Avete mai pensato come sarebbe la vita di tutti i giorni, se riuscissimo a caricare in tutta semplicità cellulari e lettori mp3? Magari mentre raggiungiamo il nostro posto di lavoro in bici, e sfruttando soltanto la nostra forza fisica. Immaginate allora un sistema davvero semplice in cui con un piccolo sforzo fisico e con una dinamo potreste risolvere in pochi minuti il problema del cellulare scarico.

Se fino a qualche anno fa questo sarebbe sembrato impossibile, oggi invece è realtà.  Pensate allora al più tradizionale sistema dinamo che è in grado di generare energia elettrica grazie ai nostri sforzi sui pedali.

Perché proprio con la più classica delle pedalate è possibile ricaricare il nostro iPhone o smartphone. Così magari mentre il nostro cellulare ci indica i percorsi migliori da seguire per trascorrere qualche istante fuori casa, possiamo pedalare in tutta tranquillità senza preoccuparci di ritrovare il telefono scarico. Saremo proprio noi a fornirgli la carica.

Le biciclette più moderne dispongono già di una dinamo hub. In quelle più datate invece, sarà necessario predisporre un alimentatore usb ad hoc.  Questione di cavi e di pedali insomma, e in poche mosse il gioco è fatto: il nostro cellulare o lettore mp3, o altro dispositivo simile sarà carico. Il movimento delle ruote della bicicletta riesce a generare 5 W di potenza, necessari per tenere in carica dispositivi USB. Un’invenzione sicuramente ecologica e utile anche per garantire il risparmio energetico.

E pensate ancora come sarebbe utile se questo sistema venisse brevettato e poi esteso anche ad altre apparecchiature. Sarebbe molto utile e pratico se con un po’ di sforzo fisico, che non guasta mai, si potesse contribuire all’illuminazione della propria casa. Una soluzione che se realizzata avrebbe un minor impatto ambientale rispetto ai sistemi usati attualmente, e molto utile anche per il risparmio energetico. Un miraggio? Forse, ma stando ai progressi della tecnologia, probabilmente non dovremmo attendere troppo. Infatti, già ora alcuni progetti stanno introducendo grosse novità, spesso ad esempio le palestre riescono a illuminare i propri ambienti con l’energia prodotta dai macchinari utilizzati dai propri clienti. Persino in Brasile, all’interno di un istituto di pena del Paese, si sfruttano le pedalate dei detenuti per illuminare le città. E chi lo sa, magari a breve potremmo lavare i nostri abiti in lavatrice utilizzando energia prodotta direttamente da noi mentre ci teniamo in forma.

Photo Credit: © Usb bike generetor – Instructables.com

Post By Angela (112 Posts)

Aspirante giornalista, scrive per passione praticamente da sempre. Sensibile alla tutela del consumatore, per eTerra si occupa di Risparmio Energetico

Connect

Aspetta! Ti potrebbe anche interessare: