Quando arriva l’autunno e iniziano ad abbassarsi le temperature, torna d’attualità il tema del riscaldamento. Oggi sono diversi i sistemi cui si può fare ricorso per riscaldare casa, tanto che abbiamo spesso l’imbarazzo della scelta. Riscaldare le nostre case in maniera corretta però, consente di avere degli ambienti confortevoli e al tempo stesso si riesce anche a contenere i costi. Tra i tanti sistemi, avete mai sentito parlare di riscaldamento a infrarossi?

Si tratta di un nuovo sistema che permette di riscaldare casa, ma senza disperdere il calore prodotto e anche di assicurare un buon risparmio energetico.

Il principio alla base del riscaldamento a infrarossi è lo stesso che viene sfruttato dal sole: i raggi infrarossi riescono a scaldare in modo diretto persone e oggetti, proprio come accade con i raggi solari. Di conseguenza con tale sistema non si ricorre all’aria come intermediario. Una volta raggiunti dai raggi infrarossi, il corpo umano ma anche gli oggetti rilasciano calore e lo diffondono nell’ambiente circostante.

I raggi di calore generati da questo tipo di riscaldamento non sono visibili dall’occhio umano, ma soltanto percepiti.  Si ricorre soprattutto ai pannelli, che riescono a fondersi in maniera perfetta nell’ambiente in cui sono installati. In altri casi si hanno finti quadri, sfere da applicare al soffitto, ma anche colonne che decorano la casa come se fossero proprio parte dell’arredo.

Tra gli altri vantaggi legati all’uso di questo sistema c’è senza dubbio l’assenza di costi di manutenzione, nonché di rumore in fase di utilizzo dello stesso. Le pareti dell’edificio ricevono calore diretto dai raggi infrarossi, questo sfavorisce la formazione della condensa e di conseguenza della non salutare umidità e dell’antiestetica muffa.

Il riscaldamento a infrarossi, uno tra i più ecologici, può essere un’ottima soluzione per gli edifici di nuova costruzione e anche per quelli di quelli che necessitano di ristrutturazione. È l’ideale poi per ambienti molto grandi o molto estesi in altezza. Negli ultimi tempi il riscaldamento a infrarossi si è diffuso sempre di più negli edifici residenziali, ma è impiegato di frequente anche nell’industria e negli esercizi commerciali, soprattutto locali e ristoranti.

Questo tipo di riscaldamento ha anche effetti benefici anche per la salute: ha infatti la capacità di rafforzare le difese immunitarie, favorire la circolazione del sangue e regolare il metabolismo. Tra gli altri aspetti positivi, con il riscaldamento a infrarossi non si è esposti inoltre ad alcuna emissione nociva. È il sistema di riscaldamento ideale per chi soffre di asma o di disturbi alle vie respiratorie perché non diffonde la polvere.

Photo Credit: © riscaldamento a infrarossi – thermojoy.com

Post By Angela (111 Posts)

Aspirante giornalista, scrive per passione praticamente da sempre. Sensibile alla tutela del consumatore, per eTerra si occupa di Risparmio Energetico

Connect

Aspetta! Ti potrebbe anche interessare: