Muro Trombe: quando l’energia solare favorisce il risparmio energetico

Per favorire il risparmio energetico all’interno delle nostre abitazioni, esistono numerosi sistemi che sfruttano addirittura l’energia solare. Si tratta dei sistemi passivi che al fine di assicurare il riscaldamento e il raffrescamento degli ambienti non fanno ricorso a sistemi di tipo meccanico, ma sfruttano direttamente il sole e il suo calore. È il caso ad esempio del muro di Trombe. È questo un sistema davvero antico, ma efficace tanto da essere rivalutato anche di recente, nell’ottima di favorire il maggior risparmio energetico. Il muro di Trombe è stato infatti inventato e brevettato nel 1881, anche se è negli anni sessanta che ha avuto poi maggior successo, grazie all’ingegnere Trombe da cui il sistema poi ha preso il nome.

Muro solare

Ma vediamo nel dettaglio da cosa è costituito tale sistema. Innanzitutto si compone di una parete in laterizio, calcestruzzo o ancora pietra. Tale parete va a costituire la massa termica di accumulo del calore, e per attirare i raggi del sole è dipinta con colori scuri: di norma nero, blu e rosso. A essa è poi affiancata una vetrata spesso a doppio vetro, rivolta a Sud e collocata a circa 10 centimetri di distanza.

Nella parete sono anche praticate delle aperture di aerazione, fondamentali per il funzionamento dell’intero sistema. Tali fessure sono presenti nella parte bassa, ma anche nella parte alta della parete, al fine di permettere la circolazione dell’aria. E proprio tale meccanismo consente di avere grossi vantaggi per l’estate, ma anche per l’inverno.

Nella stagione invernale la presenza delle aperture consente il passaggio dell’aria: quella calda passerà dall’intercapedine all’ambiente interno. Se durante il giorno quindi le aperture sono aperte, alla sera nei mesi invernali, vanno chiuse per impedire all’aria di raffreddarsi di nuovo, e il calore è bloccato all’interno della casa.

Durante l’estate invece restano aperti i fori presenti sulle vetrate. Solo durante la notte, con il fresco, si apriranno anche i fori della parete per consentire all’aria calda di uscire e far entrare invece quella fresca. Il troppo calore dei mesi estivi renderebbe necessario il ricorso a tende da esterni o altri materiali scorrevoli.

Gli unici svantaggi di tale sistema, sono legati agli elevati costi di realizzazione e manutenzione. In particolare risulta abbastanza difficoltosa la pulizia delle vetrate. Altro aspetto negativo è che il muro non consente un’illuminazione naturale dell’ambiente in cui è installato.

Attualmente il muro di Trombe ha trovato rivalutazione e grande diffusione soprattutto nei Paesi in via di sviluppo, quali ad esempio l’India.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome