Smaltimento amianto – Quali incentivi

Bonifica amianto

La legge 90 del 3 agosto 2013 è stata prorogata fino al 31 dicembre 2014 rendendo possibile richiedere le detrazioni fiscali del 65% per tutto il nuovo anno. Buone notizie, vero? Ma non sono le uniche! Infatti sembra che queste agevolazioni saranno attive almeno fino al 2020. Che si vada veramente incontro ad un futuro senza amianto?

La detrazione è spalmata su 10 anni e non può superare i 48000 euro. Per beneficiare della detrazione fiscale è necessario inviare una comunicazione, tramite raccomandata con ricevuta di ritorno all’Azienda Sanitaria Locale di competenza. Consigliamo comunque di contattare sempre la ASL prima di impelagarsi in qualsiasi tipo di lavoro di ristrutturazione.

Rimozione eternit – le sanzioni

Ma cosa rischia chi non toglie l’amianto e quindi non procede alla bonifica? Beh, a meno che l’amianto in questione non costituisca un pericolo reale per le persone, non è obbligatorio eliminarlo. In altre parole: la legge non obbliga la bonifica a meno che le condizioni dell’amianto non siano tali da costituire un pericolo. Proprio per questo motivo è necessario far controllare i vari edifici con amianto da un tecnico competente in modo che venga capito lo stato di degenerazione dello stesso. Se il tecnico lo riterrà opportuno, allora sarà necessario contattare una delle tante aziende che si occupano di bonifica amianto e mettersi in regola. In ogni caso possiamo dire che la bonifica è a carico del proprietario, anche in caso di appartamento in affitto.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome