Il test del Blower Door è il più avanzato per conoscere gli eventuali spifferi della vostra casa. Quei noiosi e impercettibili fori da dove entra aria e dove solitamente si possono manifestare muffe e umido. Ma il blower door è un test utile anche per altri motivi, ad esempio per conoscere le prestazioni termiche dell’abitazione. Vediamo come.

Il blower door permette di conoscere la tenuta d’aria dell’abitazione ed è uno dei principali strumenti di controllo per riuscire ad ottenere bassi consumi energetici. Avevamo già spiegato il funzionamento del test, in un vecchio post, ricordate? Adesso ci soffermeremo sull’aspetto termico, altrettanto importante ai fini del risparmio energetico.

Attraverso questo particolare test si può infatti eseguire una indagine termografica. A parole sembra una cosa molto complicata e in realtà lo è, ma per spiegarla in soldoni, non si tratta altro che di una fotografia eseguita con una particolare macchina fotografica ad infrarossi, nel momento in cui si sta eseguendo il test.

Durante il normale rilevamento del ricambio di aria, si crea una depressione all’interno dell’edificio. Nei punti che non sono ermetici, l’aria esterna penetra all’interno dell’immobile e la differenza di temperatura viene evidenziata attraverso la fotocamera ad infrarossi. I punti non ermetici vengono quindi visualizzati in tempo reale, permettendo una più svelta analisi e una conseguente risoluzione del problema rapida.

Ora, perché abbiamo riparlato del Blower Door? Perché questo test è decisamente utile ai fini della certificazione energetica che sta facendo impazzire tutti coloro che vogliono vendere l’abitazione. Infatti, attraverso questo test si possono capire i parametri necessari per dare alla nostra abitazione la giusta classe energetica. Nel caso che il blower door sia negativo, cioè esistano spifferi preoccupanti, sarebbe opportuno riparare le ‘perdite’ e poi ripetere il test.

Ok, ma quanto costa questo giochino? A partire da 200/300 euro fino anche a 1,000 a seconda dell’abitazione. Considerate comunque che una volta risanata l’abitazione, ed eliminato gli spifferi, anche quelli impensabili, avrete un forte risparmio energetico. Non solo. In fase di compravendita la vostra casa vale di più, perché si troverà probabilmente in una classe energetica superiore. Vedetelo come un investimento, più che come una spesa in se per se.

Photo Credit: © BlowerDoor costi– Photl.com

Post By Francesca Oliva (91 Posts)

Web Writer Freelance che si sveglia al mattino con un solo pensiero: scrivere. Tra le tante collaborazioni, per eTerra si occupa di Ecologia e Risparmio energetico, due delle sue grandi passioni.

Website: →

Connect

Aspetta! Ti potrebbe anche interessare: