Il riscaldamento di casa è una problematica rilevante in questo periodo. Le temperature più miti hanno lasciato spazio infatti al freddo e alla neve, che ci costringono a trovare soluzioni per evitare sbalzi di temperatura e i fastidiosi malanni invernali. Più volte abbiamo visto quanto il mercato ci offra in termini di soluzioni per il riscaldamento domestico, sta a noi poi scegliere quale soluzione si adatti nel modo migliore alle nostre esigenze, in funzione anche delle caratteristiche delle nostra casa. Oltre a sceglieretra le diverse alternative, è altrettanto importante riscaldare i diversi ambienti in modo corretto. Questo ci consentirà da un lato di assicurare il risparmio energetico, e dall’altro preservare l’ambiente e perché no anche risparmiare importanti risorse economiche. Per esempio, fate mai attenzione alla regolazione della temperatura? Regolare la temperatura è fondamentale per evitare gli sprechi, e un aiuto può arrivare dal moderno cronotermostato.

Il cronotermostato non è altro che un classico termostato con funzioni avanzate, e consente di regolare meglio la temperatura di casa, anche differenziandola in base alle nostre esigenze. Il cronotermostato ci dà la possibilità di aumentare ad esempio la temperatura del soggiorno, ove la famiglia passa più tempo rispetto alle camere da letto. Oltre a differenziare il calore in base ai diversi ambienti della casa, il cronotermostato consentirà anche di variare la temperatura nei giorni della settimana o del mese. Niente di più comodo.

Rispetto al tradizionale termostato, questa moderna soluzione richiede un maggiore investimento in termini di risorse economiche. Di norma il costo si aggira intorno ai 100 euro. Tuttavia la spesa sarà recuperata nel tempo: si potranno vedere i benefici già dalle prime fatture energetiche o del gas relative al periodo invernale.

Di recente in commercio sono comparsi anche dei cronotermostati con funzioni ancora più avanzate, ossia dotati di tecnologia wireless. Di solito i cronotermostati più diffusi sono dotati di un display digitale in grado di “comunicare” con l’utente e informarlo sulla temperatura rilevata all’interno del singolo ambiente e procedere a variazioni per quella stanza o per le altre. Altri ancora, che potremmo definire “intelligenti” possono ricevere anche dei comandi a distanza, come ad esempio via telefono.

L’installazione o in alternativa la sostituzione del cronotermostato in caso di malfunzionamento è abbastanza semplice. Se qualcuno in famiglia possiede un po’ di dimestichezza con le componenti elettriche ed elettroniche potrete anche risparmiare la chiamata di un tecnico specializzato nel montaggio. In alternativa meglio affidarsi alle mani esperte di un professionista del settore, al quale potranno essere anche rivolte importanti domande, necessarie per comprendere il funzionamento del dispositivo.

Photo Credit © cronotermostato – hotars.net

Post By Angela (111 Posts)

Aspirante giornalista, scrive per passione praticamente da sempre. Sensibile alla tutela del consumatore, per eTerra si occupa di Risparmio Energetico

Connect

Aspetta! Ti potrebbe anche interessare: