici.

Qualunque sia il contesto i montacarichi da balcone sono pensati e progettati per offrire supporto a basso costo di manutenzione, ottimizzando i trasporti di beni all’interno di condomini, abitazioni o magazzini. Sono pensati anche per trasportare persone e il loro prezzo, per l’appunto, dipende dalle caratteristiche di potenza e elevazione. Un montacarichi domestico, per esempio, ha una potenza molto simile ad un a quella degli elettrodomestici e i costi di acquisto e manutenzione sono piuttosto contenuti. Allo stesso tempo sono impiegati per il trasporto di legna o altri carichi bypassando le scale e gli ascensori.

I montacarichi per persone

Chiaramente è un macchinario che deve essere azionato rispettando delle norme di sicurezza e buon utilizzo, valutando con attenzione i rischi ed i possibili incidenti. I beni sul montacarichi devono essere fissati saldamente e nell’area di lavoro non devono essere presenti persone. I montacarichi per persone hanno un aspetto molto simile le caratteristiche di grandezza e potenza sono differenti. Si tratta di una soluzione per chi vive in appartamenti in cui sono presenti barriere architettoniche che impediscono l’accesso.

Ovviamente non sono mezzi per raggiungere balconi dall’esterno ma piattaforme elevatrici che fungono come un mini-ascensore. Queste piattaforme ospitano la carrozzina in sicurezza e la trasportano al piano dove è presente un’apposita area di accesso. Questa tipologia di montacarichi da balcone può essere impiegata anche per il trasporto di piccoli carichi come la spesa o bagagli e, in ogni caso, rientra nella categoria dei servoscala che richiedono un’apposita procedura di installazione e di richiesta dei permessi al condominio.

Montacarichi o paranco?

Nel gergo comune questi due macchinari sono la stessa cosa anche se la realtà è un tantino differente. In poche parole il paranco è elettrico ed è molto compatto. Viene usato attraverso un propulsore per il sollevamento di pesi ingombranti grazie ad una carrucola assicurata ad un cavo in acciaio. Sono più piccoli dei montacarichi da balcone tradizionale e ingombrano molto meno spazio.

Quanto costa un montacarichi da balcone?

Il prezzo dei montacarichi da balcone può oscillare da poche centinaia di euro a diverse migliaia. Tutto dipende da grandezza e capacità di carico oltre che dal tipo di alimentazione e al consumo energetico. Per la scelta del giusto modello occorre valutare prima di tutto la potenza del propulsore. Questa serve a ricavare la portata massima del carico da sollevare e l’altezza da raggiungere. Di solito questi macchinari sono dotati di dispositivi di sicurezza, attacchi rapidi, registri di pre-carico, braccia rotanti in alluminio e montante a diverse regolazioni di altezza.

Tutte queste caratteristiche, tuttavia, variano al variare della potenza e della resistenza, influenzando di conseguenza il valore e il prezzo. Per la scelta conviene sempre affidarsi a macchinari con certificazioni CE che sono quelli che sono stati sottoposti a rigorosi test di collaudo.

Se decidi di acquistarlo dovrai sottoporlo ad una verifica ogni due anni dal soggetto riportato sulla targa che dovrà essere applicata all’interno della piattaforma. Le verifiche servono a valutare il corretto funzionamento e la presenza o meno delle condizioni di efficienza e sicurezza. Questi controlli terminano con il verbale redatto dalla ditta incaricata.

Montacarichi da balcone: i modelli migliori

 

Lascia un commento