Sempre più spesso all’interno delle nostre abitazioni facciamo ricorso al gas. L’impiego risulta frequente in cucina, ma anche negli altri ambienti come avviene ad esempio per il riscaldamento, fondamentale durante la stagione invernale.

Tuttavia oltre a utilizzarlo con parsimonia, ed evitare ogni possibile spreco, occorre prestare particolare attenzione anche al tema della sicurezza. È bene infatti, assicurarsi con frequenza del corretto funzionamento delle diverse apparecchiature che necessitano dell’alimentazione tramite gas.  Fondamentale quindi fare particolare attenzione al tema della sicurezza: un aiuto in questo senso può venire senza dubbio dai rilevatori di gas, o nasi elettronici.

I rilevatori di gas sono delle apparecchiature che rilevano la presenza del gas all’interno degli ambienti, e segnalano le eventuali anomali presenti preservando in questo modo l’incolumità delle persone. Nel momento in cui il rilevatore dovesse notare la presenza di gas che potrebbe mettere a rischio la sicurezza delle persone presenti, allora emetterà un allarme. Questo può variare a seconda del modello che è stato installato. Si potrà infatti trattare di un suono persistente, un comando vocale oppure un semplice segnale luminoso.

Sul mercato esistono diversi tipi di rilevatori di gas. Ci sono ad esempio dei rilevatori fissi oppure portatili: la scelta dovrà ricadere su quel modello che meglio si adatta alle esigenze della famiglia e anche alle caratteristiche della casa. Ciascun modello è poi tarato in modo da rilevare la presenza di una determinata tipologia di gas che può essere metano, butano o monossido di carbonio. Alcuni modelli più avanzati sono tarati invece per rilevare più tipologie di gas. La tipologia di gas in grado di esser erievata influisce anche sulla

La funzione principale di questo tipo di apparecchiature è quindi quella di rilevare la presenza di gas e avvisare i presenti. In alcuni casi però oltre a segnalare l’elevata concentrazione di gas, l’apparecchio è in grado anche di intervenire e bloccarne l’emissione.

Per quanto riguarda l’installazione, meglio evitare il fai da te e richiedere l’assistenza e il supporto di professionisti del settore.  Il rilevatore di gas infatti deve essere installato secondo precise indicazioni dettate dalla Comunità Europea.

I rilevatori di gas possono essere acquistati presso i negozi specializzati, o in alternativa anche via internet, in questo caso prima di compiere la scelta è bene confrontare i diversi modelli presenti sul mercato e scegliere quello che meglio si adatta alle proprie esigenze, e valutare poi qualità e prezzo. I rilevatori di gas, soprattutto quelli di recente produzione, si adeguano poi in modo perfetto  all’ambiente domestico.

 Photo Credit: © rilevatore gas metano – emmebistore.com

Post By Angela (111 Posts)

Aspirante giornalista, scrive per passione praticamente da sempre. Sensibile alla tutela del consumatore, per eTerra si occupa di Risparmio Energetico

Connect

Aspetta! Ti potrebbe anche interessare: