Lampada alogena – Per illuminare casa

Di recente abbiamo dovuto dire addio alle tradizionali lampadine a incandescenza. Dopo quasi 130 anni di onorato lavoro infatti, ora ne è vietata la commercializzazione. Niente paura però, perché sul mercato sono presenti delle validissime alternative e soprattutto nuove soluzioni sensibili alla problematica del risparmio energetico. Led e le lampadine a fluorescenza compatte costituiscono e, lo saranno sempre più in futuro, le nostre migliori alleate per l’illuminazione di case e strade.

E le lampadine alogene? Seppur della stessa famiglia, le lampadine alogene risultano più luminose delle comuni a incandescenza. In questo caso, all’interno del bulbo di vetro è presente un filamento di tungsteno, che si combina con iodio o talvolta xeno, e proprio attraverso questo viene fatta circolare la corrente elettrica. L’aggiunta di questi gas ha uno scopo preciso, ossia quello di aumentare la durata della lampadina., nonché la sua luminosità.

Lampada alogena – Quello che devi sapere

Le lampadine alogene possono essere dotate di forma lineare oppure della classica forma a goccia. Hanno poi dei grossi vantaggi per quanto riguarda la durata. Se le vecchie lampadine a incandescenza duravano in media circa 1000 ore, le lampadine alogene durano il doppio se non di più. Oltre che più luminose, sono anche particolarmente adatte a illuminare punti precisi della casa che necessitano magari di più luce. La composizione interna di questo tipo di lampadine consente lo stesso tipo di illuminazione per tutta l’arco di vita della lampadina, la luce infatti rimane costante.

Di norma, per funzionare le lampadine alogene si avvalgono di un collegamento diretto alla rete elettrica. In alcuni casi però sono dotate di un piccolo trasformatore.

Le lampadine alogene hanno il difetto di surriscaldarsi con molta facilità, anche rispetto alle lampadine a incandescenza. Per questo è da evitare un contatto diretto con esse: in caso contrario si andrebbe incontro a delle ustioni. Qualora si rendesse necessario toccare la lampadina, ad esempio per sostituirla, meglio attendere quando si sarà raffreddata. È inoltre sconsigliato far si che il bulbo entri in contatto con le dita, infatti questo potrebbe compromettere durata e luminosità della stessa.

Se confrontiamo però le lampadine alogena, anche di ultima generazione, con i led e alle lampadine fluorescenti vedremo che queste ultime durano molto di più. Di conseguenza in termini di risparmio energetico, meglio preferire queste seconde ipotesi per illuminare la nostra casa.

In realtà ben presto anche alle lampadine alogene sarà riservato lo stesso destino delle tradizionali a incandescenza. A partire infatti dal 2016 anche le lampadine alogene non potranno essere più commercializzate.

Lampade alogene – Prezzi

B001GPNAUU

B002NTMC6Q

B00KF90T8O

B005913Y3U

B076PCBHYX

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome