La primavera è il periodo più adatto per pensare a orto e giardino. Ci sono tanti lavoretti da fare, preparare lea terra, piantare, seminare, consumare. Ma come si può curare il giardino e l’orto senza spendere troppo? In fondo riuscire a questa impresa è un vantaggio economico oltre che un vantaggio per aiutarci a raggiungere il risparmio energetico.

Vivere in modo ecosostenibile, non infatti solo una metodo per risparmiare soldini, ma anche un metodo per incentivare il risparmio energetico: più prodotti chimici si usano e  più ne verranno prodotti, per un ciclo continuo che non fa altro che distruggere il nostro pianeta. Per questo è ben non usare concimi o diserbanti chimici, ma affidarsi alla natura e al buon senso per inquinare meno e mangiare meglio.

Ad esempio possiamo sfruttare i rifiuti casalinghi per produrre autonomamente i concimi, oppure usare cartoni per ridurre l’uso di acqua. Come? Ve lo spieghiamo subito.

Per fare il concime:

Realizzate una compostiera semplicemente prendendo un bidone di plastica ( di quelli che si usano per i rifiuti tradizionali) e forandolo con un trapano a punta  fine, in più punti, per permettere all’aria di fuoriuscire. Eventualmente in commercio troverete anche le compostiere vere e proprie. In ogni caso, riempite il bidone con erba e foglie, ritagli della siepe e anche fiori appassiti. Non i rifiuti alimentari, mi raccomando, ma le bucce della frutta vanno benissimo. Lasciatelo riposare e dopo circa 1 settimana avrete a disposizione un concime nutriente e completamente naturale.

Per annaffiare:

Un semplice tubo di plastica può diventare un sistema di irrigazione originale e funzionante. Basterà forarlo in più punti per permettere all’acqua di fuoriuscire e innaffiare in completa autonomia il giardino. Una volta terminato di innaffiare, basterà riavvolgerlo per non averlo sotto gli occhi. Un aiuto arriva anche dal cartone. Piccoli pezzi di cartone da imballaggio, possono essere imbevuti di acqua e posti sopra alla terra nei vasi, in maniera che annaffino da soli. Infatti il cartone sarà talmente zuppo che rilascerà lentamente l’acqua nel vaso. L’importante è evitare di fare questa operazione quando il vaso è in piena esposizione del sole, altrimenti il cartone si asciugherebbe troppo.

Contro gli insetti:

Diciamo la verità: gli insetti fanno parte della natura e quindi sarebbe meglio lasciarli al loro posto, ma per allontanarli (allontanarli, non eliminarli) possiamo fare un trito di aglio e riempire delle garze bianche chiudendole a sacchettino, come fossero dei porta confetti. Mettendo i sacchetti nei pressi della verdura, gli insetti si allontanano… proveremo e vi faremo sapere.

Insomma, il gusto di coltivare un orto o un giardino dobbiamo riconoscere che è unico. Anche se si tratta di un piccolo orticello di solo 4 o 5 piantine, mangiare quello che abbiamo coltivato con le nostre mani è una gran bella sensazione. E allora perché non provarci? Faremmo bene a noi stessi e anche al portafogli, soprattutto se seguiremo queste indicazioni per avere un orto completamente ecologico.

Photo Credit: ©Orto e giardino biologico– Photl.com

Post By Francesca Oliva (91 Posts)

Web Writer Freelance che si sveglia al mattino con un solo pensiero: scrivere. Tra le tante collaborazioni, per eTerra si occupa di Ecologia e Risparmio energetico, due delle sue grandi passioni.

Website: →

Connect

Aspetta! Ti potrebbe anche interessare: