Tetto verde – Vantaggi e caratteristice

tetto giardino

Hai mai pensato di ricavare orti e giardini direttamente sul tetto della tua casa o del condominio? L’installazione di un tetto giardino può essere davvero un’ottima soluzione, non solo per salvaguardare l’ambiente, ma anche in chiave di risparmio energetico.

Negli ultimi anni i tetti verdi hanno avuto un’ampia diffusione soprattutto all’interno delle grandi città. Ma questi polmoni ecologici per l’ambiente (e la salute degli inquilini) non sono un’invenzione dell’età moderna, hanno invece delle origini antichissime.

Vediamo di conoscere più da vicino cos’è un tetto giardino, quali sono le sue caratteristiche e i vantaggi che può offrire.

 

Cos’è un tetto giardino

Il tetto giardino (o tetto verde) è una copertura di un edificio parzialmente o completamente ricoperto di vegetazione. Ha una struttura stratificata, fatta con un mix di materiali isolanti, terra e vegetazione, con uno spessore che varia dai 10 ai 40 cm.

In particolare il tetto giardino può essere di due tipologie: intensivo (o giardino pensile) ed estensivo.

Nel primo caso lo spessore del terreno sarà molto più ampio, circa 30 centimetri con conseguente maggior peso. Il tetto verde intensivo però può essere considerato un vero e proprio giardino coltivabile, con aiuole e orto da irrigare e mantenere

Un tetto estensivo invece ha uno spessore che si aggira tra i 5 e i 12 centimetri. Il sistema è meno accessibile e si predilige la coltivazione di piante di piccole dimensioni: muschi, graminacee o piante grasse, vegetazione molto resistente e dalla lenta crescita. Non può essere calpestato né coltivato.

 

Tetto verde – I vantaggi

Trasformare  il tetto di casa in un vero e proprio giardino contribuisce senza dubbio ad aumentare l’inerzia termica, con grandi benefici per la casa e per chi ci abita, in tutte le stagioni.

Durante l’inverno infatti il tetto giardino contiene le dispersioni, e d’estate evita l’innalzamento della temperatura della casa. Tutto ciò comporta anche un contenimento e una riduzione del consumo energetico, nonché grossi vantaggi sulla bolletta elettrica.

Il tetto giardino ha anche altre caratteristiche positive. Aumenta innanzitutto l’isolamento acustico dell’edificio, e ancora gioca un ruolo fondamentale in caso di acqua piovana. Infatti riesce ad assorbirla e a rilasciarla in modo lento e graduale senza caricare troppo i sistemi di scolo.

In più contribuisce come detto a depurare l’aria, riducendo la concentrazione di anidride carbonica e schermando parte delle polveri e di inquinanti provenienti dall’esterno.

Per giunta protegge la copertura, quindi il tetto in sé, aumentandone anche la durata.

C’è anche chi attribuisce ai tetti verdi proprietà psicofisiche benefiche, influenzando positivamente la salute degli inquilini abbattendo lo stress.

 

Come realizzare un giardino sul tetto

Prima di effettuare i lavori per creare un giardino sul tetto è opportuno effettuare dei sopralluoghi e apposite verifiche con imprese specializzate. Sarà fondamentale innanzitutto capire se la struttura della casa possa reggere tranquillamente il peso del nostro tetto giardino, o in caso contrario, procedere con dei rinforzi e modifiche strutturali apposite.

Poi occorrerà richiedere i permessi preposti con l’idonea pratica edilizia firmata dal tecnico abilitato. Le autorizzazioni per i tetti verdi variano da comune a comune: tuttavia l’iter è semplice piuttosto semplice. Ricordati di informarti sull’esistenza di vincoli architettonici, storici o paesaggistici.

Ultimo aspetto da non sottovalutare è la possibilità di usufruire delle detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici. Sarà fondamentale prendere visione della normativa attuale, e verificare se nel caso concreto sussistano i presupposti per usufruire dei bonus.

Per realizzare un tetto verde puoi approfittare di una detrazione IRPEF fino al 36% delle spese sostenute e fino un importo massimo 96.000 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome