Risparmio energetico in casa: i televisori

È importante che il risparmio energetico entri a far parte della nostra vita quotidiana. Come spesso infatti abbiamo affermato, risparmiare energia fa bene non solo all’ambiente, ma anche alle nostre tasche. Tutti i consumi che realizziamo all’interno delle nostre abitazioni fanno poi la loro comparsa in fattura. Vien da sé che minori saranno i nostri consumi, di egual misura sarà anche il costo da sostenere per pagare la fattura. Ma il risparmio energetico è possibile anche con i nostri amati televisori. Da tempo la tv è fedele compagna degli italiani. Presente in tutte le case, spesso anche in più modelli, i televisori sono ormai da anni un fedele alleato nel tempo libero degli italiani, ma non solo.

Anche quando utilizziamo i nostri televisori possiamo risparmiare energia. Mai sentito parlare dello stand by killer? Purtroppo in tanti abbiamo sviluppato la cattiva abitudine di lasciare i nostri elettrodomestici in stand by, primi fra tutti i televisori. Non neghiamocelo, quante volte ci siamo allontanati da casa lasciando accesa la famosa spia rossa?

In realtà proprio questa è responsabile di notevoli consumi, non troppo inconsapevoli. In questo caso è buona norma spegnere il televisore pigiando sull’interruttore centrale, la spia rossa sparirà consentendoci di abbattere in parte i consumi. Alcune stime hanno mostrato come a seconda del modello posseduto, i televisori lasciati in stand by consumino da uno a quattro Watt ogni ora. Consumo che poi ci ritroveremo inevitabilmente in bolletta. Spegnendo la spia del nostro televisore, con un piccolo sforzo faremo bene al nostro portafogli e anche all’ambiente.

Quali modelli acquistare?

Innanzitutto quando ci accingiamo a comprare un televisore, è d’obbligo fare attenzione alla sua etichetta energetica. Questa infatti dice molto sul modello e sui consumi. Meglio scegliere televisori di classe superiore che consentano di contenere i consumi.

Attualmente in commercio sono presenti modelli che si differenziano tra loro per dimensioni e qualità dello schermo. Scomparso ormai il vecchio e classico tubo catodico e poco venduto il plasma, rispetto al passato stanno avendo sempre maggiore diffusione quei modelli che presentano uno schermo a cristalli liquidi, ma anche i Led. In particolari questi per la loro caratteristica consentono di avere dei pannelli molto sottili.

Gran parte dei modelli poi presentano la caratteristica HD, ossia una risoluzione in alta definizione. Altri invece sono dotati di funzionalità 3D.

Negli ultimi anni poi, con il passaggio al digitale terrestre i televisori hanno iniziato a dotarsi degli appositi ricevitori. Oggi infatti i televisori possiedono già integrata la funzionalità del digitale terrestre.

Insomma ben venga utilizzare i televisori, adottando però piccoli accorgimenti per risparmiare e scegliere i modelli più consoni alle proprie esigenze.

Se volete avere ulteriori informazioni non vi resta che scaricare la guida su come risparmiare in casa oppure tramite il modulo che trovate sulla destra di questa di pagina.

Photo Credit: ©   – Tv – medicinalive.com

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome